Home / Il Friuli / Il Friuli in edicola, venerdì 19 luglio 2019

Il Friuli in edicola, venerdì 19 luglio 2019

Il Friuli in edicola, venerdì 19 luglio 2019

Morandi 2 evitato! - Un ponte in Friuli è stato realizzato con materiale troppo fragile. Per fortuna i costruttori si sono accorti in tempo, ma ora forse la struttura è tutta da rifare

Friuli: evitato un Morandi 2, sotto il ponte una bomba a orologeria - La struttura sul Torre è stata realizzata con tubi difettosi. E così ora si rischia di doverlo rifare. Il cantiere aveva già subito uno stop di alcuni mesi per il fallimento di una delle ditte appaltatrici
Se non ci fosse stato quell’imprevisto, nessuno se ne sarebbe accorto e in Friuli ci saremmo trovati un potenziale ponte Morandi 2 a rischio di crollo. La struttura incriminata è ancora in fase di realizzazione: di tra del nuovo ponte sul Torre della strada ex provinciale 50 Palmanova-Manzano, in comune di Chiopris Viscone. L’intervento di inserisce nella riqualificazione del collegamento tra il casello autostradale di Palmanova e il distretto della sedia, affidato all’autorità commissariale per l’emergenza dell’A4.
Leggi il resto nel numero in edicola

L’alcol preoccupa più di eroina e cannabis - Friuli occidentale. Il primo passo verso la dipendenza da sostanze illegali si fa in casa bevendo alcolici e tale tipo di consumo da parte dei giovani è sottovalutato da tutti
La banda composta da tre giovani del Friuli occidentale che spacciavano eroina anche in una scuola superiore di Pordenone ha lasciato il segno. Già, perché il traffico che le tre ragazze, tutte con un’età compresa tra i 19 e i 20 anni, avevano messo in atto dall’inizio dell’anno, riuscendo a vendere circa due chilogrammi di stupefacente in sei mesi, era rivolto per lo più a giovani loro coetanei e anche a diciassettenni, quindi a minori. I carabinieri che nelle settimane scorse hanno sgominato la banda hanno individuato circa una ventina di ragazzi che facevano uso dell’eroina, anche con una certa frequenza.
Leggi il resto nel numero in edicola

Guarda (e senti) che Luna - 20 luglio 1969 - Cinquant’anni dopo lo sbarco, 50 proposte di letteratura, musica, cinema e Tv dedicate al nostro satellite, oggetto per secoli di sogni
e illusioni. Tra fake news, fantascienza e realtà, anche il Friuli guarda le stelle
Lanciata il 16 luglio 1969 dal Kennedy Space Center, il 20 luglio di 50 anni fa l’Apollo 11 portò per la prima volta l’uomo sulla luna, per la precisione gli astronauti Neil Armstrong e Buzz Aldrin (il pilota Michael Collins rimase in orbita), alle 20:17 (per noi, due ore dopo). Alle 2:56 il primo lasciò l’iconica impronta dello stivale sul suolo lunare, cancellò secoli di sogni e illusioni sul satellite e diede il via alla bufala più diffusa, quella della ‘finta’ missione lunare, girata in studio nientemeno che dal regista Stanley Kubrick! Cinquant’anni dopo, tra fake news e complottisti, abbiamo scelto la via ‘poetica’: 50 proposte legate al sogno, per trovare la voglia di emozionarsi ancora, come dall’alba dell’uomo, guardando le stelle. Rispettando il proverbio cinese secondo cui “quando il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito…”.
Leggi il resto nel numero in edicola

Le ‘nuove’ terme debuttano ad agosto - Lignano. Quasi completata l’ultima opera di ristrutturazione: il parco acquatico vista mare. Investimento totale di 6,5 milioni
Cominciato lo scorso anno con l’apertura del Centro Mességué, la ristrutturazione delle Terme di Riviera continua con la realizzazione del parco termale: tre piscine a cielo aperto e fronte mare dotate di acqua geotermica a 34 e 36 gradi animeranno la stagione estiva della riviera friulana. Si tratta di un investimento pari a 6,5 milioni di euro. Iniziati a ottobre 2018, i lavori sono in pieno svolgimento e dovrebbero terminare per inizio agosto, data in cui è prevista l’inaugurazione ufficiale.
Leggi il resto nel numero in edicola

Maier, la fotografa misteriosa - L’Erpac dedica una mostra al Magazzino delle Idee di Trieste a un vero ‘caso’: l’antesignana della ‘street photography’, scoperta per caso poco prima della morte
La sua vita è stata avvolta nel mistero fin dopo la morte. Come lo scrittore J.D. Salinger, sparito dalla circolazione dopo il capolavoro Il giovane Salinger, o meglio, come la poetessa Emily Dickinson, che scrisse le sue poesie senza mai pubblicarle, la fotografa Vivian Maier (New York, 1926–Chicago, 2009) è stata un’antesignana della cosiddetta street photography, anche se della sua attività artistica si è saputo ben poco fino alla sua scomparsa, 10 anni fa.
Leggi il resto nel numero in edicola

Vietati ai maggiori di 25 anni - Achille Lauro atteso al Castello di Udine, dopo essere stato la rivelazione di Sanremo, per una serata dedicate alle sonorità hip-hop e trap più amate dai giovani e con milioni di ‘views’
I figli non dovrebbero ascoltare la stessa musica dei genitori, e viceversa. Le più grandi rivoluzioni musicali – il rock & roll, il punk, il rap – escludevano per principio e nettamente chiunque avesse più di 20-25 anni. Chi ha conosciuto Achille Lauro all’ultimo Festival di Sanremo (peraltro, il più ‘giovane’ di sempre, a memoria) forse ha colto il ‘gap’, e un’occhiata a uno dei suoi video da milioni di views, come Thoiry, può aiutare a capire che anche stavolta c’è un ‘prima’ e un ‘dopo’.
Leggi il resto nel numero in edicola

Artisti lungo la via Julia Augusta - Il progetto. Nico Pepe e Arearea assieme per una ‘carovana’ di spettacoli da Zuglio ad Aquileia
Un moderno Carro di Tespi che intreccia teatro-danza e musica, accompagnando gli spettatori lungo il percorso della Iulia Augusta nel 2200° anniversario della fondazione della città romana di Aquileia. Quanto dista il mare? è il progetto (vincitore del bando regionale) firmato da Claudio De Maglio per la Nico Pepe di Udine: una carovana artistica con un cast molto ampio,  formato dai  giovani attori della Civica accademia d’arte drammatica e della compagnia di danza Arearea, guidati da Roberto Cocconi.
Leggi il resto nel numero in edicola

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori