Home / Economia / Preoccupa il conflitto nel Nagorno Karabakh

Preoccupa il conflitto nel Nagorno Karabakh

Il mondo cooperativo pordenonese segue con attenzione la recrudescenza degli scontri fra armeni e azeri

Preoccupa il conflitto nel Nagorno Karabakh

C’è molta preoccupazione nel mondo cooperativo pordenonese per la recrudescenza del conflitto armato in Nagorno Karabakh fra armeni e azeri. Cinque anni fa, infatti, all’interno di un corso europeo di conoscenza del modello della cooperazione sociale organizzato dal Leonardo Consorzio di Cooperative Sociali di Pordenone e denominato “Wosocoop”, avevano partecipato operatori giovanili sia di organizzazioni dell’Armenia che dell'Azerbaijan. E c’erano state occasioni di confronto e scambio, in un clima di piena collaborazione. I partecipanti avevano visitato, tra l’altro, la sede di Confcooperative Pordenone, il Comune di Pordenone e la Casa dello Studente “Zanussi”.

“Negli anni successivi – ha dichiarato il presidente di Confcooperative Pordenone Luigi Piccoli – si erano concretizzati rapporti di collaborazione con la cooperativa Il Piccolo Principe di Casarsa, che aveva ospitato due volontarie armene con lo SVE (Servizio Volontario Europeo) e il Consorzio Leonardo, attraverso un finanziamento della Regione, aveva realizzato un progetto di imprenditorialità femminile denominato “Armenecoop”.

Sempre con il partner armeno Youth Cooperation Centre di Dilijan, ha in corso un progetto europeo che prevede esperienze di mobilità giovanile sul tema dell’imprenditorialità ed ecoturismo. La cooperazione pordenonese esprime dolore per le vittime di questa guerra si augura che i due Paesi arrivino a un'effettiva tregua potendo confrontarsi pacificamente per la risoluzione del contenzioso.

0 Commenti

Cronaca

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori