Home / Economia / Kipre dichiara 25 esuberi. E scatta la cassa integrazione

Kipre dichiara 25 esuberi. E scatta la cassa integrazione

L'azienda, ancora in attesa di un investitore, ha comunicato di non poter anticipare l'ammortizzatore ai dipendenti

Kipre dichiara 25 esuberi. E scatta la cassa integrazione

Brutte notizie per i 184 dipendenti del Gruppo Kipre, impiegati negli stabilimenti di San Daniele del Friuli (98 lavoratori) e San Dorligo della Valle (86). Oggi si è tenuto un tavolo in Regione, nel quale la proprietà ha annunciato 25 esuberi a Trieste (nel reparto dedicato alla produzione dei wurstel) e ha chiesto l’apertura della cassa integrazione straordinaria nei due stabilimenti a marchio Principe.

L'azienda, a fronte della situazione di crisi economica e finanziaria iniziata nel 2018, ha richiesto ai sindacati un accordo per attivare l'ammortizzatore, a rotazione per tutti i dipendenti, per sopperire alla difficoltà di approvvigionamento delle materie prime, in un contesto non favorevole causato anche dall’aumento del costo della carne.

Kipre ha ricordato di essere in attesa di definire un accordo con potenziali investitori, interessati al mantenimento del gruppo e delle sue realtà aziendali, attraverso manifestazioni d’interesse vincolanti che dovranno concretizzarsi nel più breve tempo possibile, per ridurre l’impatto negativo sull'attività.

Alle organizzazioni sindacali Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil, la proprietà ha, però, dichiarato di non essere in grado di anticipare l’importo ai dipendenti. "Abbiamo preso atto di quanto riferito", specificano i sindacati, "ma non possiamo sottoscrivere alcuna intesa senza l’anticipo della cassa perchè questo comporta una forte penalizzazione economica nei confronti dei lavoratori. La richiesta di cigs, infatti, dovrà essere presentata al Mise e i tempi di erogazione, dopo l’avvallo, possono comportare un'attesa anche di cinque mesi. Quindi, nel lasso di tempo tra l’avvio - previsto per lunedì 9 dicembre, per una durata di 12 mesi - e la sua approvazione, i lavoratori non percepiranno alcun reddito per le ore di cassa integrazione", concludono i rappresentanti sindacali.

0 Commenti

Cronaca

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori