Home / Green / Gas fluorurati: siamo sulla strada giusta

Gas fluorurati: siamo sulla strada giusta

Il principale gas climalterante è l’anidride carbonica, ma non è la sola sostanza emessa dall’uomo a pesare sul bilancio energetico tra la Terra e il Sole, favorendo il cambiamento climatico

Gas fluorurati: siamo sulla strada giusta

Il principale gas climalterante è l’anidride carbonica, ma questo non è la sola sostanza emessa dall’uomo ad “entrare a gamba tesa” sul bilancio energetico tra la Terra e il Sole favorendo il cambiamento climatico. Tra queste sostanze minori, ma non per questo meno importanti, ci sono i gas fluorurati. Queste sostanze, composte da atomi di carbonio, fluoro, cloro e in alcuni casi idrogeno, sono usate in molti processi dato che hanno una bassa tossicità, una bassa infiammabilità ed un’alta stabilità termica, ma hanno anche effetti molto dannosi sullo strato di ozono nell’alta atmosfera che protegge la vita sul nostro pianeta e quindi sulle forzanti climatiche.

La riduzione nell’utilizzo di queste sostanze è iniziata nel 1996 (bando nella produzione dei clorofluorocarburi) mentre per gli idroclorofluorocarburi (HCFC) la dismissione in Europa è iniziata nel 2015 e dovrebbe completarsi entro il 2030.


Il recente rapporto 2020 dell’Agenzia Europea dell’Ambiente sull’utilizzo dei gas fluorurati ha confermato la graduale ma sistematica riduzione nelle emissioni di queste sostanze, a riprova dell’efficacia delle azioni congiunte e coordinate tra i diversi Stati quando questi coinvolgono nel processo di regolamentazione il tessuto sociale e in particolare i settori produttivi.

Quella che stiamo vincendo è solo una battaglia, e non l’intera guerra, ma è una battaglia importante in quanto indica una strada generale da percorrere.

Per chi volesse maggiori informazioni dal punto di vista legislativo, l’attuale norma di riferimento è il Regolamento Europeo 517/2014, attuato in Italia da un Decreto del Presidente della Repubblica (il numero 106 del 16/11/2018; pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 09/01/2019). Uno degli obblighi di questo regolamento è quello di istituire un registro nazionale telematico di queste sostanze che, unito a quello di tutti gli altri Stati Membri, consente di valutare l’efficacia delle azioni intraprese.

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Family

Gli speciali

Life Style

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori