Home / Economia / La Regione boccia il bilancio dell'Ezit di Trieste

La Regione boccia il bilancio dell'Ezit di Trieste

A novembre aveva nominato suo presidente Stefano Zuban

La Regione boccia il bilancio dell\u0027Ezit di Trieste

La giunta regionale ha bocciato il bilancio preventivo per il 2015 dell’ente che gestisce la zona industriale di Trieste. Il documento, infatti, secondo l’amministrazione guidata da Debora Serracchiani, che proprio lo scorso novembre ha nominato presidente dell’Ezit Stefano Zuban, presenta un quadro finanziario preoccupante e, quindi, non accettabile. Dal fatto che prevede un pareggio di bilancio con entrate difficilmente realizzabili, che non considera alcun accantonamento nonostante penda un grosso contenzioso in materia tributaria, che continua a rimanere una grave mancanza di liquidità. Insomma, il bilancio dell’Ezit continua a fare acqua.

La giunta, quindi, invita gli amministratori a riprogrammare le poste di bilancio in aderenza alle effettive disponibilità economiche e finanziarie dell’ente; a ridurre le spese per il personale (il costo, per esempio, del direttore Paolo De Alti è di 180mila euro annui, come riporta il sito dell’ente); inoltre, di valutare eventualmente la percorribilità di ulteriori vie dedicate alla valorizzazione e dismissione degli immobili pubblici per far fronte alle inevitabili ripercussioni che i mutamenti economico-finanziari hanno prodotto sul mercato immobiliare infrangendo così il delicato meccanismo che con sentiva all’ente di autoalimentarsi.

0 Commenti

Cronaca

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori