Home / Gusto / Importanti riconoscimenti per l'azienda Komjanc

Importanti riconoscimenti per l'azienda Komjanc

Tre medaglie d'argento ai Decanter World Wine Awards. Un successo che si deve anche all'enologo Gianni Menotti

Importanti riconoscimenti per l\u0027azienda Komjanc

Sono stati annunciati ufficialmente i risultati dei Decanter World Wine Awards 2022, il concorso enologico più grande e influente al mondo, che ha premiato anche quest’anno i vini dell’azienda Komjanc Alessio di Giasbana, a San Floriano del Collio.

Il successo dei Decanter World Wine Awards si basa sul rigoroso processo di valutazione da parte di una giuria internazionale, che seleziona i migliori vini a livello mondiale. Fra 18.244 vini degustati, provenienti da 54 paesi, la regione Friuli Venezia Giulia ha raggiunto ottimi risultati.

Alessio Komjanc si distingue fra le aziende del Collio, con tre medaglie d’argento conferite rispettivamente a tre vini Doc Collio: il Pinot Bianco 2020, il Sauvignon 2020 - entrambi già insigniti del prestigioso premio The Winehunter Awards, del riconoscimento Fallstaf Digital Tasting 2021 e vini Top secondo The WineSurf, la guida online di Carlo Macchi - e il Collio Bianco “Bratje” 2020, uno dei prodotti più rappresentativi della produzione aziendale, a prova della qualità dei blend bianchi del Collio.

Tanti riconoscimenti e successo per i vini dell’annata 2020 di Komjanc, che sono stati inseriti, inoltre, nelle più importanti guide di settore, a partire dalla Guida Vini d'Italia 2022 di Gambero Rosso, una delle più autorevoli nell’ambito dell'enologia italiana, giunta alla sua 35esima edizione, che ha premiato con i “2 bicchieri rossi” due etichette Komjanc: il Pinot Bianco 2020 e il Malvasia 2020 e ha confermato, anche grazie alla consulenza del noto enologo Gianni Menotti, il balzo qualitativo registrato nelle ultime annate di tutti gli altri bianchi Collio, come lo Chardonnay, il Friulano, il Pinot Grigio, la Ribolla Gialla, il Sauvignon, tutti 2020, e il Collio Bianco Bratje 2019.

Quest’ultimo premiato anche con le “3 viti” della Guida Vitae AIS 2022 (assieme al Pinot Bianco, al Sauvignon, al Chardonnay, al Friulano e al Pinot Grigio), oltre ad essere presente nell’edizione 2022 di Slow Wine, la guida al vino italiano che ogni anno seleziona le migliori cantine e le più interessanti bottiglie del panorama enologico nazionale, come pure nella Guida essenziale Ai vini d’Italia 2022 di Doctor Wine by Daniele Cernilli.

Infine, anche le guide Prosit 2022 dell’Onav e Vinibuoni d’Italia 2022 premiano i bianchi 2020 firmati Komjanc, a conferma dell’eccellenza di questi vini, espressione di un territorio unico, che nascono dalla cura e dell’impegno della numerosa famiglia Komjanc, i cui vini furono premiati già nel 1888, unita dai valori della tradizione, sempre con uno sguardo rivolto al futuro.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori