Home / Green / Luglio in Fvg, un mese caldissimo e secco

Luglio in Fvg, un mese caldissimo e secco

Il report mensile dell'Arpa evidenzia una temperatura media più alta di 2/2.5 °C. Scarsissime le piogge

Luglio in Fvg, un mese caldissimo e secco

E' disponibile online il report mensile meteo.fvg che illustra l’andamento meteoclimatico di luglio 2022 in Friuli Venezia Giulia: un mese caldissimo e secco.

La pubblicazione periodica di Arpa Fvg - Osmer che descrive in maniera dettagliata l’andamento meteoclimatico di ciascun mese (12 bollettini ogni anno) e dell’anno (bollettino aggiuntivo di riepilogo annuale), fornendo dati e informazioni tecnico-scientifiche, accompagnati comunque da un testo accessibile anche ai non addetti ai lavori.

Al resoconto delle situazioni e degli eventi meteorologici verificatisi nell’arco del mese, arricchiti dall’approfondimento di casi particolari, seguono mappe, grafici, tabelle e meteogrammi che descrivono gli andamenti delle principali grandezze meteorologiche: temperature, precipitazioni, vento, radiazione solare.

In questo numero come approfondimenti vengono esaminati i temporali del 5 e del 26 luglio. Il primo è un probabile meccanismo di generazione "cella madre-cella figlia"; il secondo è quello che resterà più impresso nelle cronache regionali in cui una probabile supercella, relativamente piccola, ha prodotto tantissimi danni da vento in una zona ben circoscritta del Pordenonese.

Dall’analisi meteoclimatica di luglio 2022 per le piogge emerge che in regione le pluviometrie mensili sono risultate più basse rispetto alla media climatica; le piogge cumulate negli ultimi 12 mesi sono inferiori al 50% o più rispetto al dato medio degli ultimi 10 anni; i cumulati mensili sono variati dai 15-50 mm della costa, ai 50-150 mm delle Alpi e Prealpi; i giorni piovosi sono stati 3-7 lungo la costa e in pianura, 7-12 in montagna.

Interessante l’analisi delle temperature: luglio si chiude in pianura con una temperatura media più alta di 2/2.5 °C rispetto al dato medio dell’ultimo decennio; anche considerando un periodo di riferimento più esteso, questo mese è stato più caldo di circa 3 °C; l’analisi dell’andamento termico mostra come il periodo dal 13 al 28 le temperature medie sono rimaste costantemente estremamente alte, facendo registrare un’ondata di calore tra le più intense in pianura, paragonabile a quella del 2015 e del 2006.

1 Commenti
Anonimo

Eh sì..abbiamo sofferto il caldo e la siccità. In questo momento è passato un bel temporale con tanto vento che ha portato via l'afa, e tanta pioggia purtroppo di breve durata. Cmq penso abbia dato una piccola mano alle campagne e anche a noi . Vedendo i campi e i prati gialli anche tanti alberi secchi fa davvero tristezza. La natura si rigenerera..ho notato che dopo la tempesta dell'anno scorso le piante date per perse hanno ricacciato con il maggior vigore opportunamente seguite ovviamente. Cerchiamo di nn ostacolare la natura ..se possibile aiutarla come il verde pubblico che purtroppo è andato perso in molti casi. Il
verde ci aiuta a mantenere le case fresche e assorbire meglio la pioggia che altrimenti scorre e va nelle caditoie se non ostacolate. secondo me sono stati sbagliati i divieti di annaffiare i orti e i giardini dove possibile ovviamente. Ora ci vorrà un po' di tempo per ripristinare almeno in parte ciò che è stato perso. Speriamo vada per il meglio emoticon intanto respiriamo emoticon

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori