Home / Economia / SviluppoImpresa, un fondo per aziende in crisi

SviluppoImpresa, un fondo per aziende in crisi

Nel disegno di legge, in Aula a gennaio, anche una misura per favorire salvataggio e ristrutturazione

SviluppoImpresa, un fondo per aziende in crisi

"Una delle misure innovative contenute nel disegno di legge SviluppoImpresa, che approderà in Consiglio regionale a gennaio, sarà la costituzione di uno specifico fondo regionale per il salvataggio e la ristrutturazione delle imprese in crisi nell'ottica di prevenire le situazioni di difficoltà e di evitare interventi troppo tardivi come succede con gli strumenti oggi a disposizione". Lo ha annunciato l'assessore regionale alle Attività produttive e Turismo Sergio Emidio Bini nel corso dei lavori dell'Assemblea del Friuli Venezia Giulia dedicati alle interrogazioni consiliari.

Sulle crisi industriali che interessano l'area triestina, Bini, sollecitato da un interrogante, ha osservato che in taluni casi si tratta di derivazioni dalle dinamiche del mercato internazionale. Sovente però, ha aggiunto, "si tratta di crisi che partono da lontano e di fatto negli anni precedenti non sono state risolte: un tanto per affermare che, al di là di polemiche spesso strumentali, nessuno ha la cosiddetta "bacchetta magica" né ora né tantomeno in passato".

Proprio a proposito del rilancio dell'area complessa di Trieste, Bini ha ricordato di aver ottenuto dal ministero dello Sviluppo economico lo sblocco di risorse pari a 15 milioni di euro per nuove iniziative imprenditoriali. "La Direzione centrale attività produttive - ha aggiunto l'assessore - è anche impegnata con il Mise nella compartecipazione agli Accordi per l'innovazione che prevedono apposite misure per sostenere progetti di ricerca e sviluppo. Nel 2019, infatti, sugli appositi capitoli di spesa regionali sono state già stanziate risorse per oltre 3,2 milioni di euro che permetteranno la stipula degli accordi con il ministero e il relativo cofinanziamento alle imprese che hanno presentato i progetti".

Altro asset di intervento è dato dalle maggiori risorse ottenute dal Friuli Venezia Giulia - la cosiddetta "riserva di perfomance" - con il raggiungimento dell'obiettivo N+3 dell'Ue. "Si tratta - ha rilevato Bini - di un importante budget supplementare che andrà a rafforzare gli interventi previsti in ciascuna Priorità del Por Fesr 2014-2020 e che sarà prontamente utilizzato per le imprese regionali: nel 2020, infatti, uscirà un nuovo bando per l'innovazione mettendo a disposizione oltre 16 milioni di euro a favore delle aziende per progetti di innovazione e industrializzazione dei risultati della ricerca".

0 Commenti

Cronaca

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori