Home / Economia / Nip conquista la ribalta nazionale

Nip conquista la ribalta nazionale

Il Consorzio si conferma come soggetto sperimentatore di nuovi modelli sostenibili e responsabili d'insediamento industriale

Nip conquista la ribalta nazionale

Il Nip di Maniago realizza un innovativo progetto di welfare per i dipendenti delle aziende insediate e il Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri lo riconosce come una delle migliori proposte in Italia posizionandola davanti a multinazionali e grandi nomi dell’economia nazionale.

Rispondendo all’avviso #Conciliamo con il progetto “Welfare, Welldone”, e con una precisa idea di costruire una rete in grado di far dialogare imprese e territorio per il miglioramento della qualità della vita delle persone, il Nip ha proposto una soluzione modello. Soluzione che, inoltre, di fronte al valore complessivo del progetto di 422mila euro, si è vista riconoscere un finanziamento di 297mila euro.

“La soddisfazione è doppia – ammette Renato Piazza, presidente del Consorzio per il Nucleo di Industrializzazione della Provincia di Pordenone - perché vediamo riconosciuti i nostri sforzi di fare del Nip un soggetto pilota capace di sperimentare nuove soluzioni per il welfare e il rapporto con il territorio. A fronte di oltre 800 progetti presentati, ci siamo posizionati nella parte alta della graduatoria a 5 punti dal progetto primo classificato: è un dato più che confortante. Anche perché dietro di noi si sono classificate realtà di risonanza internazionale. Al Nip è, infatti, stato riconosciuto un qualificante status di sperimentatore di nuove modalità di welfare. Dobbiamo ringraziare tutti quei soggetti che hanno creduto e hanno sostenuto la presentazione del progetto: la Regione, il Comune di Maniago e l'Ambito delle Dolomiti Friulane, il Consorzio COSM e Legacoop Fvg”.

Il progetto ha ricevuto apprezzamenti anche dalla Regione Friuli Venezia Giulia. L’assessore alle attività produttive Sergio Emidio Bini valutando molto positivamente i risultati ottenuti in termini di classifica, ha sottolineato la trasversalità dei benefici per il territorio e le imprese: “è stato vincente aver pensato ad un progetto integrato, capace di guardare contemporaneamente alle necessità dell’industria e a quelle del commercio. Siamo davanti ad una best practice da tenere in considerazione anche per le altre realtà territoriali”.

Per l’assessore regionale al lavoro Alessia Rosolen: “con questo progetto la regione tutta dimostra che l’attenzione dedicata alle politiche a supporto della famiglia e della qualità del lavoro pagano, soprattutto quando sono affiancate dalla costruzione di una rete territoriale rispondente ai bisogni dei cittadini. Gli obiettivi di questo progetto sono gli obiettivi della Regione che in tal senso opera negli ultimi anni proprio per costruire un sistema forte che sia in grado di rispondere alle esigenze delle persone, delle aziende e delle comunità in cui si inseriscono”.

Il progetto presentato dal Nip è stato concepito per fare del welfare un motore di sviluppo del territorio, anche in grado di contribuire al sostegno del commercio e delle aziende locali. Accanto alla sperimentazione di nuove soluzioni di mobilità sostenibile, di inclusione sociale, di sostenibilità sociale anche con la creazione di nuove figure lavorative, il progetto che ha già ricevuto il supporto della Regione, è pensato in ottica di rete per dare a tutte le aziende aderenti al NIP, anche le più piccole, di accedere a servizi di welfare di qualità. Come anticipato #Conciliamo è un avviso diramato dal Dipartimento per le politiche della famiglia, che ha destinato 74 milioni di euro a progetti di welfare aziendale volti a consentire lo sviluppo di azioni su misura per le famiglie e per migliorare la qualità della vita di mamme e papà lavoratori.

L’avviso #Conciliamo persegue obiettivi come il rilancio demografico, l’occupazione femminile, il riequilibrio dei carichi di lavoro fra uomini e donne, il sostegno a famiglie con disabilità, il contrasto all’abbandono degli anziani, la tutela della salute. “Sono tutti obiettivi - aggiunge il presidente Piazza - che abbiamo integrato nel nostro progetto di sistema di welfare di rete, con l’idea di fare del NIP un soggetto attivo per il miglioramento della qualità del lavoro. Ma soprattutto abbiamo voluto impostare l’intera iniziativa puntando a trasferire un aggiornamento culturale sui temi del welfare ad un pubblico allargato. Adesso puntiamo ad espandere e integrare ulteriormente i servizi. Già con questo primo risultato il Nip si conferma come soggetto sperimentatore evoluto e modello di riferimento per altre realtà regionali e nazionali”.

0 Commenti

Cronaca

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori