Home / Il Friuli / Il Friuli in edicola, venerdì 3 maggio 2019

Il Friuli in edicola, venerdì 3 maggio 2019

Lavorare? No, grazie - Storie di giovani friulani fannulloni e scansafatiche. E' meglio correre subito ai ripari, dalla famiglia alla scuola! Ecco come...

Il Friuli in edicola, venerdì 3 maggio 2019

Lavorare costa troppa fatica - Fannulloni. Nella nostra regione il lavoro non manca, ma, come spiegano gli esperti intervistati, i giovani non hanno voglia d’impegnarsi e non sono responsabili. E la colpa è anche di mamma e papà...
Glp, realtà friulana al vertice mondiale degli studi che si occupano di proprietà intellettuale, è tra le prime cinque aziende italiane del settore. Inutile dire che possono sperare di entrare a far parte di questo mondo soltanto i migliori tra diplomati e laureati. Eppure...
Leggi il resto nel numero in edicola

Record negativo under 35 - In Friuli Venezia Giulia, mancano nuovi giovani imprenditori
Nuovi, perché i ‘vecchi’ sono nati nell’impresa, quella di famiglia, messa in piedi dai genitori e prima ancora dai i nonni.  Secondo gli ultimi dati di Unioncamere, nella nostra regione le imprese giovanili al 30 giugno 2018 sono, infatti, 7.089 . Le nuove imprese registrate nel secondo trimestre dello scorso anno soltanto 246.
Leggi il resto nel numero in edicola

Quelli che il confine lo ignorano - Un’arca chiamata Friuli: orsi, lupi, lontre e sciacalli  
La nostra regione sta registrando l’arrivo di nuove specie o il ritorno di quelle un tempo scomparse. Resta incerta la sorte della lince, mentre i segnali sono buoni per lupo, lontra e sciacallo
A giudicare dall’arrivo di nuove specie o dal ritorno di quelle che già popolavano la regione, possiamo dire che rispetto a soltanto una cinquantina di anni orsono il nostro ambiente è cambiato in meglio.
Leggi il resto nel numero in edicola

L’arma segreta per la vita nei quartieri - Pordenone. La riattivazione dei mercati rionali sono fonte di vitalità e convivenza sociale. Dopo il successo di Torre, il Comune pensa di replicare il format, a partire da Villanova
Per l’estate in città, e quindi ravvivare e rendere più gradevole la permanenza nel capoluogo durante la bella stagione, Pordenone punta non soltanto sui corsi centrali, ma anche sui quartieri di Torre e Villanova. Ad affermarlo è l’assessore comunale al Commercio, Emanuele Loperfido, a margine della presentazione della convenzione ‘Patto per Pordenone’, che aiuterà concretamente i locali pubblici a mettere in regola l’arredo esterno.
Leggi il resto nel numero in edicola

Quando le friulane portavano i pantaloni - Angelo Floramo racconta l’evoluzione della condizione femminile in regione; l’appuntamento tra gli eventi collaterali della mostra per i 170 anni de ‘Il Friuli’
La battaglia dei sessi alla friulana ha un esito che contraddice molti dei luoghi comuni sul tema. Per esempio, le nostre ave spesso non si sentivano in inferiorità rispetto ai maschi, perché stimate e consapevoli delle proprie responsabilità. A provare a delineare il ritratto delle donne friulane è Angelo Floramo, insegnante, intellettuale, scrittore che venerdì 3 alle 17.30 alla Galleria Modotti di Udine animerà il dibattito “Giovani, creative e ribelli: le donne friulane” nell’ambito della mostra per i 170 della testata “Il Friuli”.
Leggi il resto nel numero in edicola

La Fondazione ‘Bon’ punta  sui giovani - Il caso. I locali degli edifici storici sono stati rinnovati per accogliere una vera e propria ‘città dellìarte e della musica, che parte dal primo Centro per l’infanzia artistico-musicale in Italia
Nel 2017 ha festeggiato un doppio traguardo: i 120 anni dalla nascita della Fondazione e 25 dalla rinascita post-terremoto del Teatro ‘Luigi Bon’ di Colugna, un gioiellino da 200 posti con tanto di ‘Medaglia del Presidente della Repubblica’. Reso possibile dall’amore di un bancario di fine ‘800, Luigi Bon, per il teatro (e per la sua futura moglie, prima recitante della filodrammatica), il piccolo teatro ha raggiunto negli anni grandi risultati.
Leggi il resto nel numero in edicola

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori