Home / Economia / Risparmiatori traditi, dal 26 luglio al via le domande di indennizzo

Risparmiatori traditi, dal 26 luglio al via le domande di indennizzo

A rendere note le istruzioni per inoltrare la documentazione è l’associazione Consumatori attivi

Risparmiatori traditi, dal 26 luglio al via le domande di indennizzo

Si apre il prossimo 26 luglio la possibilità di inserire le domande per accedere al Fondo indennizzo risparmiatori da parte delle persone coinvolte nei crac bancari sul portale Consap. A rendere note le istruzioni per inoltrare la documentazione è l’associazione Consumatori attivi, che specifica che “tutti potranno accedere al fondo, anche i vecchi azionisti, i quali però si vedranno riconoscere un indennizzo pari al 30% (entro il tetto di 100.000 euro) del prezzo pagato per l’acquisto e degli oneri fiscali senza interessi e rivalutazione. Consigliamo comunque anche ai vecchi azionisti di presentare la domanda per non perdere il treno”. “Inoltre – prosegue la presidente, Barbara Puschiasis -, è stata eliminata la corsia preferenziale per chi ha un Isee inferiore a 35.000 euro. Accederanno all’indennizzo automatico coloro che hanno un reddito Irpef inferiore a 35.000 euro o chi ha un patrimonio mobiliare (escluse polizze vita e previdenza complementare) inferiore ai 100.000. Chi ha diritto ad un indennizzo inferiore a 50.000 euro sarà soddisfatto prima di tutti. Tutti coloro che non rientrano in questi parametri verranno soddisfatti dopo”.

Cronaca

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori