Home / Gusto / Mense scolastiche, a Udine nuove cucine

Mense scolastiche, a Udine nuove cucine

Serviranno i plessi delle primarie Garzoni - Montessori e dell'istituto Dante

Mense scolastiche, a Udine nuove cucine

Questa mattina si è tenuta la cerimonia d'inaugurazione delle nuove cucine allestite nello storico edificio che ospita le scuole primarie Garzoni - Montessori e Dante. Presenti, tra gli altri, il Sindaco Pietro Fontanini, i dirigenti del II e del III Istituto Comprensivo, l’assessore all’istruzione Elisabetta Marioni, il vicesindaco e assessore all’Edilizia Pubblica Loris Michelini e tutti gli attori coinvolti.

Si è trattato di un momento di grande soddisfazione per un traguardo atteso dalle famiglie, dai bambini e dai docenti che potranno passare dalla tipologia di pasto C, confezionato in vaschetta, al pasto B plus, con il primo cucinato in loco e il secondo veicolato dal centro cottura della ditta Camst, situato in viale Palmanova a Udine.

Un salto di qualità fortemente voluto dal Sindaco Fontanini e dall’Amministrazione, che hanno accolto le richieste dei genitori, riuniti in associazione, e dei docenti della Primaria Garzoni-Montessori approvate nel 2021 dal Consiglio di Istituto del II Comprensivo, allora guidato dalla Dirigente Maria Elisabetta Giannuzzi.

Il progetto di allestimento della cucina ha riguardato anche la primaria “Dante” situata al piano terra dell’edificio.

Il lavoro per la predisposizione delle due cucine (una al piano terra e l’altra al primo piano dei plessi Montessori e Dante), con un costo complessivo di 90mila euro, compreso l’arredamento, è stato coordinato dagli architetti Bosco e Strassoldo dell’Ufficio Infrastrutture diretto dall’ingegner Pesamosca, con la collaborazione degli Uffici Scuelis e Ristorazione (Servizio Istruzione) e della tecnologa alimentare Piussi.

“Con questo intervento - ha spiegato il Sindaco Fontanini - abbiamo voluto dare una risposta alle richieste dei genitori di dotare di due cucine interne questa struttura che ospita due istituti tra i più gettonati della città per la particolare formula educativa proposta. Ma i lavori che abbiamo inaugurato sono solo l’inizio perché nei prossimi mesi andremo a effettuare lavori di ristrutturazione e adeguamento antisismico per cinque milioni di euro finanziati dalla Regione. Il mio grazie va oggi ai nuovi dirigenti, cui do il benvenuto della città, e ai genitori perché è grazie alla loro attenzione e alla loro collaborazione con i nostri uffici che è stato possibile realizzare questa importante opera”.

Il Sindaco ha quindi incontrato i bambini di una classe terza e, ascoltati i loro desideri, ha promesso loro uno scivolo che nei prossimi mesi verrà collocato nel cortile della scuola.

“Un bel risultato - ha commentato con soddisfazione l’Assessore all’istruzione Elisabetta Marioni, che ha seguito personalmente la realizzazione del progetto. Sono centosettantotto - ha proseguito - i bambini delle due scuole iscritti al servizio di ristorazione, a cui saranno serviti pasti caratterizzati da migliori proprietà organolettiche rispetto a quelli della tipologia C, perché in parte cucinati sul posto. Un altro aspetto positivo è poi la diminuzione del volume dei rifiuti, con un minore impatto ambientale, per l’eliminazione delle bottigliette dell’acqua minerale in plastica, sostituite dalle brocche”.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori