Home / Green / La transizione energetica siamo noi

La transizione energetica siamo noi

Venerdì 8, nell'ambito del Festival dello Sviluppo Sostenibile, Mariangela Guidolin terrà un webinar gratuito

La transizione energetica siamo noi

Quando passeremo alle energie rinnovabili? Mariangela Guidolin, 42enne di Sacile, professoressa al Dipartimento di scienze statistiche dell'Università di Padova, propone lo webinar “La transizione energetica siamo noi” nel Festival dello Sviluppo Sostenibile. Guidolin mostrerà con la forza dei modelli matematici quanto possono essere decisive le scelte di ciascuno, un progetto ambizioso ma fondato su solidissime basi scientifiche .

Venerdì 8 ottobre dalle 17 alle 18.30 terrà su Zoom lo webinar “La transizione energetica siamo noi” nell'ambito del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2021, organizzato dall'Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), rete di organizzazioni della società civile italiana.

Per assistere al webinar, questo è il link https://unipd.zoom.us/j/83473595755?pwd=U1U5UTBQV1lwMElpNWdkcTcxVy9kUT09#success. In alternativa, cercare “La transizione energetica siamo noi” su Google.


Guidolin spiegherà, in termini accessibili anche ai non esperti, in che modo, e con quanta precisione, è possibile prevedere quanto velocemente o quanto ampiamente si diffonderanno le energie rinnovabili grazie a complessi modelli matematici.

“Sono gli stessi modelli matematici – spiega lei - che usiamo per prevedere la diffusione e la crescita di altre tecnologie, ad esempio inerenti gli smartphone. Infatti la nostra ipotesi scientifica è che sia possibile studiare la crescita delle energie rinnovabili come se fossero una tecnologia. E che quindi la loro diffusione, come quella di una particolare tecnologia, dipenda dalle scelte di consumo delle persone.

Ecco perché, quindi, Guidolin ha scelto come titolo “La transizione siamo noi”, richiamo intenzionale a “La storia siamo noi, nessuno si senta escluso” di Francesco De Gregori.

“E' un invito ad una presa di responsabilità da parte di tutti. Giustissimo dire che la politica deve muoversi e deve fare, ma questi sono cambiamenti che devono partire dal basso. Alla transizione energetica può contribuire ciascuno, con le sue scelte. Ad esempio: tutta l'attività online, tutto lo scambio di informazioni e contenuti su internet non è certo a costo zero come impatto sui consumi di energia elettrica”.

I numeri dei modelli matematici della professoressa Guidolin, oltre a evidenziare quanto ciascunbo di noi può fare per la transizione alle energie rinnovabili, però evidenziano anche come l'Italia e i cittadini italiani, in quest'ambito, non siano proprio primi della classe.

Per Guidolin, formatasi al liceo classico Flaminio di Vittorio Veneto, questo non è uno webinar come un altro, ma un'occasione preziosa di fare divulgazione su un tema che le sta davvero a cuore. Al dualismo tra petrolio e risorse rinnovabili dedicò già la sua tesi di laurea in scienze politiche, poco meno di vent'anni fa, e da allora lo ha approfondito e mantenuto al centro del suo percorso accademico.

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Family

Gli speciali

Life Style

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori