Home / Economia / Si riaccende la centrale di Monfalcone

Si riaccende la centrale di Monfalcone

Riduzione del gas dalla Russia e siccità hanno spinto a una nuova riattivazione dell'impianto a carbone

Si riaccende la centrale di Monfalcone

A causa della riduzione di approvvigionamenti di gas dalla Russia seguiti al conflitto in Ucraina, ma anche al problema della siccità, che ha ridotto i livelli di produzione di energia idroelettrica, la centrale termoelettrica A2A di Monfalcone è rientrata in funzione.

La riaccensione è avvenuta a partire da lunedì nell’ambito del piano nazionale sulle centrali a carbone. Non è la prima volta che accade quest’anno.

Era successo a marzo nell’ambito di un’attività di routine e a maggio. La centrale è dotata di un'Autorizzazione Integrata Ambientale che scadrà nel 2025 per cui fino a quella data può entrare in funzione senza alcuna particolare formalità.

“Finora le riaccensioni sono in media inferiori al 2021", spiega il sindaco di Monfalcone Anna Maria Cisint. "Molto dipende anche dalla richiesta di Terna e dal fabbisogno di energia per il gran caldo di questi giorni”.

3 Commenti
Vin62

La Croazia continua ad estrarre dallo stesso rubinetto che l'Italia a chiuso perché così la gretina sulla sua agenda mette una più all'Italia e i nostri politici sono tutti contenti

Mag64

Proprio così..concordo pienamente

Mag64

Con buona pace di Greta. Un altro fronte caldo in tutti i sensi è la legna da ardere..anche questa giudicata nn green dalla UE. Di conseguenza il prezzo è raddoppiato e il materiale comincia a scarseggiare. Ho sentito dal rivenditore che la legna che bruciano proveniva dalla Bosnia. Ora è difficile reperibile il legname. Quindi niente gas..niente legna e..poca elettricità. D'inverno gireremo per casa con i cappotti. Si parla da anni delle varie crisi. Nulla è stato fatto a prescindere dal colore del governo. I scandali invece tanti..le decisioni sbagliate ..le proteste dei vari No questo e l'altro, tantissime con il risultato che la Croazia e la Slovenia fanno le ricerche sotto le nostre coste e l'Italia guarda. Ma siamo green con le tasche green ovvero vuote

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori