Home / Family / Prima casa e mutuo sospeso, ecco come fare

Prima casa e mutuo sospeso, ecco come fare

Chi ha chiesto un prestito per comprare l’abitazione, ma si trova in difficoltà economiche, a causa della pandemia può dilazionare i pagamenti anche di 18 mesi

Prima casa e mutuo sospeso, ecco come fare

Tra gli ambiti di interventi del decreto ‘Cura Italia’, c’è anche la possibilità per i titolari di un mutuo sulla prima casa, in situazioni di temporanea difficoltà di beneficiare della sospensione del pagamento delle rate fino a 18 mesi attraverso il Fondo di solidarietà Gasparrini.
MAL DAL MADON - Sappiamo tuti quanto sia importante, per gli italiani e per i friulani in particolare, la questione della prima casa e quanti pensieri possano nascere in questo periodo di estrema incertezza. Così, tra i primi interventi a sostegno delle famiglie si è deciso di permettere di sospendere il pagamento della rata per un periodo. Questa possibilità è concessa anche ai lavoratori dipendenti in cassa integrazione per un periodo di almeno 30 giorni e i lavoratori autonomi e i professionisti che abbiano subito un calo del proprio fatturato superiore al 33% rispetto al fatturato dell’ultimo trimestre 2019. Non è più richiesta la presentazione dell’Isee, è possibile beneficiare anche se si è già fruito della sospensione purché il mutuo sia in regolare ammortamento da almeno 3 mesi, ed è stato previsto che il Fondo sopporti il 50% degli interessi che maturano durante la sospensione. Inoltre, anche chi ha contratto il mutuo da meno di un anno oppure chi già si trova in ritardo con il pagamento delle rate, purchè questo ritardo non sia superiore ai 90 giorni.

I BENEFICIARI - Ma come accedere ai benefici del fondo Gasparrini? Chi è in possesso dei requisiti previsti per l’accesso al Fondo deve presentare la domanda alla banca che ha concesso il mutuo e che è tenuta a sospenderlo dietro presentazione della documentazione necessaria che viene trasmessa a Consap (società pubblica che gestisce il Fondo per conto del Ministero). Occorre fare riferimento alla modulistica che è stata aggiornata e semplificata rispetto alla precedente ed è disponibile sul sito dello stesso Mef. Sono esclusi dalla sospensione solo i mutui con agevolazioni pubbliche (come il contributo agli interessi, le garanzie o i contributi a fondo perduto) che risultino attivi alla data della presentazione della domanda. Sono invece ammissibili alle prestazioni del Fondo i mutui che hanno fruito in passato di contributi o altre agevolazioni pubbliche che, tuttavia, non sono più attivi all’atto della presentazione della domanda. Durante il periodo di sospensione gli interessi che maturano (il 50% di questi viene sostenuto dal Fondo di solidarietà) si calcolano solo sulla parte capitale residua del mutuo e si aggiungono al totale complessivo da pagare. Pertanto non c’è produzione di interessi su altri interessi.

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori