Home / Gusto / Dall'Ungheria per studiare Gusti di Frontiera

Dall'Ungheria per studiare Gusti di Frontiera

Il primo cittadino di Zalaegerszeg, con una numerosa delegazione, è stato accolto in Municipio dal sindaco Ziberna e a San Floriano dal presidente Zanin

Dall\u0027Ungheria per studiare Gusti di Frontiera

Non è un mistero che Gusti di frontiera attragga gente da tutta l'Europa e l'ultima edizione appena conclusa, la prima post Covid, non solo ha confermato il grande appeal popolare internazionale dell'evento ma ha anche messo in luce un forte interesse verso il format.

A esprimerlo, in particolare, è stato Balaicz Zoltan, sindaco del Comune di Zalaegerszeg, gemellata con Gorizia, che, insieme a una folta delegazione ha partecipato alla manifestazione ed è stato ricevuto in municipio dal sindaco, Rodolfo Ziberna, con il consigliere comunale Roberto Sartori e Fabio Gentile che ha avuto un ruolo importante e ce l'ha ancora nei rapporti fra le due città.

Un legame, quello fra Gorizia e Zalaegerszeg, nato diversi anni fa e sfociato nel gemellaggio che le ha ulteriormente unite con continui contatti che non sono venuti meno neppure durante la pandemia.

Anche per questo, l'incontro in Municipio, cui era presente anche l'ex referente della segreteria dei sindaci, Doriana Bregant, è stato improntato a grande cordialità, con uno scambio di doni e la consegna da parte di Ziberna a Zoltan della maglietta di Gusti di frontiera.

Il sindaco di Zalaegerszeg ha espresso grande apprezzamento per Gorizia e per Gusti di frontiera "un evento che ci piace molto - ha rimarcato- che vogliamo capire meglio per trarre degli spunti da sviluppare nelle manifestazioni che si svolgono anche nella nostra città".

Ziberna, nel ricordare il legame fra Gorizia e Zalaegerszeg ha assicurato che "ci sarà sicuramente un coinvolgimento della città ungherese nell'ambito della Capitale europea della cultura, come con le altre città gemellate perchè è anche attraverso questi legami che si aiuta a far crescere l'Europa dei popoli".

Nel corso dell'incontro un ringraziamento è stato espresso a Fabio Gentile per la sua attività di collegamento fra le due città, un'attività che, nei mesi scorsi, gli è valso un importante riconoscimento da parte del Comune di Zalaegerszeg. E' stato citato anche Maurizio Gualdi , presidente dello Sci club Monte Calvario, da più di 10 anni anima del gemellaggio ed impareggiabile organizzatore di scambi culturali e di visite di goriziani a Zalaegerszeg, dove, recentemente. ha partecipato a un festival gastronomico ricevendo una menzione speciale per i piatti proposti a partire dal gulash di cinghiale di chef Stefano Sfiligoi.

La delegazione ungherese ha quindi fatto visita alla Cantina Korsic di Giasbana, a San Floriano del Collio, dove sono stati accompagnati da Gentile, Sartori e Gualdi e accolti, oltre che dal titolare dell'azienda, Fabjan Korsic, anche dal presidente del consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, Pier Mauro Zanin, e dall'assessore del Comune di Gorizia, Luca Cagliari.

"E' stato un grande piacere davvero passare qualche ora con la delegazione di Zalaegerszeg- ha rimarcato Fabio Gentile-, insieme a persone con cui, nel corso degli anni abbiamo stretto un rapporto di grande e vera amicizia. Gente generosa che a Zalaegerszeg ci riceve sempre con grande affetto, innamorati di Gorizia, come noi lo siamo della cittadina ungherese e pronti a collaborare su qualsiasi cosa. Un rapporto che deve essere coltivato e valorizzato nell'interesse di entrambe le città".

Nella foto (Comune di Gorizia), la delegazione ungherese insieme al sindaco Ziberna in Municipio

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori