Home / Gusto / Antonio Follador di Pordenone alla semifinale di Panettone World Championship

Antonio Follador di Pordenone alla semifinale di Panettone World Championship

Antonio Follador di Pordenone alla semifinale di Panettone World Championship

Il titolare dell’omonimo forno è l’unico lievitista friulano impegnato nella competizione in programma venerdì 22 ottobre a Parma

Nel gotha dei Maestri della lievitazione e della pasticceria internazionale, Antonio Follador è l’unico friulano che raggiunge la fase finale della competizione che omaggia il lievitato italiano più famoso al mondo. Trentacinque artigiani di fama nazionale e internazionale si sfidano per decretare il migliore panettone tradizionale artigianale: fra questi, Antonio Follador, appunto, impegnato nella semifinale di Panettone World Championship, in programma venerdì 22 ottobre all’ALMA - La Scuola Internazionale di Cucina Italiana, a Parma.

I primi venti classificati avranno accesso, poi, alla finale che si svolgerà domenica 24 ottobre ad Host Milano 2021.

La competizione, alla sua seconda edizione, è organizzata dall’Accademia dei Maestri del Lievito Madre e del Panettone Italiano; a partecipare sono i migliori panificatori e pasticceri, provenienti dall’Italia e dal mondo, con l’obiettivo di diffondere la cultura dell’eccellenza del panettone artigianale mettendo a confronto le diverse esperienze di chi produce questo dolce a partire dalla scelta del lievito madre fresco, ingrediente fondamentale e comune denominatore delle preparazioni in gara.


Sempre più italiani, scelgono il panettone artigianale: la crescita delle vendite, in un mercato che vale 26.8 mila tonnellate e 216.9 milioni di euro, prosegue arrivando a coprire il 55% del valore del comparto e assestandosi a 118.5 milioni di euro rispetto al panettone industriale, come dimostra la ricerca Nielsen commissionata da CSM Ingredients e che analizza la recente campagna di Natale 2020.

La cultura del panettone artigianale negli ultimi anni si sta sempre più affermando. I clienti sanno riconoscere un buon panettone e danno sempre più valore agli ingredienti di qualità e alla lavorazione artigianale. Per questo sono felice di far parte dell’Accademia dei Maestri del Lievito Madre e del Panettone Italiano. Condividiamo con tutti i meastri che ne fanno parte, gli stessi valori e tutti insieme cerchiamo di diffonderli in Italia e nel mondo. Sono molto felice di essere arrivato in semifinale al Panettone World Championship, è già motivo di grande vanto confrontarmi con alcuni dei professionisti più affermati in questo settore. Nasco come fornaio e il panettone è più mestiere da pasticceri. Ma io mi sono innamorato subito di questo dolce, perché se fatto bene è in grado di evocare l’atmosfera calda del Natale e quei ricordi che ognuno di noi conserva di questa festa”, racconta Antonio Follador.

Esperienza, lievito madre naturale, selezione delle materie prime e varietà di farciture: sono questi gli ingredienti dei grandi lievitati di Antonio Follador che utilizza metodi di lavorazione artigianale insieme alle più recenti soluzioni dell’innovazione tecnologica. Il panettone firmato Forno Follador nasce da una lunga lievitazione e da una lavorazione di oltre 48 ore, è soffice, con una bella alveolatura e profuma di burro, vaniglia e frutta.

Forno Follador nasce nel 1968 a Prata di Pordenone; a Pordenone oggi hanno sede un laboratorio di 1.200mq e i tre punti vendita (Lo Spaccio, Il Posto, La Bottega). Grazie alla ricerca d’avanguardia sulla tecnologia applicata alla panificazione, Follador è punto di riferimento per il settore Ho.re.ca e ha uno shop online (www.panificiofollador.it/shop-online/).

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori