Home / Green / Si allarga la marea rossa, da Grignano a Barcola

Si allarga la marea rossa, da Grignano a Barcola

Le correnti stanno portando milioni di individui di Noctiluca scintillans verso la costa. I ricercatori dell'Area Marina Protetta di Miramare monitorano il fenomeno

Si allarga la marea rossa, da Grignano a Barcola
Una marea rossa ha invaso prima Grignano, allargandosi da Muggia a Santa Croce, passando per Barcola, in provincia di Trieste. Il fenomeno è dovuto alle correnti che "stanno portando milioni di individui di Noctiluca scintillans verso costa, con una straordinaria concentrazione nel porto di Grignano" riferisce l'Area Marina Protetta di Miramare che sui social ha pubblicato le foto che vedete in questo articolo.
"Dalle osservazioni dei nostri ricercatori e dalle segnalazioni che ci stanno arrivando - spiegano gli esperti dell'Area marina -, le fioriture sono ormai diffuse in tutto il Golfo, da Punta Sottile a Punta Sdobba".
Già nei giorni scorsi si era verificato un fenomeno simile, legato alla Noctiluca, che i ricercatori hanno tenuto costantemente monitorato.
"La Noctiluca scintillans è una microrganismo unicellulare appartenente al gruppo dei Dinoflagellati e la sua concentrazione può dare origine a questi bloom tipici del periodo primaverile - spiegano -, quando l’aumento delle temperature del mare favorisce il proliferare degli organismi planctonici algali come Noctiluca. La sua peculiarità è proprio la bioluminescenza dovuta all’enzima luciferasi il quale, in seguito ad uno stimolo esterno, porta al rilascio di energia sotto forma di radiazione luminosa".
 
Rischi legati alla sua presenza in mare? "La specie non produce tossine - specificano dall'Area Marina Protetta di Miramare -, ma accumula ammoniaca che può rilasciare nell’acqua, con effetti tossici in presenza di bloom importanti, per pesci e altri animali marini".
Un fenomeno, insomma, che i ricercatori di Miramare continuano a monitorare, così come quello dei bloom di meduse Polmone di mare, che anche oggi danno spettacolo difronte al Molo Audace.
Articoli correlati
Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori