Home / Gusto / Formaggi friulani protagonisti a Caseus

Formaggi friulani protagonisti a Caseus

Sabato 1 e domenica 2 ottobre appuntamento a Villa Contarini, a Piazzola sul Brenta

Formaggi friulani protagonisti a Caseus

Ritorna con una veste internazionale Caseus grazie alla rinnovata offerta che triplica i percorsi e porta a Villa Contarini i migliori formaggi veneti, friulani, italiani e internazionali con un totale di 511 formaggi iscritti all’evento. La XVIII edizione di Caseus promossa dalla Regione del Veneto e realizzata con la regia di Aprolav (Associazione Regionale Produttori Latte del Veneto) e la collaborazione di tutti i Consorzi di tutela dei formaggi Dop del Veneto si terrà sabato 1 e domenica 2 ottobre a Villa Contarini di Piazzola sul Brenta.

Tra le decine di degustazioni rivolte al pubblico anche 8 appuntamenti dedicati unicamente alle specialità friulane come Frico e Montasio DOP, a quest’ultimo è dedicato proprio uno spazio dal titolo Una dop, due regioni dove, su prenotazione, sarà possibile conoscere meglio i territori di produzione e i loro sapori con quattro appuntamenti sabato 1° ottobre (ore 12.00, 12.45, 14.00, 17.00) e tre domenica 2 ottobre (ore 11.00, 13.00, 16.00). Appuntamento invece alle 12:30 di domenica con Frico e Polenta in collaborazione con Associazione Gruppo Amici de la Nostra Famiglia di Sterpo e Gruppo tutela antica polenta di Fauglis.

Sempre il Friuli Venezia-Giulia sarà tra le regioni che parteciperanno al 4° Concorso dei Formaggi di Fattoria con 33 prodotti caseari presentati da 14 caseifici. Si terranno sabato 1° ottobre, dalle 9:30, le premiazioni dei prodotti più meritevoli.

Tante le novità dell’edizione 2022 con tre percorsi ben distinti che guideranno i visitatori: Caseus Veneti (dedicato ai formaggi regionali), Caseus Italiae (dedicato ai formaggi italiani, con produzioni anche da Sicilia e Sardegna) e Caseus Mundi (che per la prima volta ospita una selezione di produttori internazionali con prodotti caseari provenienti da Grecia, Slovacchia, Polonia, Germania, Ungheria e Ucraina.

Fittissimo il calendario di incontri gratuiti tra consumatori, produttori, consorzi di tutela e poi chef, pizzaioli e cuochi contadini che esalteranno le piccole produzioni locali e le grandi denominazioni Dop della Regione: Grana Padano, Asiago, Casatella Trevigiana, Provolone Valpadana, Monte Veronese, Piave, Montasio e Mozzarella Stg. Una settantina le degustazioni durante le due giornate, tra le novità anche la pizza napoletana di Luciano Sorbillo e uno spazio interamente dedicato all’Arte contemporanea del formaggio, coordinato da Alberto Marcomini, grande conoscitore dei formaggi e delle loro qualità.

Non mancheranno, inoltre, il mercatino dei prodotti tipici da tutta Italia, il mercatino dei caseifici e delle PPL del Veneto. Una kermesse del gusto che fa rete con numerose produzioni tipiche valorizzate dalla rete locale di Alì supermercati. Tante, infine, le occasioni di divertimento anche per i più piccoli come la Fattoria di Italialleva in collaborazione con Ara Veneto.

Ritornano anche le degustazioni al buio, anche in questo caso 6 appuntamenti realizzati in collaborazione con Fondazione Lucia Guderzo che guiderà i visitatori in un’esperienza davvero singolare. Avrà uno scopo solidale anche Forme di solidarietà padiglione dove, ad un prezzo simbolico, verranno vendute le forme di formaggio inviate per il concorso destinando il ricavato della vendita a Life Inside onlus, Città della Speranza e Fondazione Lucia Guderzo.

Imperdibile anche Caseus Mundi il percorso che ospiterà una selezione di produttori internazionali con prodotti caseari provenienti da Grecia, Slovacchia, Polonia, Germania, Ungheria e Ucraina. Proprio alla Grecia sarà dedicato un padiglione che offrirà l’occasione a tutti di degustare i formaggi tipici di questo Paese che verranno proposti in abbinamento ai vini del Consorzio Prosecco DOC.

Ad anticipare la manifestazione, la cena solidale che si terrà giovedì 29 settembre all’Agriturismo La Penisola a Campo San Martino (PD) il cui ricavato sarà devoluto alla Città della Speranza (Info e prenotazioni: segreteria@caseusitaly.it). Tante anche le iniziative che nel corso della kermesse dedicheranno l’attenzione anche alla Fondazione Lucia Guderzo e Life InsideOnlus.

E non mancherà il Workshop internazionale, dedicato agli operatori del settore, dal titolo “Le strategie di adattamento degli allevatori da latte italiani ed europei alle crisi climatiche ed economiche del nuovo millennio” che anticiperà l’evento e si terrà alle 8:30 venerdì 30 settembre presso Villa Contarini.

Caseus conferma, dunque, il proprio ruolo di riferimento nella promozione di una cultura casearia di qualità; per questo l’edizione 2022 rinnova per tutto il programma l’ingresso gratuito.

Per altre info www.caseusitaly.it

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori