Home / Economia / Sei nuovi accordi per la startup friulana Willeasy

Sei nuovi accordi per la startup friulana Willeasy

Si rafforza la rete che punta a creare un ecosistema digitale per l’accessibilità a luoghi ed eventi da parte di persone con esigenze specifiche

Sei nuovi accordi per la startup friulana Willeasy

Willeasy srl – Startup Innovativa a Vocazione sociale sta realizzando il primo ecosistema digitale per l’accessibilità a luoghi ed eventi da parte di persone con esigenze specifiche (dovute a disabilità, età avanzata, allergie/intolleranze alimentari, viaggiatori con animali, famiglie con bambini piccoli e donne in gravidanza, etc). Nel frattempo, ha siglato sei importanti accordi sul territorio nazionale, che gli consentiranno di crescere e portare avanti con successo la sua virtuosa mission, tra cui: AT Media S.r.l., CleanBnB SpA, Okkam srl, CrowdM Italy, OIC – Osservatorio Imprese e Consumatori e ELITA Recapiti srl.

Fondamentale è la sinergia con AT Media S.r.l., un’innovativa PMI alessandrina, proprietaria della tecnologia di Coperniko, algoritmo brevettato e certificato dai portali Siva ed Eastin che permette di interagire con il web con il solo movimento della testa e con comandi vocali senza l’utilizzo di nessun device esterno. Grazie a questo accordo le due aziende svilupperanno un’integrazione rivoluzionaria delle proprie tecnologie, consentendo agli utenti di navigare all'interno di un luogo, di una struttura o di un percorso con il solo movimento della testa, visualizzando in tempo reali informazioni sull'accessibilità (ad esempio la larghezza delle porte, le altezze dei gradini, le lingue parlate dal personale della reception di un hotel, i menù disponibili e così via).

“Quando abbiamo sentito parlare di Willeasy abbiamo subito capito che la loro tecnologia era ciò che ci mancava per completare un percorso che ha messo al centro dei nostri progetti l'accessibilità web e la navigazione a 360° gradi" commenta Antonio Testa, ceo di AT Media S.r.l. e anticipa: "Willeasy utilizzerà da un lato KBT (Coperniko Browsing Tool) un tool da noi sviluppato per permettere la navigazione del suo sito tramite interfaccia vocale e riconoscimento dei movimenti del volto e dall’altro andremo ad implementare sulle piattaforme web di Willeasy le tecnologie di fruizione video e foto a 360° al fine rendere accessibili con alto livello d’innovazione e di fruizione le informazioni delle strutture presenti".

Altra importante intesa è quella con CleanBnB SpA, società italiana quotata in borsa impegnata nella gestione di immobili e appartamenti per affitto breve. Willeasy è stato infatti individuato come partner strategico per avviare la rilevazione di accessibilità su una selezione di oltre 1.000 appartamenti e stanze gestite da CleanBnB. “Abbiamo notato che esisteva, esiste ed esisterà sempre una fascia di mercato immensa non solo nazionale, bensì internazionale, legata ad ospiti con esigenze legate a disabilità o con bisogno di informazioni specifiche e, soprattutto, certificate. Per poter intercettare questo grandissimo flusso di viaggiatori, dunque, fornire informazioni di qualità, oggettive e certificate rappresenta un valore aggiunto per aziende come la nostra” afferma Francesco Zorgno, Presidente e Cofondatore di CleanBnB. Concludendo: “Siamo felici di essere parte, assieme ad altre aziende e imprenditori lungimiranti, di un progetto in grado di creare una rivoluzione sociale ed economica senza precedenti”.

Partita la partnership con Okkam srl, società che sviluppa soluzioni di business intelligence di ultima generazione, proprietaria della piattaforma MyFood con quasi 1.000 ristoranti in tutta Italia, che permette di effettuare ordini per la consegna a domicilio in modo semplice e veloce. Paolo Bouquet, Presidente di MyFood di Okkam racconta “La soluzione MyFood di Okkam che permette di creare menu online, filtrandoli in base ad ingredienti ed allergeni, è già stata utilizzata brillantemente da Willeasy per alcuni progetti pilota in alcune feste locali. Gli utenti, per la prima volta, hanno potuto avere informazioni dettagliate sul cibo presente prima di recarsi alla manifestazione e in base alle proprie esigenze alimentari”.

Siglato l’accordo anche con CrowdM Italy, agenzia italiana che supporta le imprese offrendo servizi digitali a 360°, prestando da sempre attenzione alle tematiche sociali e al supporto attivo di cause che hanno una grande influenza sulla collettività. Qualche tempo fa, peraltro, la digital agency ha realizzato la piattaforma 1clickdonation®, con l’obiettivo di sostenere associazioni no profit e progetti di solidarietà. Credendo così nel valore dell’accessibilità, CrowdM Italy ha stretto un accordo con Willeasy. “La grande community di 1clickdonation è costituita da persone e associazioni molto attente alle tematiche etiche e sociali. Comunicare un progetto come quello di Willeasy a queste persone ci aiuterà a veicolare il messaggio in modo capillare e mirato” dichiara Silvio Stafuzza, CEO e founder di CrowdM Italy. “Per tutti noi di 1clickdonation® è un onore prendere parte a un progetto dal così grande impatto sociale. Siamo felici di mettere la nostra community a supporto di questa lodevole startup”.

Da pochissimo è stata stretta una collaborazione anche con OIC – Osservatorio Imprese e Consumatori, organismo che riunisce 11 associazioni di consumatori e imprese, con l’obiettivo di mettere in relazione i due mondi, favorendo la definizione e l’applicazione di buone pratiche a vantaggio di tutti. L’Osservatorio, inoltre, promuove una serie di iniziative di educazione finanziaria e digitale, oltre che di inclusività sociale, sostenendo progetti a favore del riconoscimento del merito e del valore femminile. L’accordo con Willeasy s’inserisce pertanto nell’ambito di questa progettualità. “L’idea dell'Osservatorio di coinvolgere Willeasy è nata dalla necessità di inventare soluzioni pratiche in un tempo che corre velocemente con la digitalizzazione senza tenere conto dei bisogni speciali di determinate categorie di consumatori. Ci siamo resi conto dei tempi molto lunghi di cui il sistema normativo e tecnologico, per la sua complessità, necessita per apportare modifiche. Abbiamo allora deciso di cambiare la prospettiva e mappare i luoghi in cui un’accessibilità a Pos e Atm per ciechi è disponibile in modo da accompagnarli nella loro quotidianità verso luoghi di pagamento sicuri e possibili” dice Raffaella Grisafi, Vice Presidente di OIC - Osservatorio Imprese e Consumatori.

A supporto di Willeasy anche Elita Recapiti srl, azienda specializzata in servizi postali e di consegna espressa, affiliata (partner in esclusiva per il territorio di competenza) a circuiti nazionali di recapito, quali – ad esempio - Nexive e Amazon Italia. A disposizione della loro realtà una customer-base di qualche centinaio di clienti attivi e una flotta di circa 80 mezzi. Pierfrancesco Prati, socio e Responsabile Vendite di Elita Recapiti srl spiega lascelta di investire direttamente in Willeasy “Vogliamo supportare un progetto di ampio respiro nazionale che vada in un'ottica di condivisione e trasparenza di un patrimonio inestimabile come quello dei dati e delle informazioni oggettive di accessibilità, purtroppo contaminato dal fenomeno dei fake data e dalla mancanza di una unica infrastruttura dati affidabile e certificata. In questa ottica, è nostra intenzione supportare con la nostra rete di vendita e la rete logistica le operazioni di acquisizione clienti e di partnership che Willeasy avvierà in maniera capillare sul territorio regionale del Friuli Venezia Giulia e non solo”.

William Del Negro, CEO & Founder Willeasy srl spiega: “Il nostro obiettivo è garantire l'accesso alle informazioni sull'accessibilità attraverso il nostro ecosistema digitale, il primo in Italia e a misura di inclusione, che permetterà alle persone con esigenze specifiche (dovute a disabilità, età avanzata, allergie/intolleranze alimentari, viaggiatori con animali, famiglie con bambini piccoli e donne in gravidanza, etc.) di trovare gli eventi e le strutture compatibili con le loro necessità. La partecipazione al progetto Willeasy di Associazioni ed Enti così importanti, come quelle sopra citate, ci rende orgogliosi e ci auguriamo che la partecipazione si allarghi anche ad altre realtà sensibili alle tematiche dell’inclusione”.

Infine, attiva fino al 24 marzo la campagna di equity crowdfunding lanciata suCrowdFundMe, unica piattaforma di Crowdinvesting (Equity Crowdfunding, Real Estate Crowdfunding e Corporate Debt) quotata a Piazza Affari, con l’intento di raccogliere fondi utili per finanziare lo sviluppo della tecnologia.

Per saperne di più sulla campagna di equity crowdfunding di Willeasy su CrowdFundMe

Tutte le aziende interessate possono aderire al progetto scrivendo a business@willeasy.net

0 Commenti

Cronaca

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori