Home / Il Friuli / Il Friuli in edicola, venerdì 11 ottobre 2019

Il Friuli in edicola, venerdì 11 ottobre 2019

Il Friuli in edicola, venerdì 11 ottobre 2019

Poliziotti nel mirino - Mancano rinforzi, turni massacranti, gli agenti hanno un'età molto alta, le dotazioni personali sono inadeguate...

Il cibo di strada piace sempre di più - Take away. Nonostante il boom del food delivery, il cibo a domicilio, il settore della ristorazione ‘prendi e porta a casa’ continua a crescere
Sono le abitudini di vita che ci portano – salvo rare eccezioni  di chef dilettanti - a dedicare sempre meno tempo alla spesa quotidiana e alla preparazione di cibi in casa.
Leggi il resto nel numero in edicola

Agrusti interviene a tutto campo - Pordenone. Economia e non solo, infrastrutture, enti locali, il nuovo Rilancimprese e poi Camere di Commercio e l’operato della giunta Fedriga. Il presidente di Unindustria senza peli sulla lingua
Era il 5 agosto quando Michelangelo Agrusti, presidente di Unindustria Pordenone, annunciò la nascita di Confindustria Alto Adriatico dalla fusione tra quella di Pordenone e della Venezia Giulia (Trieste e Gorizia). Un nuovo soggetto al quale al momento non partecipa Udine e la cui costituzione sta procedendo a tappe per essere completamente definita il prossimo anno. In quell’occasione, Agrusti parlò anche delle infrastrutture necessarie non solo al Friuli occidentale, ma all’intera regione: tra queste, il completamento della Cimpello-Sequals-Gemona in modalità autostradale e la Tav.
Leggi il resto nel numero in edicola

Porte aperte anche per i contemporanei - L’Amaci rinnova sabato 12 per la 15a volta l’iniziativa che apre spazi pubblici e studi privati al vivace mondo dell’arte contemporanea: tutte le iniziativa da Udine a Trieste
Il rinnovato successo delle domeniche gratis nei musei e siti archeologici statali – la campagna ‘Io vado al museo’ del Mibac, rinfrescata dal nuovo titolare del ministero – deve aver convinto anche gli scettici del fatto che 1) la richiesta di cultura in Italia è elevata, se non in crescita e 2) la frase “con la cultura non si mangia” rimane uno degli scivoloni più clamorosi della storia della Repubblica!
Leggi il resto nel numero in edicola

Hollywood Fvg, non più  solo Trieste - I Papu rimandano al 2020 i festeggiamenti per il 30° anniversario del debutto sulle scene: “Abbiamo tanti spettacoli nuovi anche su temi importanti e seri, perché ci piace metterci nei guai da soli”
Nell’anno che celebra Leonardo, Woodstock e la caduta del muro di Berlino, c’è anche il 30° anniversario del debutto nel mondo dello spettacolo, nel 1989, nel duo comico pordenonese I Papu, un sodalizio artistico che per quasi un decennio è stato anche protagonista sul palco di Zelig con la sua comicità che si nutre di aspetti di vita quotidiana. Non ce siamo dimenticati, certo, ma Andrea Appi e Ramiro Besa hanno deciso di soprassedere, impegnati in una fittissima serie di appuntamenti a tappeto in regione, da De Bes Top Off a tutti gli altri spettacoli.
Leggi il resto nel numero in edicola

Puntualmente in ritardo - Sette punti in sette giorni, un risultato che a Udine negli ultimi anni è diventato un leit motiv di inizi di stagioni all’insegna della sofferenza
Ormai a Udine l’andazzo da cinque anni è sempre lo stesso e i tifosi, che pure continuano a dare prova di ‘volerci credere’ (a vedere il numero di abbonati sempre crescente), paiono perfettamente assuefatti al trend. La seconda sosta di campionato lascia ai supporters ancora l’Udinese in cerca di una sua identità, con un cammino che per ora fa presagire un percorso lineare rispetto agli ultimi. E non è propriamente cosa buona, questa.
Leggi il resto nel numero in edicola

Poliziotti sotto attacco: serve la svolta - La situazione in regione. L'elenco delle problematiche fatto dai rappresentanti sindacali offre un quadro piuttosto difficile 
Dopo la tragica sparatoria nella Questura di Trieste, durante la quale hanno perso la vita due agenti, sono divampate le polemiche, perché da tempo la Polizia di Stato deve affrontare non pochi problemi, che si tratti di carenza di personale, dotazioni, addestramento o luoghi di lavoro. Abbiamo quindi iniziato a raccogliere vari pareri per capir come sta la nostra Polizia, a partire dai rappresentanti sindacali che da molto tempo invocano azioni decise e una svolta rispetto alla politica finora seguita.

Leggi il resto nel numero in edicola

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Green

Life Style

Gli speciali

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori