Home / Economia / Nuovo stabilimento Eurolls a Resia

Nuovo stabilimento Eurolls a Resia

L'operazione nasce dall'investimento deciso lo scorso anno dall'azienda e dalla collaborazione con il Comune, che ha messo a disposizione il capannone

Nuovo stabilimento Eurolls a Resia

"Anche nei Comuni di montagna è possibile fare impresa e creare lavoro. Lo dimostra questo nuovo stabilimento a Resia, in grado di dare occupazione ai giovani del territorio, frutto di una proficua collaborazione tra pubblico e privato. Un plauso al presidente di Eurolls, Renato Railz, per aver scelto di investire in montagna in un periodo non certo facile, con un occhio di riguardo alla formazione e all'assunzione di personale del territorio. Complimenti all'Amministrazione comunale perché ha saputo cogliere l'opportunità rappresentata da questo investimento, muovendosi con rapidità e competenza. La Regione sostiene fermamente questa alleanza virtuosa tra pubblico e privato, fondamentale per lo sviluppo economico del Friuli Venezia Giulia e della montagna in particolare".

Lo ha dichiarato l'assessore regionale alle Attività produttive Sergio Emidio Bini questa mattina partecipando all'inaugurazione del nuovo stabilimento della Eurolls Spa in Val Resia.

L'operazione imprenditoriale nasce dall'investimento deciso lo scorso anno dall'azienda e dalla collaborazione con il Comune di Resia che ha messo a disposizione il capannone - dopo l'aggiudicazione del bando - in località Poje, a San Giorgio.

Per lo stabilimento di Resia, la proprietà ha investito circa due milioni di euro, dando lavoro a una decina di addetti. Alla cerimonia di apertura della nuova fabbrica, oltre ai vertici della società guidata dal presidente Renato Railz, erano presenti anche il sindaco di Resia Anna Miceli e il vicepresidente del Consiglio regionale Stefano Mazzolini.

Eurolls spa - oggi Gruppo Eurolls Industrials Spa, quartier generale ad Attimis e sedi produttive a Villa Santina, core business nella produzione di rulli in acciaio e carburo di tungsteno - nasce nel 1987 da un'idea dell'imprenditore Renato Railz. Negli anni Eurolls è cresciuta fino a diventare una importante impresa con diverse unità produttive localizzate in Friuli Venezia Giulia e facente parte di un gruppo di imprese guidate da Eurolls Industrial SpA, le quali si occupano, a livello internazionale, dell'attività di progettazione, fabbricazione e commercializzazione di rulli in acciaio e carburo di tungsteno per impianti di laminazione del filo.

"Una crescita - come ha sottolineato l'assessore Bini ringraziando ancora il presidente Railz e il suo staff - e un'espansione che non hanno mai smesso di tenere le radici ben piantate nel territorio. Anche quando, come in questo caso, le condizioni sono sfidanti. Ma qui si dimostra come la collaborazione tra chi fa impresa e le istituzioni sia in grado di superare ogni difficoltà, per creare impresa e posti di lavoro in montagna".

Eurolls a Resia ha voluto creare uno stabilimento (nel quale ci sarà anche occupazione giovanile) del gruppo industriale che sarà dedicato esclusivamente della produzione di lame di precisione per il taglio di lamiere da coil e taglio tubi. Riprendendo così, non solo simbolicamente, un'antica tradizione a Resia, qual è quella degli arrotini. 

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori