Home / Green / Consiglio comunale dei ragazzi, impegno per l'ambiente

Consiglio comunale dei ragazzi, impegno per l'ambiente

Pordenone - Grazie all’interesse e all’impegno del mondo della scuola, ogni classe aderente al progetto ha realizzato un logo per il Cc

Consiglio comunale dei ragazzi, impegno per l\u0027ambiente

Nonostante il periodo di difficoltà e le restrizioni dettate dalla pandemia, il lavoro del consiglio comunale dei ragazzi (Ccr) nell’anno scolastico 2020/2021 non si è fermato. Il Comune di Pordenone e la Cooperativa Itaca, infatti, hanno lavorato per garantire ai giovani consiglieri la possibilità di impegnarsi per la propria città, sfruttando la tecnologia e il lavoro di gruppo a distanza.

"L’amministrazione comunale si è spesa per portare avanti le riunioni e il lavoro con i ragazzi –spiega il Sindaco di Pordenone Alessandro Ciriani-, anche in questo particolare anno, in modo da far vivere il Ccr con l’ausilio degli educatori della Cooperativa Itaca".

I componenti si sono dunque riuniti in videoconferenza alla presenza dei docenti, del sindaco e del consigliere comunale e regionale Alessandro Basso. Le proposte approvate in sede mirano a sensibilizzare l’interesse dei ragazzi nei confronti dell’ambiente, del legame con il territorio e a sviluppare maggiormente la creatività, che in questi lunghi mesi di isolamento e restrizioni è stata sacrificata.


"Abbiamo posto l’attenzione sulla spiccata sensibilità dei ragazzi –sottolinea il Consigliere Basso- e sulla loro naturale capacità di coinvolgimento entusiastico nei confronti delle sfide nuove, meglio se creative e attente all’ambiente circostante".

Grazie all’interesse e all’impegno del mondo della scuola, ogni classe aderente al progetto ha realizzato un logo per il Ccr, un progetto strutturato in diverse fasi concatenate tra loro, che ha coinvolto gli studenti durante tutto l’anno scolastico, coordinato e sotto la direzione degli insegnanti.

Fondamentale è stata la collaborazione con il liceo artistico Galvani di Cordenons, che ha curato la parte formativa sulle caratteristiche di un logo efficace e la parte di digitalizzazione dei disegni nell’ottica di una proficua dinamica intergenerazionale.

Tutti gli studenti partecipanti hanno poi dato un voto di gradimento ad ogni singolo lavoro e a vincere è stato il logo realizzato dalla classe 1^C della scuola secondaria di primo grado Don Bosco. "Il logo che ha ricevuto maggior gradimento –annuncia Basso- diverrà il logo ufficiale del consiglio comunale dei ragazzi negli anni a venire. Un segnale di ripresa e rilancio, un esempio di cura e crescita".

Si torna nuovamente poi a parlare di ambiente e riciclo: in collaborazione con Gea, il consiglio comunale dei ragazzi ha organizzato l’iniziativa “Olimpiadi della plastica – Pordenone 2021”, che ha visto 5 scuole secondarie di primo grado del Comune di Pordenone (Pordenone Centro, T. Drusin, P. P. Pasolini, G. Lozer e Don Bosco) competere per la riduzione della produzione di rifiuto in plastica a scuola, migliorarne la qualità e diffondere buone pratiche.

In totale le scuole hanno ridotto il rifiuto in plastica di ben 30Kg (72Kg prodotti in due settimane canoniche e 42Kg prodotti durante le Olimpiadi della plastica) e hanno migliorato la conformità del materiale posto nei cassonetti.

Ad aggiudicarsi la vittoria è stata la scuola Don Bosco e ottimi risultati sono stati ottenuti dalla T. Drusin, ma in generale sono stati i ragazzi a vincere, dimostrando che si possono cambiare le cose se si vuole.

I consiglieri delle primarie invece, sulla scia del lavoro per la realizzazione del logo, hanno coniugato arte e riuso, realizzando una mostra online “L’arte del Riuso” (https://www.artsteps.com/view/6098e8b9a41952ba43263671?currentUser) con opere realizzate a partire da materiale destinato alla spazzatura. Nella mostra i temi privilegiati dai ragazzi sono stati la pandemia e la salvaguardia dell’ambiente.

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Family

Gli speciali

Life Style

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori