Home / Il Friuli / Il Friuli in edicola 28 ottobre 2016

Il Friuli in edicola 28 ottobre 2016

Più multe per tutti - Lignano, Castions di Strada e Porcia hanno il record delle contravvenzioni

Il Friuli in edicola 28 ottobre 2016

Multe: ecco i Comuni più severi della regione - Il sito Openbilanci.it ha stilato la classifica di tutta Italia: in vetta alla lista del Fvg c’è Lignano, che dalla polizia locale ha incamerato 63 euro per residente
La polizia locale è un’importante voce nei bilanci comunali, specie se si considerano le entrate. Già, perché nella somma versata dai vigili urbani nelle casse municipali, oltre al resto, ci sono le multe comminate dagli agenti per le trasgressioni al codice della strada, dal divieto di sosta all’eccesso di velocità. Ma quali sono i Comuni più severi della nostra Regione? A dircelo è il sito openbilanci.it, che raccoglie i bilanci consuntivi e previsionali degli enti territoriali di tutto il Belpaese.
Leggi il resto nel numero in edicola

Counseling: non è mai troppo presto - Per crescere bene, fin da piccoli è importante conoscere se stessi. Così è anche possibile affrontare problemi come il bullismo
Non è mai troppo tardi per conoscere se stessi, esplorare il proprio potenziale e crescere in modo consapevole. Cominciare a 30 anni compiuti, però, quando il percorso di studi è già stato completato e si è già inseriti nel mondo del lavoro è più complicato. Il carattere si è già formato e le barriere si sono già alzate.
Leggi il resto nel numero in edicola

Il nuovo isee fa impazzire un friulano su quattro - In un anno, da quando sono entrate in vigore le novità sull’indicatore economico delle famiglie, nella nostra regione il 25% dei residenti ha presentato il modulo che fotografa la situazione patrimoniale
A quasi due anni dall’entrata in vigore del nuovo modello Isee (indicatore della situazione economica equivalente) il Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha monitorato la situazione, delineando le caratteristiche di chi presenta il modulo.
Leggi il resto nel numero in edicola

Ospedale: lavori e tempi sotto controllo - Medici, infermieri, dirigenti e amministratori vigileranno sull’opera. Ascoltando i cittadini
Non un cane da guardia, ma di certo una sentinella. La Consulta che vigilerà sui lavori, i tempi e i costi del nuovo ospedale di Pordenone, è diventata realtà. Voluta dal sindaco Alessandro Ciriani e dall’assessore Pietro Tropeano, ha messo assieme una serie di qualificati addetti ai lavori del mondo della sanità pordenonese per tutelare la salute dei cittadini.
Leggi il resto nel numero in edicola

Basta attese, il ponte sul Colvera sarà aperto - La struttura è stata realizzata e pagata con fondi pubblici, ma è inutilizzata da anni. Ora sono stati appaltati i lavori per la ciclopedonale da Fratta alla via dei Fabbri
Il caso del ponte senza sbocco sul Colvera, costato 380 mila euro - tutti soldi pubblici di Regione e Comune di Maniago - potrebbe finalmente trovare una soluzione. Dopo anni nei quali la struttura, causa la presenza di una recinzione che richiamava a una proprietà privata (ma il terreno era demaniale), era rimasta inutilizzata. Insomma, da una parte si entrava ma non si arrivava a nulla: la strada era sbarrata. Ora la situazione sta cambiando.
Leggi il resto nel numero in edicola

Unesco, il Collio ‘ruba’ i segreti alle Langhe - Una delegazione a lezione in Piemonte per carpire i segreti del Monferrato. Ma bisogna evitare doppioni
Il Collio-Brda stringe un’alleanza con il Monferrato sulla strada che porta al riconoscimento quale Patrimonio dell’Unesco. E’ stata un’esperienza interessante e proficua, la visita della delegazione isontina ad Asti per partecipare, nei giorni scorsi a ‘Colline d’Europa, Monferrato e Collio-Brda’, la tre giorni di incontri, conferenze e degustazioni che si è svolta nell’ambito di una collaborazione tra Piemonte, Friuli Venezia Giulia e Slovenia finalizzata a sviluppare promozione turistica e buone pratiche nel campo dell’agricoltura biologica e dell’organizzazione di eventi.
Leggi il resto nel numero in edicola

Provincia violenta - Due musicisti-scrittori friulani raccontano il lato oscuro di questa terra: Rocco Burtone e gli anni ‘60 in ‘Nessun colpevole’, Elvis Fior e un mondo ‘attraverso lo specchio’ in ‘Magico Alverman’
Spilimbergo, anni ’60. La vita di una tranquilla cittadina di provincia è turbata dal suicidio sospetto di una giovane attrice, che solo grazie all’operato di un trio a dir poco originale di ‘investigatori’ – un carabiniere-poeta e due ragazzini – sarà risolto, tanti anni dopo. Se con ‘Canzone del disordine’ Rocco Burtone aveva raccontato la gioia e le aspirazioni di una generazione, quella cresciuta nell’utopia degli anni ‘70 vista dalla provincia, con ‘Nessun colpevole’ (ed. Gaspari), che avrebbe potuto titolare anche ‘nessun innocente’, realizza una sorta di ‘prequel’.
Leggi il resto nel numero in edicola

Il futuro che abbiamo immaginato - Trieste Science+Fiction Festival trasforma il capoluogo regionale in capitale mondiale della fantascienza
I mondi del fantastico, quelli che abbiamo immaginato, atteso, sognato o temuto, sono protagonisti della 16a edizione del ‘Trieste Science+Fiction Festival’. Organizzata da La Cappella Underground, dal 1° al 6 novembre, la rassegna conferma il capoluogo regionale come città della scienza e della fantascienza, con un’esplorazione a 360 gradi dei mondi del fantastico attraverso tv, new media, musica, fumetto e soprattutto cinema, con anteprime nazionali e mondiali, in tre sezioni competitive che ospitano filmaker da tutto il mondo.
Leggi il resto nel numero in edicola

Sogno ‘proibito’, la A a 18 squadre - Carlo Tavecchio vorrebbe cambiare, ma non può: la riduzione della massima categoria italiana è troppo difficile da attuare e pare destinata a rimanere pura utopia. Per nostra fortuna.
Tavecchio chiama, la Lega non risponde. Arroccata nella difesa dello status quo, cioè del bancomat dei diritti televisivi. La riduzione a 18 squadre, in realtà, spaventa soprattutto le provinciali come l’Udinese, disposte ad accettarla solo se compensata da una riduzione delle retrocessioni: troppe se restassero 3 come adesso, più digeribili se il numero scendesse a 2.
Leggi il resto nel numero in edicola

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori