Home / Green / 'Non date da mangiare ai cervi in difficoltà'

'Non date da mangiare ai cervi in difficoltà'

E' l'appello dei Carabinieri Reparto Biodiversità di Tarvisio: "Così si mette a rischio la loro incolumità"

\u0027Non date da mangiare ai cervi in difficoltà\u0027

"Quest’inverno è stato caratterizzato da intense precipitazioni nevose, che hanno determinato un manto persistente sulla superficie forestale per molte settimane", spiegano i Carabinieri del Reparto Biodiversità di Tarvisio. "La neve è un fattore di selezione naturale, che gioca un ruolo determinante per l’ecosistema, regolando la popolazione degli ungulati e favorendo quella dei carnivori. Generalmente gli animali, in questa fase, sono indotti a scendere a valle, alla ricerca di cibo, e, inevitabilmente, si trovano a interagire, anche pericolosamente, con le aree antropizzate e le infrastrutture".

"Molti cittadini, spinti da comprensibili e apprezzabili intenti, cercano di alleviare le sofferenze degli animali allestendo dei punti di foraggiamento", spiegano i militari.

"Purtroppo questo comportamento non è corretto, perché può determinare spiacevoli conseguenze dirette e indirette. Alcuni alimenti potrebbero essere nocivi, come gli avanzi della cucina. Inoltre, questa pratica rende gli animali più confidenti verso l’uomo e mette in pericolo, oltre che l’incolumità pubblica, la loro stessa sicurezza, poiché aumenta il rischio di incidenti con automezzi o con animali domestici. I cervi potrebbero abituarsi a frequentare i fondovalle anche in periodo primaverile ed estivo, con relativi danni ad orti e giardini".

Per aiutare gli animali a superare l’inverno e a tenerli al sicuro dal contatto con gli insediamenti umani, il Reparto Carabinieri Biodiversità di Tarvisio ha, da anni, provveduto a costruire opportuni punti di foraggiamento all’interno della Foresta, dove gli animali vengono regolarmente supportati con cibo adatto alla loro fisiologia, permettendo al contempo un monitoraggio delle popolazioni, anche all’interno di progetti scientifici. "Per questa difficile stagione invernale sono stati approntati circa 25 tonnellate di fieno, in parte acquistate direttamente, in parte donati da privati", concludono i militari. "È bene pertanto prendere consapevolezza che dare da mangiare agli animali è una pratica dannosa e pericolosa per le persone e gli animali stessi".

0 Commenti
Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori