Home / Gusto / Cda, il caffè solidale sostiene quattro onlus

Cda, il caffè solidale sostiene quattro onlus

Nel 2019 le adesioni al progetto sono state un migliaio, per un risultato che si traduce in 2000 euro

Cda, il caffè solidale sostiene quattro onlus

Sono stati consegnati il 4 febbraio, nella sede della Cda a Talmassons, i proventi della raccolta del progetto di fundraising “Caffè Solidale” promosso da Cattelan Distributori Automatici. Beneficiarie quattro onlus del Friuli Venezia Giulia impegnate per supportare bambini e giovani affetti da malattie oncologiche o altri gravi patologie. Sono “Il sorriso di Giulia” di Palazzolo del Friuli, la sezione regionale di “ORSA Organizzazione Sindrome di Angelman”, il Comitato “Amici di Federico” di Villa Vicentina e la “La casa di Joy” di Udine.

Nel 2019 le adesioni al progetto, che si realizza per il quarto anno consecutivo, sono state un migliaio, con una crescita rispetto al 2018. Un risultato che si traduce in 2000 euro effettivamente donati dall'azienda che ha raddoppiato con fondi propri la cifra raccolta, destinando poi 500 euro a beneficio di ciascuna onlus. Ispirandosi alla consuetudine napoletana del caffè sospeso, ossia pagare una tazza di caffè a chi non può permetterselo, la Cda ha voluto estendere questa azione di solidarietà dal bar ai propri distributori automatici. Chi lo desidera può, infatti, prendersi un caffè alla maggiorazione di 10 centesimi trasformando un  gesto quotidiano in un dono.

"Con questa edizione - commenta il ceo di Cda Fabrizio Cattelan – oltre che una donazione che può sembrare simbolica visto l'importo relativo di ogni assegno, desideriamo dare visibilità a realtà associative che svolgono un fondamentale ruolo di supporto a bambini, ragazzi e alle famiglie del territorio che si trovano a vivere percorsi difficili. Una scelta condivisa con i miei collaboratori: è insieme a loro che è stata definita la rosa delle onlus secondo una sensibilità verso l'impegno e la responsabilità sociale condivisa al nostro interno".

Erano presenti i referenti delle quattro onlus: Francesco Olivo per “Il Sorriso di Giulia”, Ferruccio Pin per “ORSA”, Valentino Listuzzi per “Gli Amici di Federico” e Andrea Papa per “La casa di Joy”. Concordi nel sottolineare il valore dell’iniziativa e quanto sia importante la visibilità che ne può derivare, utile per far arrivare il messaggio di solidarietà al maggior numero di persone possibili.

"Per il prossimo anno – conclude Cattelan - ci concentreremo su un unico beneficiario che abbiamo già identificato: la sarà la Lilt, Lega italiana per la lotta ai tumori, nella sua sezione locale di Udine ed è per questo che la consegna delle donazioni avviene oggi 4 febbraio, giornata mondiale della lotta contro il cancro".

Se la solidarietà è il motore di Caffè Solidale e del microdono, progetto nato da un'idea dall'associazione no profit Animaimpresa che in Friuli Venezia Giulia promuove e diffonde la Responsabilità Sociale d'Impresa, lo caratterizza anche la trasparenza perché il destinatario (o i destinatari come nel caso della raccolta effettuata nel 2019) sono identificati e noti già ad avvio di ogni edizione.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori