Home / Gusto / Al via la 46esima Sagra delle Patate di Godia

Al via la 46esima Sagra delle Patate di Godia

Taglio del nastro per l'atteso appuntamento udinese, che si svilupperà su due weekend

Al via la 46esima Sagra delle Patate di Godia

Inaugurazione ufficiale per la 46esima Sagra delle Patate di Godia, tra gli appuntamenti più attesi del fine estate udinese. Numerose le autorità locali intervenute, dalla Regione fino alla circoscrizione.

"Sono orgoglioso di aver inaugurato questa Sagra - ha affermato il vicesindaco di Udine, Loris Michelini -, unica nel Comune. E gli organizzatori hanno il merito di aver fatto crescere un evento importante per il lustro che dà alle frazioni di Godia e Beivars, di cui l'amministrazione comunale va fiera".

"Già la prima serata lascia presagire che questa manifestazione, che valorizza un'eccellenza del territorio come la patata di Godia, sarà un grande successo - gli ha fatto eco l'assessore comunale alle attività produttive, Maurizio Franz -. Ci auguriamo che questo sia di buon auspicio per Friuli Doc, che riteniamo darà grandi soddisfazioni a tutti i partecipanti. Un grande grazie va agli organizzatori della Sagra, un momento di aggregazione importante dal punto di vista sociale".

"È un grande piacere partecipare a questo evento - ha confermato, in rappresentanza della Regione, il consigliere Edy Morandini -. Ci auguriamo che, dopo due anni di pandemia, si possa ora riprendere il normale corso degli eventi: e la Sagra di Godia ha il grande merito di non essersi mai fermata davanti al Covid, cosa che rende onore alle capacità organizzative dei volontari. E sono certo che questo avrà di nuovo il giusto riconoscimento da parte del pubblico".

"Questa Sagra è un esempio di solidarietà tra generazioni, cosa che nelle realtà volontaristiche oggi è difficile trovare - ha aggiunto il consigliere comunale Alessandro Venanzi -: si osserva infatti non solo il ricambio generazionale, ma anche il fatto che le diverse generazioni si impegnano fianco a fianco. E questo, da residente a Godia, mi fa enormemente piacere".

Fino alla sera di domenica 28 sarà possibile degustare le già note specialità a base di patate – dagli gnocchi al frico – e carni alla griglia, con alcune significative novità.

Fanno infatti il loro ingresso nel menù gli gnocchi al formadi frant – formaggio tipico regionale tutelato come Presidio Slow Food – e i bomboloni dolci di patate – sorta di frittelle. “Siamo entusiasti di offrire qualcosa di nuovo – spiegano gli organizzatori –, sempre fedeli alla filosofia per cui l’essenza della Sagra e dei suoi prodotti rimane la stessa, ma cercando di essere creativi all’interno di questa tradizione”.

La Sagra di Godia vi aspetta dunque per il primo weekend dal 26 al 28 agosto, a partire dalle 18 del venerdì e del sabato, dalle 11 della domenica (cucina chiusa dalle 16 alle 17); per ritornare poi con un lungo weekend la settimana successiva, da giovedì 1 a domenica 4 settembre – quando andrà in scena anche il cartellone musicale.

Tutte le informazioni sono disponibili su www.sagradigodia.it e sulla pagina Facebook e Instagram– da seguire anche per rimanere aggiornati sulle novità, e per scoprire alcune divertenti curiosità sulla Sagra.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori