Home / Economia / MareFvg ed Enea Tech fanno squadra

MareFvg ed Enea Tech fanno squadra

Si punta a sviluppare e promuovere nuove competenze e innovazioni tecnologiche applicate al settore della cantieristica navale e nautica

MareFvg ed Enea Tech fanno squadra

Sviluppare e promuovere nuove competenze e innovazioni tecnologiche applicate al settore della cantieristica navale e nautica, con l'obiettivo di aumentare il livello di competitività delle imprese e delle start up e contribuire a proiettare i servizi per la navigazione e per il diportismo nautico verso nuove frontiere di specializzazione. Sono alcuni dei punti principali dell'accordo quadro sottoscritto dal Maritime Technology Cluster Fvg (mareFvg) e da Fondazione Enea Tech.

Ne dà notizia l'assessore regionale alla Ricerca Alessia Rosolen, che spiega: "MareFvg è il cluster cui la Regione ha affidato la missione di attivare sinergie tra soggetti pubblici e privati per sviluppare le potenzialità dei settori attinenti la cantieristica navale e nautica, incluse le relative filiere specializzate, i trasporti, la logistica, i servizi per la navigazione e il diportismo nautico. Enea Tech è una fondazione di diritto privato, voluta dal Ministero dello Sviluppo Economico, finalizzata a promuovere investimenti e iniziative in materia di ricerca e sviluppo e trasferimento tecnologico a favore delle imprese operanti sul territorio nazionale, con particolare riferimento alle start up innovative".

"MareFvg ed Enea Tech - continua l'assessore - collaboreranno per programmare e realizzare attività indirizzate all'analisi, alla valutazione e alla valorizzazione di tecnologie sviluppate per il perseguimento di obiettivi comuni. In generale, la volontà è quella di proiettare il settore del mare verso una dimensione sempre più digitale e innovativa, allargando il compasso delle possibili applicazioni pratiche da parte di imprese e start up del comparto. L'accordo è coerente con la traiettoria individuata in questa legislatura, finalizzata a uno sviluppo contestuale dell'innovazione sia nel settore sociale che in quello tecnologico. Ci sono comparti in cui l'esplorazione di nuove frontiere tecnologiche, digitali e operative costituisce la base per mantenere e potenziare la concorrenzialità sul mercato. La ricerca è la base per sviluppare e programmare e rappresenta un patrimonio di conoscenza che deve essere messo a disposizione del tessuto sociale ed economico. La nautica è un settore perfettamente compatibile con lo sviluppo tecnologico e l'impegno ratificato da questo accordo produrrà sinergie molto importanti per tutto il territorio".

"Le filiere produttive legate all'economia del mare sono da molti considerate settori a bassa intensità tecnologica e poco innovativi. È sicuramente ora di sfatare questa falsa convinzione", spiega la presidente di Enea Tech Anna Tampieri, "ricordando come al mare sia collegato uno dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite volto a garantire un uso responsabile delle risorse legate all'economia blu. Solo grazie all'impiego di nuove tecnologie e sinergie tra i diversi attori della filiera questo obiettivo potrà essere raggiunto. È proprio in questa direzione che va l'accordo siglato tra mareFvg ed Enea Tech".

"La collaborazione sarà presentata operativamente il 15 aprile all'eco-sistema territoriale di mareFvg", spiega infine l'amministratore delegato Lucio Sabbadini, "con l'intento di attivare anche la leva finanziaria per consolidare le posizioni di frontiera del sistema industriale e scientifico regionale". 

0 Commenti

Cronaca

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori