Home / Il Friuli / Il Friuli in edicola, 5 giugno 2015

Il Friuli in edicola, 5 giugno 2015

Otto mosse contro le truffe - A casa propria, per strada, al telefono: sono quotidiani i casi di raggiri, soprattutto alle persone più deboli come gli anziani. Ecco i consigli per smascherarli

Il Friuli in edicola, 5 giugno 2015

Paesi fantasma, restano le case non gli uomini - Pochi collegamenti e scarse possibilità economiche: così alcune frazioni della montagna non ospitano più anima viva
Difficoltà di collegamenti con il ‘mondo’, poche speranze di lavoro e il terremoto del 1976. Sono queste le principali cause che hanno portato all’abbandono di alcuni paesi del Friuli, che oggi rivivono solo attraverso qualche sporadica iniziativa. Tutti in montagna. Ognuno con una storia da raccontare.
Leggi il resto nel numero in edicola

Truffatori in agguato: le  mosse per non farsi fregare - Nonostante la ‘tregua’ dei primi mesi dell’anno, imbroglioni e avventurieri sono sempre pronti a entrare in azione. Ecco come riconoscerli e come sventare i raggiri

L’identikit è piuttosto semplice: il truffatore quasi sempre si presenta come una persona con modi garbati, mediamente colta, educata, distinta nell’abbigliamento. Ecco come riesce a carpire la fiducia dell’interlocutore, soprattutto se si tratta di un anziano. A quel punto scatta la trappola: con le chiacchiere, le buone maniere e  con un’offerta che pare imperdibile, il truffatore convince il malcapitato a consegnargli una certa somma che, ovviamente, intascherà senza mai corrispondere il bene che è stato “acquistato”.
Leggi il resto nel numero in edicola

Riapriamo dove gli altri chiudono - L’esperienza contro corrente di Stefano Adami, alla guida di una piccola cooperativa di Villa Santina, che sta rilanciando i negozi di prossimità nei piccoli paesi, puntando però anche su servizi innovativi e sul rapporto umano
In direzione ostinata e contraria. Viene in mente il titolo dell’antologia musicale dedicata a Fabrizio De André mentre Stefano Adami, presidente della Cooperativa Indotto Carnia di Villa Santina, ci spiega come mai stia riaprendo nei piccoli paesi i negozi di prossimità e quali siano le strategie per farli sopravvivere.
Leggi il resto nel numero in edicola

Tutti gli uomini della presidente - Il Pd nazionale ‘cambia verso’, ma nei consensi. I riflessi del voto nel Fvg e i ‘nodi’ che il partito e la Serracchiani dovranno affrontare nel prossimo futuro
L’‘invincibile armata della rottamazione’ pare essersi fermata in Veneto e in Liguria. Vero che il Pd governa 16 regioni su 20, ma le elezioni del 31 maggio mostrano un dato netto, oltre al dilagare dell’astensionismo: la spinta che aveva portato Matteo Renzi a guadagnare il 40 per cento alle Europee 2014 pare essersi esaurita. Se sarà solo uno ‘stop and go’ o l’inizio di un declino repentino lo dirà solo il tempo. Queste però rischiano di essere le ultime consultazioni di un certo rilievo da qui al 2018 e non sembrano regalare al premier una grande stabilità per il resto della legislatura. Le prove di forza nel nome di un consenso plebiscitario ora saranno più difficili da attuare, sia nei confronti del dissenso interno, sia di un’opposizione che appare rilanciarsi.
Leggi il resto nel numero in edicola

Casa: il mercato torna a crescere - Nel 2014, il volume delle compravendite è salito in regione dell’1,1 per cento: da noi sono stati spesi 35 milioni in più. Boom dei prestiti per comperare l’abitazione: più 8,3 per cento
Il mercato della casa in Friuli Venezia Giulia riprende quota. A certificare la crescita delle compravendite è il Rapporto dell’Osservatorio del mercato immobiliare e dell’Abi, che fotografa le dinamiche del settore nel 2014. Per la prima volta dall’inizio della crisi economica, il numero delle transazioni è cresciuto rispetto all’anno precedente, nello specifico dell’1,1 per cento, anche se siamo ancora ben lontani dai volumi di qualche tempo fa.
Leggi il resto nel numero in edicola

Banda larga: i Comuni nel futuro e quelli rimasti nella preistoria - Quasi un municipio su tre non ha a disposizione l’Adsl e in 46 località friulane meno della metà della popolazione può navigare a una velocità accettabile. Montagna, Valli del Natisone e alcuni centri della pianura le zone in maggiore sofferenza
Accesso a Internet: in Fvg nel 32 per cento dei Comuni non arriva l’Adsl e nel 21 per cento dei municipi meno della metà della popolazione può accedere alla rete attraverso la rete telefonica o il wireless. Sono i dati della Infratel (www.infratelitalia.it), società del ministero dello Sviluppo economico e attuatore dei Piani banda larga e ultra larga del Governo.
Leggi il resto nel numero in edicola

La città svelata nei racconti di 100 giovani udinesi - Si chiude con questo numero la rubrica AttitUdine, che in due anni e mezzo ha raccolto le testimonianze di tanti ragazzi del capoluogo friulano, dando loro voce. Un ‘ritratto’ a puntate che ne ha mostrato i lati positivi e negativi
Dopo cento interviste in due anni e mezzo, ‘AttitUdine’ giunge alla sua conclusione. La rubrica (l’ultima puntata è pubblicata qui a fianco) era nata, nel marzo 2013, per raccogliere le opinioni di ragazze e ragazzi sulla vita notturna e, più in generale, sull’aggregazione giovanile in Friuli. Nel corso del tempo, intervista dopo intervista, i temi che sono stati affrontati sono andati ben oltre le semplici serate udinesi. Sono state raccontate le storie di chi si è trasferito nel capoluogo friulano, per studio o per lavoro. E di chi è stato costretto ad andarsene da qui. Per gli stessi motivi.
Leggi il resto nel numero in edicola

Ripartiamo dal ‘nuovo’ castello - Colloredo - Dopo le difficoltà dello scorso anno, Tasi in calo e nuovi lavori, ma il sindaco Ovan pensa a come rilanciare il centro collinare facendo leva sulla rinascita del maniero che fu dei Nievo
E’ un buon momento per Colloredo di Monte Albano, dopo i mesi difficili causati dal Patto di stabilità e dal passaggio di consegne in municipio.
“Quest’anno – spiega il sindaco Luca Ovan -  riusciremo finalmente a far ripartire alcuni interventi molto attesi e, al tempo stesso, potrò anche diminuire la pressione fiscale, dopo che lo scorso anno avevo dovuto introdurre la Tasi al 2 per cento (sarà ridotta allo 0.9% nel 2015) per far fronte ai problemi legati agli arretrati del servizio rifiuti e all’extragettito Imu ".
Leggi il resto nel numero in edicola

I debiti sono in caduta libera - Campoformido - Il bilancio di previsione per il 2015, presentato ai cittadini dal sindaco Monica Bertolini, prevede nuovi tagli ai costi, ma nessun aumento delle tasse locali, mentre l’esposizione del municipio continua a scendere
Tre anni orribili per i Comuni con la Via crucis che pare dover continuare tra Patto di stabilità, tagli dei tarsferimenti, extragettito Imu e avvento delle nuove regole per la redazione del bilancio.
Leggi il resto nel numero in edicola

Cantiere infinito, aziende in fuga - Pordenone - Capannoni vuoti in serie, ditte che traslocano, pochi coraggiosi che resistono. La strada che collega il capoluogo ad Azzano Decimo, un tempo asse industriale, oggi langue
In fondo alla strada, sul confine con Azzano Decimo, c’è un cantiere aperto da anni. Lungo la via, la carreggiata si restringe, obbligando auto, camion e perfino biciclette (già, perché la ciclabile ampia e dritta si interrompe bruscamente) a sgomitare per un pezzetto di asfalto.
Leggi il resto nel numero in edicola

Non è un Paese per festival - Come nel resto d’Italia, anche in Fvg le rassegne estive sono entrate in crisi, spesso per mancanza di fondi pubblici e privati. Il caso Homepage: “Costretti a una versione itinerante per colpa della Regione”
I tempi delle vacche grasse sono finiti. Da qualche anno, la casella delle presenze ai concerti estivi in regione – fino al 2009-2010 una delle più attive in Italia – si sta svuotando. Non mancano solo i grandi eventi, quelli da 30-40 mila presenze al colpo, ma anche lo zoccolo duro dei festival, vuoi per l’assenza di sponsor pubblici e privati, vuoi per scelte extra-musicali, come dimostra il caso del Rototom Sunsplash.
Leggi il resto nel numero in edicola

IN QUESTO NUMERO IL MENSILE DI SATIRA ‘MATARAN’ - Uno sguardo graffiante sull’attualità regionale

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori