Home / Family / Acqua, gas, luce: tutte le novità in bolletta

Acqua, gas, luce: tutte le novità in bolletta

Consumatori Attivi ci aiuta a fare chiarezza su riduzioni, rateizzazioni e proroghe per i morosi

Acqua, gas, luce: tutte le novità in bolletta

Come cambiano le bollette energetiche ai tempi del Coronavirus? Ad aiutarci a fare chiarezza è l'associazione Consumatori Attivi. "Gli appelli accorati da parte di associazioni e famiglie stanno iniziando a sortire effetti. Dopo la delibera dell'Arera n. 60/2020/R/com che stabiliva una moratoria fino al 3 aprile per tutte le procedure di sospensione di energia elettrica, gas e acqua per piccole morosità di famiglie e piccole imprese si registrano ulteriori importanti novità stante il protrarsi dell'emergenza", spiega la presidente Barbara Puschiasis.

"L'obiettivo dichiarato è quello di sostenere consumatori e imprese nelle difficoltà causate dall’isolamento personale e il conseguente blocco delle attività, unica arma contro il diffondersi della pandemia, avvalendosi anche del "conto Covid" di un miliardo e mezzo istitutito presso l'Arera. Innanzitutto i costi che dovranno essere sostenuti dagli utenti del mercato tutelato vengono ridotti per il secondo trimestre 2020:  Gas -13,5%, elettricità – 18,3%. Ciò si traduce in una riduzione della spesa per la famiglia tipo pari a 184 euro per il 2020, avendo a riferimento consumi medi di 2.700 kWh all’anno di energia elettrica e di 1.400 metri cubi annui di gas. Il motivo di tali riduzioni starebbe nel calo dei consumi a seguito del rallentamento globale dell’economia".

"L’Autorità di regolazione con i suoi primi provvedimenti ha poi operato in modo da garantire la continuità dei servizi a sostegno ai cittadini, senza compromettere la tenuta del sistema dei pagamenti tra clienti finali, fornitori e gestori di rete. Ulteriormente l'Arera ha stabilito il blocco in tutta Italia delle procedure dei distacchi per morosità fino al 13 aprile 2020. Anche per il servizio idrico, così come per l'energuia elettrica e il gas viene stabilito dunque che il gestore del servizio idrico integrato non procede alla sospensione per morosità e, nel caso abbia già eseguito una sospensione, riattiva tempestivamente la fornitura sospesa sino al 13 aprile", spiega ancora Puschiasis.

"Attesi provvedimenti da parte di molti consumatori, invece, relativi alla sospensione del pagamento delle bollette non ce ne sono ancora. La sospensione delle bollette di acqua, gas, luce e rifiuti sia prevista per le sole utenze degli 11 Comuni della “ex zona rossa” di Lombardia e Veneto fino al 30 aprile le bollette, emesse o da emettere, di acqua, luce, gas e rifiuti, con obbligo di rateizzazione automatica degli importi per il successivo pagamento".

"Segnaliamo, invece, come diverse società abbiano deciso di concedere dilazioni nei pagamenti agli utenti attraverso rateizzazioni o abbiano applicato ai piani tariffari costi di maggior favore per l'utente ad esempio in caso di tariffa bioraria applicando a tutte le 24 ore la tariffa notturna ovviamente più bassa", prosegue Puschiasis.

"Per quanto riguarda l'acqua, invece, in caso di morosità la delibera Arera 311/2019/R/idr, offre la possibilità all’utente, privato e condominio, di ottenere la dilazione dei pagamenti, se il pagamento del 50% del dovuto è effettuato subito mentre il residuo può essere pagato a rate. Per poter accedere alla dilazione è necessario che siano rispettati i termini previsti dalla delibera. Pertanto nella pratica accadrà questo: il gestore, trascorsi dieci giorni dalla scadenza della fattura, invierà un sollecito bonario all’utente. Successivamente, trascorsi 25 giorni dalla scadenza della fattura, il gestore invierà una lettera di costituzione in mora con la proposta di rateizzazione dei pagamenti oggetto di costituzione in mora e reintegro del deposito cauzionale. Dovrà essere dunque data la possibilità di offrire un piano di rateizzazione avente durata minima di 12 mesi (fatta salva la possibilità di diversa pattuizione tra le parti) riguardo sia ai pagamenti oggetto di costituzione in mora, sia al reintegro del deposito cauzionale eventualmente escusso dal gestore per la morosità".

"Importante è dunque rispettare i predetti termini da parte dell'utente al fine di poter beneficiare del pagamento dilazionato che sicuramente serve ad alleggerire il piano dei pagamenti. E' fondamentale, inoltre, predisporre un bilancio familiare nel quale devono essere inserite tutte le spese sostenute e tutte le scadenze mese per mese nonchè le entrate così da poter avere sempre sotto controllo la situazione e non rischiare di indebitarsi", conclude Puschiasis.

Consumatori Attivi continua a restare al fianco dei cittadini rispondendo alle numerosissime domande di aiuto che ci stanno arrivando agli indirizzi info@consumatoriattivi.it, al tel. 3473092244 e sui social.

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori