Home / Gusto / Gusti di Frontiera entra nel vivo

Gusti di Frontiera entra nel vivo

La pioggia delle prime due giornate non ha fermato la festa, che sabato e domenica vivrà i due giorni clou

Gusti di Frontiera entra nel vivo

Dire che la pioggia non ha fermato Gusti di Frontiera può apparire forse una banalità, eppure è stato così: gli scrosci che sono caduti ripetutamente su Gorizia nella giornata di venerdì non hanno fermato i visitatori, che hanno affollato soprattutto nel tardo pomeriggio e in serata il centro cittadino, desiderosi di rivivere lo spirito della kermesse enogastronomica più grande del Triveneto.

Nei momenti in cui pioveva sono ovviamente risultati più popolati i chioschi con una copertura per tavoli e panche, ma nel complesso il via vai è stato continuo. Del resto è impossibile resistere alle leccornie dei cinque continenti proposti dagli oltre 320 stand disposti nei borghi geografici in cui è stato suddiviso il cuore goriziano, dalle carni alla griglia americane alle speziate pietanze orientali, dai sapori particolari della cucina africana tra bamboo e cocco alle curiosità di quella australiana, passando per le colonne portanti della manifestazione, come i Balcani con la pljeskavica, la Francia con i suoi formaggi o l’Austria con le wienerschnitzel.

Per non parlare dei dolci, con i kurtos ungheresi, da sempre circondati da avventori in paziente attesa, i coccoretti belgi, le mini crepes olandesi o i waffel. In tanti hanno approfittato poi dei cocktail e delle birre artigianali o aromatizzate per un brindisi, per concludere assaggiando il gin espressamente dedicato a Gusti di Frontiera proposto in piazza Vittoria. Enogastronomia internazionale quindi, ma tanto spazio anche alle specialità locali e regionali. Gli stand dedicati alle tante varianti della cucina della penisola sono stati apprezzati anche per la possibilità di acquistare prelibatezze da asporto, tra focacce, salumi e formaggi. In piazza Sant’Antonio, la piazza del Gusto, tanti visitatori sono andati per saperne di più sui presidi regionali di Slow Food e sulle altre eccellenze del territorio, come Ribolla gialla, Rosa di Gorizia e lavanda, approfittando di degustazioni e approfondimenti.

Tra oggi, sabato 1 ottobre, e domani, domenica 2, la festa entrerà nel vivo, confidando anche nel sostegno del tempo, che secondo le previsioni dovrebbe finalmente stabilizzarsi. I bus navetta gratuiti di Apt faranno la spola verso l’area della kermesse dai parcheggi scambiatori della Sdag e del PalaBigot oggi dalle 17 alle 3 e domani dalle 11 a mezzanotte, mentre dalla stazione ferroviaria oggi dalle 17 alle 2 e domani dalle 11 a mezzanotte.

E' operativo anche il trenino transfrontaliero tra via Mameli e via Erjavceva a Nova Gorica, dalle 11 a mezzanotte sia oggi che domani. Gli stand saranno aperti oggi fino alle 3, domani dalle 10 a mezzanotte. Gusti di Frontiera è organizzato dal Comune di Gorizia, grazie al fondamentale supporto finanziario della Regione. Determinanti la collaborazione di Apt e Trenitalia e la vicinanza di Cciaa Venezia Giulia, Fondazione Carigo e Ascom. Fra gli sponsor anche la Cassa Rurale Fvg.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori