Home / Economia / Trieste Airport si consolida grazie al Gruppo Iccrea

Trieste Airport si consolida grazie al Gruppo Iccrea

Conclusa un’operazione da 4 milioni di euro, assistita dal Fondo Centrale di Garanzia per le Pmi

Trieste Airport si consolida grazie al Gruppo Iccrea

Trieste Airport e il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea hanno stipulato un’operazione di finanziamento del valore di 4 milioni di euro assistita dal “Fondo Centrale di Garanzia per le Piccole e Medie Imprese”.

Il finanziamento è stato organizzato attraverso un “pool”, di cui è capofila Iccrea BancaImpresa – la banca corporate del Gruppo Iccrea – e a cui hanno aderito Banca Mediocredito del Friuli Venezia Giulia, CrediFriuli e BCC di Staranzano e Villesse, tre delle realtà del Gruppo presenti in Friuli Venezia Giulia.

L’operazione prevede una durata di 60 mesi con un preammortamento di 18 mesi ed è finalizzata a sostenere l’incremento delle necessità di circolante dell’impresa oltre che a finanziare lo sviluppo del piano industriale. La stessa operazione si inserisce in un più ampio quadro di consolidamento finanziario della Società attivato per fronteggiare le conseguenze dell’emergenza sanitaria Covid-19.

Il supporto finanziario sopra descritto fa seguito all’intervento che Banca Mediocredito del Friuli Venezia Giulia definì insieme a Trieste Airport nel 2019 per sostenere il potenziamento delle infrastrutture aeroportuali: combinando differenti strumenti, si finalizzarono un prefinanziamento della durata di un anno, un finanziamento agevolato FRIE (di anni 9) e la relativa polizza fideiussoria.

“Con questa iniziativa vogliamo dare, come Gruppo Iccrea, un ulteriore segnale di attenzione e sostegno al territorio – ha commentato Arturo Miotto, Direttore Generale di Banca Mediocredito del Friuli Venezia Giulia – e, insieme a questo, evidenziare quanto sia importante fare squadra con le realtà che operano in regione per tutelare le nostre risorse, in questo caso infrastrutturali, e al contempo accompagnare la loro riorganizzazione per quando le attività torneranno a pieno regime”.

1 Commenti
acant

Mi piacerebbe capire come fa un'azienda a "consolidarsi" semplicemente perchè gli è stato concesso un prestito che dovrà restituire. Sarebbe fondamentale capire qual'è il progetto di "consolidamento" ovvero quali sono le azioni/iniziative che sono state avviate per il "consolidamento" di una società di gestione che oggi ha come principale asset/patrimonio un immenso parcheggio auoto, ma che - come aeroporto - ha perso tutto quel (poco) di attività (ovvero di voli...) che solo 10-15 anni fa aveva sebbene già allora in calo. Penso di essere uno dei cittadini/clienti friulani che di più negli ultimi 20 anni ha usato lo scalo con 2/4 voli alla settimana normalmente, ma che adesso - dopo oltre 30 anni - dovrà usare Venezia non solo per il 15-20% dei suoi voli mensili come faceva fino a Marzo di quest'anno, ma probabilmente per il 100% !

Cronaca

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori