Home / Il Friuli / Il Friuli in edicola, 22 luglio 2016

Il Friuli in edicola, 22 luglio 2016

Se il tuo vicino ha bisogno di te. Coesione sociale: la nuova sfida, tra volontariato e solidarietà spontanea

Il Friuli in edicola, 22 luglio 2016

Spese - Le famiglie friulane tagliano il necessario - Il budget familiare mensile è calato dell’1,1 per cento, diminuendo di circa una trentina di euro. La deflazione non c’entra: il calo della spesa supera quello dei prezzi.
L’Italia continua a consumare di più, ma il Friuli Venezia Giulia, come gran parte il Nordest, chiude i cordoni della borsa. I dati dell’Istat diffusi nelle scorse settimane sui consumi delle famiglie nel 2015 hanno destato un cauto ottimismo. In generale, nel Belpaese la spesa mensile è cresciuta i quasi mezzo punto percentuale. Bene, si è detto, si ricomincia spendere. Ma se guardiamo i dati più da vicino e stringiamo l’obiettivo sulla nostra regione, l’ottimismo si tramuta in pessimismo.
Leggi il resto nel numero in edicola

I bambini parlano a disegni - Anche gli scarabocchi dei più piccoli sono uno strumento per esprimere emozioni, gioie, ma anche paure. L’esperta Francesca Bertoli dà una bussola a mamme e papà, insegnanti e semplici interessati
Per un genitore, il disegno del proprio bambino è sempre un capolavoro. Dagli scarabocchi dei primi mesi, ai primi personaggi o animaletti non c’è niente di più meraviglioso. Pochi adulti, però, conoscono il significato di quei segni, le emozioni che racchiudono o le paure che nascondono.
Leggi il resto nel numero in edicola

Risiko, la partita è iniziata - Sono cominciate le ‘grandi manovre’ il vista delle Regionali e delle Comunali a Udine nel 2018. Le mosse dei tre poli.
Dopo la sconfitta elettorale, il dibattito nel Pd sale di tono ed è stato il senatore triestino Francesco Russo ad accendere la miccia, chiedendo le dimissioni della segretaria regionale Antonella Grim e intimando alla governatrice Debora Serracchiani di predire il proprio futuro. La ‘sparata’ sembrerebbe innocua, ma non lo è.
Leggi il resto nel numero in edicola

Nuovo corso: l’agenda del nuovo sindaco di Latisana - I temi sul tappeto - Salvaguardia dell’ospedale, sicurezza del Tagliamento, viabilità da mettere a posto e rapporti con il territorio. Sono i fronti principali sui quali Daniele Galizio ha cominciato a lavorare subito dopo la sua elezione.
A Latisana un sindaco progressista guida il municipio dopo decenni di dominio incontrastato dei conservatori. Daniele Galizio riuscito in questa non facile impresa pur se con uno scarto piuttosto limitato rispetto agli avversari, spiega in quale maniera intende dare un’impronta diversa al modo di amministrare rispetto all’amministrazione precedente.
Leggi il resto nel numero in edicola

Udine: arrivati in città tremila richiedenti asilo da inizio anno - Dal 2013 sono giunti 4.500 migranti, ma l’onda si è concentrata negli ultimi 7 mesi. Percorsi d’inclusioni possibili solo per meno della metà di queste persone.
Nell’arco di meno di sette mesi, vale a dire dall’inizio del 2016, a Udine sono arrivati circa 3mila richiedenti asilo, in media 14 al giorno. Se si conta che dal 2013 a oggi nel capoluogo friulano ne sono passati 4.500, è facile immaginare quale sia il carico che la città ha dovuto sopportare in questi mesi. A dare queste cifre è l’assessore ai Diritti e all’Inclusione sociale di palazzo D’Aronco, Antonella Nonino.
Leggi il resto nel numero in edicola

Andrea Cabibbo: “Svolta anche in Consiglio: non mi limiterò al campanello” - Parla il nuovo presidente dell’assemblea comunale: “Basta interventi fiume e lungaggini, questa non è una vetrina politica. Maggioranza e opposizione spero si tendano la mano”.
Dopo dieci anni da consigliere di opposizione, è passato dall’altra parte. E non in un ruolo qualsiasi. Andrea Cabibbo, coordinatore cittadino di Forza Italia, avvocato, siederà sullo scranno di presidente del Consiglio comunale. E’ stato eletto nella prima assise del 21 luglio, spinto dai 23 voti della maggioranza.
Leggi il resto nel numero in edicola

L’archeologia? E’ viva - Settima edizione per l’Aquileia Film Festival tra proiezioni di pellicole a tema storico e la partecipazione di studiosi, scrittori e grandi divulgatori scientifici.
L’archeologia e la stretta attualità si intrecciano naturalmente ad Aquileia, città sospesa tra il passato e la ricerca di un ruolo che sappia trasferire nel presente non solo le vestigia dei tempi antichi, ma anche e soprattutto la sua eredità. Parlare del tempo contemporaneo ricordando le storie di ieri e dell’altro ieri è al centro anche della settima edizione dell’Aquileia Film Festival, organizzato dalla Fondazione Aquileia in collaborazione con la Rassegna Internazionale del cinema archeologico di Rovereto.
Leggi il resto nel numero in edicola

Quando il gioco si fa duro è l’ora del Metal - Iron Maiden a Trieste, Anthrax a Majano: è il momento del lato ‘duro’ della musica, con due nomi che sono una garanzia per gli appassionati, da decenni
Passano gli anni, le mode nascono e muoiono sempre più velocemente, la musica è frantumata in centinaia di micro-generi che, presi singolarmente, non hanno nessun ‘peso’, né resisteranno alla polvere del tempo. L’unica certezza, o quasi, è il metal. La musica ‘hard & heavy’, viva e vitale da oltre quattro decenni, tra crisi solo temporanee e ben più consistenti momenti di ‘boom’, resta ai primi posti tra i generi più apprezzati da un pubblico trasversale. Soprattutto in regione, dove da sempre esiste uno ‘zoccolo duro’, attivo tuttora più sopra e sotto i palchi che sui social.

Leggi il resto nel numero in edicola

Come l’anno scorso - L’estate 2016 assomiglia molto a quella passata, in casa Udinese: stessi problemi irrisolti e scelte simili non solo sul piano tecnico, nonostante i proclami di ‘rivoluzione’ espressi alla fine del campionato.
Udine, estate 2015. Dopo varie incertezze, parte il ritiro cittadino dell’Udinese, con Colantuono allenatore. Allan, già dato in partenza, si aggrega al ritiro, salvo poi partire direzione Napoli. La questione stadio anima la piazza, divisa tra chi vuole la Dacia e chi no. Il mercato in entrata non decolla, e questo aumenta il malumore e frena la campagna abbonamenti.
Leggi il resto nel numero in edicola

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Business

Green

Life Style

Gli speciali

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori