Home / Gusto / Nuovo presidio Slow Food a Sappada

Nuovo presidio Slow Food a Sappada

Il Saurschotte, formaggio antico della tradizione locale, conquista l’ambito riconoscimento

Nuovo presidio Slow Food a Sappada

Novità dal mondo agro-alimentare di Sappada. Il Saurschotte, formaggio antico della tradizione locale, infatti, è diventato il 19esimo presidio Slow Food del Friuli Venezia Giulia. Sarà presentato nel noto ristorante Baita Mondschein nella località montana alla presenza di autorità e addetti ai lavori.

L'annuncio dell'ambito traguardo giunge all'avvio della stagione estiva della località, il cui appeal turistico è strettamente legato alla gastronomia. Promotrice dell’iniziativa è la latteria locale Plodar Kelder, le cui titolari Marta e Sara hanno da subito creduto in questo prodotto della tradizione. "Puntare sulle eccellenze e sulle tipicità è la strada giusta per la crescita. Sappada ha gli strumenti per garantire un forte appeal turistico" ha commentato la notizia l'assessore regionale alle attività produttive Sergio Emidio Bini.

"Tutto è nato qualche anno fa, quando Marta e io, abbiamo deciso di produrlo in latteria", dichiara Sara Piller Roner che spiega come sono giunte al prestigioso presidio. "Con l'aiuto di numerosi sappadini tra cui Marcella Benedetti, che ci ha fornito descrizioni dettagliate su come veniva prodotto una volta nelle case, abbiamo iniziato a costruire la ricetta per produrre un formaggio simile a quello casalingo. Vari sono stati i tentativi e oggi abbiamo un disciplinare di produzione e un presidio”.

“Mentre noi c’impegnavamo per produrla, un gruppo di compaesani, tra i quali Max Pachner e Roberto Brovedani (entrambi scomparsi di recente, ndr), si muovevano affinché il Saurschotte diventasse anche uno strumento per la tutela dell'identità e per la promozione del territorio. Dopo vari tentativi, siamo giunti oggi a un disciplinare e a un presidio”, precisa ancora Sara Piller Roner.

Soddisfazione è stata espressa anche dall’assessore al turismo Silvio Fauner: “Sappada è terra di campioni anche per questa le nostre eccellenze nell’agro-alimentare e nella gastronomia. Mi congratulo con Sara e Marta per la tenacia con cui hanno portato avanti questo progetto: sono state premiate per il loro impegno con un prestigioso riconoscimento che va a beneficio di tutta la località”.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori