Home / Gusto / IoSonoFvg esempio di sostenibilità

IoSonoFvg esempio di sostenibilità

Il marchio è stato presentato alla tappa di Udine del Salone della Responsabilità sociale d’Imprese e dell’innovazione sociale

IoSonoFvg esempio di sostenibilità

Il Giro d’Italia del Salone della Responsabilità sociale d’Imprese e dell’innovazione sociale, realizzata in collaborazione con Animaimpresa e l'Università, che ha appena fatto tappa a Udine, ha avuto come argomento “Bioeconomia e Agrifood responsabile per il territorio” e ha visto, tra i diversi interventi, anche quello di Pierpaolo Rovere, direttore del cluster Agrifood Fvg.

Infatti, l’agenzia è impegnata fin dalla sua nascita nella promozione della sostenibilità, partendo dal settore primario e, attraverso le diverse filiere, fino ad arrivare al consumatore finale. E seguendo proprio questa filosofia è nato il progetto di marchio collettivo regionale “IoSonoFvg”, che sta iniziando a diffondersi sugli scaffali dei negozi grazie all’adesione già di un’ottantina di produttori.

“Il progetto – ha spiegato Rovere - unisce territorialità a sostenibilità, quindi è in linea con l’Agenda 2030 dell’Unione Europea, e al tempo stesso intende creare lavoro e valore in Friuli Venezia Giulia anche per contrastare le conseguenze della crisi sanitaria ed economica generata dalla pandemica”.

Rovere ha, poi, sottolineato un altro aspetto più pratico, ma molto apprezzato dalle imprese, oltre al fatto che tutte le procedure di adesione e concessione del marchio vengono fatte esclusivamente in via digitale, quindi con un taglio netto alla burocrazia. Infatti, vera e propria innovazione è che il regolamento per l’uso del marchio nasce già integrato con tutta quella serie di verifiche e controlli che altre agenzie regionali svolgono sull’attività delle aziende, che quindi non devono subire ulteriori oneri.

“Anche questo è un modo innovativo per restituire valore alle imprese che già subiscono i controlli della pubblica amministrazione” ha concluso Rovere.

“Salute, corretta alimentazione, qualità della vita sono argomenti centrali quando si parla di sviluppo sostenibile", ha segnalato Francesco Marangon, delegato del rettore dell’Università di Udine per il Settore della Sostenibilità. "Il tema della bioeconomia si sposa bene con i principi della sostenibilità e in particolare con il concetto di circolarità, tutti aspetti che richiedono una affidabile certificazione per un settore agroalimentare responsabile per il territorio, che può trovare un valido supporto proprio nel marchio collettivo regionale IoSonoFvg”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori