Home / Gusto / Ad Azzano Decimo la 71esima Giornata del Ringraziamento

Ad Azzano Decimo la 71esima Giornata del Ringraziamento

La messa celebrata dal Vescovo monsignor Pellegrini si è caratterizzata dall’offertorio dei prodotti della terra

Ad Azzano Decimo la 71esima Giornata del Ringraziamento

La 71esima giornata provinciale del Ringraziamento è stata ospitata dal comune di Azzano Decimo. La messa concelebrata dal Vescovo monsignor Giuseppe Pellegrini con il parroco don Aldo Moras si è caratterizzata dall’offertorio dei prodotti della terra e da un cesto che ha riguardato la cultura e cioè tutte quelle iniziative che Coldiretti propone e sostiene sul territorio a livello formativo ed educativo.

Il Vescovo nell’omelia ha fatto un richiamo al dovere di rispettare, coltivare e lavorare la terra, “che –ha detto- è madre generosa di nutrimento e ricchezza per tutta l’umanità”. Dopo la celebrazione eucaristica gli interventi. In rappresentanza delle istituzioni erano presenti i consiglieri regionali, Giampaolo Bidoli, Maurizio Capozzella, Tiziano Centis, Chiara Da Giau e Alfonso Singh, il sindaco di Azzano Putto Marco e numerosi rappresentanti delle amministrazioni comunali del mandamento.

Per Coldiretti oltre a numerosi dirigenti del territorio il vice presidente Marco De Munari e il direttore Antonio Bertolla. Quest’ultimo ha sottolineato il valore che il Ringraziamento rappresenta per il mondo agricolo, il legame con il territorio, ma con un rapporto moderno e rivolto con attenzione verso l’ambiente, la sostenibilità con un necessario rapporto di collaborazione con le comunità locali.

Il sindaco Putto ha parlato di rispetto di un settore fondamentale come quello primario: “Gli imprenditori agricoli nel momento di emergenza hanno dimostrato la loro capacità di mettere a disposizione cibo. Tutti i giorni –ha continuato- ci dimostrano la capacità di gestire il territorio. Con loro e le nostre comunità – ha concluso - dobbiamo lavorare per dare risposte ai bisogni che sotto l’aspetto della sicurezza alimentare e ambientale sono fondamentali”.

Le conclusioni di De Munari per Coldiretti su due punti dei temi del Ringraziamo di quest’anno: gli animali e il lavoro. “Tutta l’agricoltura – ha affermato De Munari - e quindi anche l’allevamento, è impegnata per facilitare un percorso verso la transazione ecologica e la mitigazione dei cambiamenti climatici. Noi siamo avvantaggiati in questo progetto perché l’agricoltura italiana è già di gran lunga la più sostenibile e i nostri prodotti sono i più sicuri al mondo, c’è però tanta strada da fare, insieme alle nostre comunità sul territorio”.

Per concludere De Munari una battuta sulle fake news: “Salviamoci anche dalla falsa comunicazione! in questi giorni è iniziata una campagna di promozione della carne sintetica, fatta in laboratorio, come soluzione alla fame, al rispetto per gli animali, al consumo dell’acqua eccetera – noi siamo contrari - perché chi la promuove sono in pochi e potenti”.

Al termine è seguita la benedizione dei mezzi agricoli. Una colonna di trattori che ha che ha sfilato difronte al Vescovo alle autorità e ai tanti cittadini che sono intervenuti per la ricorrenza.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori