Home / Economia / La Gig economy in crisi per una legge sul lavoro

La Gig economy in crisi per una legge sul lavoro

Il Novecento si prende la sua rivincita

La Gig economy in crisi per una legge sul lavoro

Il Novecento si prende la sua rivincita sulla Gig economy.
Le forme di lavoro innovative, prendiamo come simbolo il contestato servizio di trasporto Uber, sono a rischio a causa di una legge. Una normativa approvata non in uno stato retrogrado, ma proprio dall’innovativa California, dove la stessa Uber ha sede.
Si tratta dell’Assembly Bill 5, che stabilisce come i collaboratori dell’impresa siano da considerare dipendenti a tutti gli effetti, a meno che in primis non siano liberi dal controllo dell’azienda in merito alle performance.Insomma, sembra dire la legge californiana, non puoi trattare un collaboratore (rider, conducenti di auto, proprietari di franchising) come se fosse alle dipendenze da un lato - inclusa la possibilità di escluderlo dal sistema (ovvero, di licenziarlo) - e come se non lo fosse dall’altro. Uber si dice pronta al contrattacco e sembra aver messo da parte qualche decina di milioni di dollari per sostenere un referendum contro la legge che la metterebbe in ginocchio. Le compagnie della Gig economy accusano il legislatore di non aver capito le loro innovazioni. Ma, forse, le ha capite fin troppo bene.

0 Commenti

Cronaca

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori