Home / Economia / Passo indietro per Dm Elektron

Passo indietro per Dm Elektron

La proprietà esclude un aiuto da parte di Friulia. I sindacati chiedono un intervento politico

Passo indietro per Dm Elektron

Vertice poco rassicurante oggi in Regione, a Trieste, su Dm Elektron. A fronte della proposta avanzata di aiuto economico a Friulia, la proprietà, rappresentata da Dario Mèlchior, ha fatto presente che non è compatibile con i tempi e con i modi previsti dal piano industriale già presentato nei giorni scorsi.

Si riaccende, quindi, la preoccupazione per gli 80 dipendenti della fabbrica di Buja. Le organizzazioni sindacali di Fiom Cgil e Fim Cisl, rappresentante oggi da Davide Bassi, dal segretario generale Marcon e da Pasquale Stasio, hanno chiesto un incontro urgente con la presenza dell'assessore Sergio Emidio Bini e dei vertici di Friulia per cercare di raggiungere un accordo politico e salvare l’occupazione.

0 Commenti

Cronaca

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori