Home / Economia / Microsoft fa squadra con il partner friulano beanTech

Microsoft fa squadra con il partner friulano beanTech

Secondo Confindustria Digitale, il mercato Industria 4.0 conta 3 miliardi di investimenti, con una crescita del 30% nel 2018. Il Digitale può impattare di quasi il 10% sul fatturato delle PMI

Microsoft fa squadra con il partner friulano beanTech

In linea con gli obiettivi del progetto Ambizione Italia, che intende contribuire alla Trasformazione Digitale del Paese, Microsoft fa squadra con il proprio Partner beanTech ospitando, presso il Microsoft Technology Center di Milano, un momento di riflessione sulle opportunità dell’Industry 4.0 e dell’Artificial Intelligence per le PMI del manifatturiero italiano e condividendo quattro esperienze d’eccellenza del Nord-Est. L’evento odierno è stata anche l’occasione per annunciare l’ampliamento della partnership tra Microsoft e beanTech: nei prossimi mesi si svilupperà una nuova edizione dell’Academy Knownow dedicata a Dati & AI, che, attraverso un calendario di workshop e sessioni di approfondimento con gli esperti di Microsoft e di beanTech - sia online, sia presso la sedi di beanTech a Udine - offrirà utile background ai giovani talenti, ai professionisti e alle aziende del Triveneto per aiutarli a cogliere i benefici delle tecnologie intelligenti in linea con le priorità di business.


Sul fronte Industry 4.0, interessante lo scenario dipinto da Elio Catania, Presidente di Confindustria Digitale: “L’Italia ha accumulato molto ritardo in termini di produttività e capitale ICT, ma negli ultimi due anni il Paese si è rimesso in moto, anche grazie a Industria 4.0 che ha rappresentato un importante volano. Il mercato Industria 4.0 conta 3 miliardi di investimenti, con una crescita del 30% nel 2018. La domanda c’è perché le aziende sono sempre più consapevoli dei vantaggi della trasformazione digitale, l’offerta c’è perché i player ICT stanno sviluppando soluzioni sempre più accessibili, ma occorre mettere a terra tutte queste energie e continuare ad accompagnare le aziende italiane con politiche a sostegno”.

Le realtà del manifatturiero italiano possono oggi far leva sulle nuove tecnologie per crescere in un mercato internazionale sempre più dinamico e l’Artificial Intelligence si somma al Cloud Computing, all’Internet of Things, al Machine Learning e alla Realtà Mista, nell’abilitare una vera e propria rivoluzione a vantaggio di tutti gli attori della filiera, come ha commentato Fabio Santini, Direttore Partner e PMI di Microsoft Italia: “A livello globale si stima un’esplosione delle sperimentazioni sull’AI: secondo Gartner, entro il 2020 l’86% dei CIO si cimenterà in progetti pilota di AI e il valore di business dell’AI triplicherà dai 1.200 miliardi di dollari del 2018 a 3.900 miliardi entro il 2022. Nonostante il crescente interesse verso l’AI, molte aziende affrontano ancora barriere interne e Gartner rivela che solo il 4% dei CIO ha già implementato progetti di AI, mentre il 21% sta facendo pilota o ha inserito l’AI nella pianificazione di breve termine. Il 70% delle aziende non ha o ha limitate competenze e conoscenze necessarie per comprendere le tecnologie AI, le strategie e i mercati. In questo quadro è fondamentale offrire il giusto supporto per consentire a realtà di qualsiasi dimensione di dare avvio a progetti in linea con le priorità di business. In ambito manifatturiero di fatto l’AI è già presente nei concetti di Fabbrica 4.0, intesa come capacità di analisi e apprendimento delle macchine a supporto degli uomini - IDC stima che la fabbrica intelligente sia già una realtà ed entro il 2022 il 40% dei processi operativi sarà in grado di ‘auto-apprendere’ e ‘auto-ripararsi’ - ma ora quello che serve è andare oltre le sperimentazioni per un reale impatto di business.È questo che intendiamo fare con le nostre tecnologie intelligenti e la nostra rete di Partner, con cui offriamo consulenza per progetti di Industry 4.0, che integrino come naturale evoluzione anche l’AI. La collaborazione con beanTech è un esempio virtuoso di questo impegno sul territorio e siamo orgogliosi di consolidare la nostra partnership anche nel segno di una nuova Academy, puntando sempre più sulla formazione per aziende e professionisti”.

Microsoft s’impegna per democratizzare l’AI a supporto del manifatturiero italiano, offrendo tecnologie semplici, intuitive e sicure di Intelligent Cloud e Intelligent Edge, che consentano anche alle organizzazioni meno strutturate e ai professionisti meno esperti di dare avvio al proprio percorso d’innovazione verso l’AI, beneficiando di capacità di calcolo ubique, massima scalabilità e funzionalità di raccolta e analisi dati su device connessi. La piattaforma cloud Microsoft Azure – che con 54 region annunciate vanta la maggior copertura rispetto ai competitor e con 79 certificazioni è la piattaforma più compliant– integra interessanti strumenti di analisi, machine learning e servizi cognitivi alla portata di tutti. A livello globale AzureMachine Learning è, per esempio, utilizzato per oltre 500 milioni di previsioni real time al mese ed esistono più di 10.000 modelli adottati come servizi web al mese per un’ampia gamma di applicazioni di business. In uno scenario di pervasività dei dispositivi connessi, Microsoft offre, inoltre, potenti soluzioni IoT ed Edge, che aprono alle aziende manifatturiere nuove opportunità per diffondere intelligenza anche in aree in cui la connettività si rivela poco affidabile. Un esempio è Azure IoT Central, piattaforma SaaS che consente a partner e clienti di fornire una soluzione IoT in meno di un minuto, di customizzarla in poche ore e di andare in produzione il giorno stesso, senza particolari competenze. L’ultima novità sono gli AzureCognitive Services Containers, servizi di AI integrati per analizzare i dati ove risiedono - sull’Intelligent Edge, in ambienti remoti oppure on premise, senza doverli necessariamente spostare sul Cloud – in grado di riconoscere parole all’interno di immagini, estrarre frasi significative e classificare feedback. Un vantaggio per il settore manifatturiero, in cui i dati sono spessoframmentati lungo più processi della catena produttiva ed è così possibile assicurare analisi in tempo reale, senza rallentamenti del ciclo produttivo e con la possibilità di scegliere i processi da mantenere on premise o migrare sul cloud. Inoltre, Microsoft dedica massima attenzione a quello che rappresenta un tema chiave per l’Industry 4.0: la sicurezza. Oltre a garantire i più elevati standard di settore e compliance al GDPR, ha di recente lanciato Azure Sphere, la prima piattaforma olistica pensata per creare dispositivi microcontrollori connessi, estremamente sicuri, che operino sull’Intelligent Edge.

L’impegno di Microsoft per accompagnare le PMI manifatturiere verso l’Industry 4.0, aiutandole a cogliere i benefici della tecnologia intelligente, si concretizza anche attraverso l’ecosistema di Partner che in Italia conta oltre 10.000 player, radicati sul territorio e capaci di guidare progetti di trasformazione digitale in risposta alle esigenze degli specifici mercati verticali. La collaborazione con beanTech si colloca proprio in questo quadro e negli anni è stata in grado di supportare la competitività di moltissime aziende Italiane e in particolare di quella che può essere definita l’Advanced Manufacturing Valley, l’area del Nord-Est Italia ove Industry4.0 e tecnologie abilitanti hanno trovato terreno fertile anche in virtù degli incentivi del Piano Calenda, decretando così lacrescita di alcune storiche PMI del Made-in-Italy.

“In un contesto dinamico come quello del Triveneto, che rappresenta il 30% del manifatturiero italiano, aziende come beanTech si sono affermate come abilitatori per portare la digitalizzazione all’interno delle aziende” – ha dichiaratoFabiano Benedetti, CEO & President di beanTech. “Le realtà che hanno approfittato dell’ondata di incentivi legati alla defiscalizzazione degli investimenti per l’Industry 4.0, ora sono pronte e consapevoli di dover investire in strumenti tecnologici evoluti per incrementare il valore del loro business. beanTech, con la sua conoscenza del settore manifatturiero e la sua capacità di integrare tecnologie Microsoft, è il partner ideale per guidare le aziende nella trasformazione digitale.”

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori