Home / Economia / Omologazione europea per ecarry

Omologazione europea per ecarry

Il veicolo commerciale elettrico nato in Italia ottiene per primo la certificazione full electric in categoria N1

Omologazione europea per ecarry

ecarry, il rivoluzionario veicolo commerciale elettrico firmato Green-G Electric Vehicles, arriva finalmente sul mercato della mobilità sostenibile dopo aver superato brillantemente i test previsti per ottenere il certificato di omologazione europea in categoria N1 ed è quindi il primo veicolo commerciale in Europa ad aver ottenuto l’omologazione full electric in categoria N1 fino a 80 km/h per allestimenti, che certifica i veicoli destinati al trasporto di merci aventi massa massima non superiore a 3,5 tonnellate.

Risultato dell’impegno del team di specialisti del reparto R&D di Green-G Electric Vehicles - la nuova divisione aziendale del Gruppo Goriziane SpA, punto di riferimento internazionale nel settore della difesa, oil&gas, navale e ferroviario – ecarry è stato sviluppato in collaborazione con l’Università degli Studi di Brescia, analizzando i percorsi eseguiti nelle città italiane, determinando i modelli energetici in tutte le possibili missioni operative giornaliere.

Ecco quindi che ecarry, mezzo full electric risponde appieno ai reali bisogni di società di servizi, enti pubblici o vettori che necessitano di un mezzo agile, veloce, potente e dalle dimensioni ridotte per percorrere itinerari pianificati, ripetitivi, costanti e caratterizzati da numerosi start&stop. Prestazioni e velocità di gran lunga superiori agli standard, omologato full electric in categoria N1 fino a 80 km/h per allestimenti, riduce a zero le emissioni di CO2, così come i costi operativi e chilometrici.

Sostenibilità ambientale ma anche alta tecnologia: ecarry risponde ai criteri dell’Industria 4.0 grazie alla tecnologia integrata, dialoga con l’operatore e permette il controllo da remoto in tempo reale di ogni attività. Un vantaggio che rappresenta una grande opportunità per le aziende che così possono accedere a molteplici benefici fiscali, come il credito d’imposta per l’acquisto di beni strumentali e per attività di Ricerca e Sviluppo.

0 Commenti

Cronaca

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori