Home / Gusto / L'Amaro del Capo si beve l'antica distilleria Mangilli

L'Amaro del Capo si beve l'antica distilleria Mangilli

Attiva dall'Ottocento, l'azienda di Talmassons è stata acquisita dal gruppo calabrese Caffo

L\u0027Amaro del Capo si beve l\u0027antica distilleria Mangilli

Passa di mano l'antica distilleria Mangilli, di Flumignano di Talmassons. A rilevare l'azienda, fondata dai Marchesi Mangilli a fine Ottocento e oggi denominata "Mangilli - Cantine e Distillerie Friulane", nota per l'assortimento di grappe e vini friulani, è il gruppo calabrese Caffo, conosciuto soprattutto per il suo prodotto di punta, l'Amaro del Capo.

Caffo è già presente in Friuli con la distilleria Friulia. L'annuncio è stato dato in coincidenza con Vinitaly, dove Caffo presenterà due novità: la grappa Furlanina, 42 gradi, in versione "gentile" (grappa giovane) ed invecchiata in fusti di legni diversi, e la Grappa Mitica Mangilli in due versioni: Friulana tradizionale a 50 gradi e Mitica riserva Stravecchia Barricata in rovere.

"Questa strategia rientra nella storia delle acquisizioni del gruppo - afferma l'amministratore dell'azienda, Nuccio Caffo - da sempre impegnato a sostenere e preservare la tradizione liquoristica e distillatoria 'made in Italy' come nel caso del Borsci San Marzano e più recentemente dell'amaro di Santa Maria al Monte".

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori