Home / Il Friuli / Il Friuli in edicola, venerdì 12 agosto 2022

Il Friuli in edicola, venerdì 12 agosto 2022

Argini fragili contro la nuova ondata – Drastico aumento dei transiti lungo la rotta balcanica, ma le strutture sono già al collasso

Il Friuli in edicola, venerdì 12 agosto 2022

Migranti, la rotta che Roma ignoraRICHIEDENTI ASILO ALLE PORTE. Sono migliaia e in forte aumento i transiti registrati lungo i Balcani nei primi sei mesi dell'anno dall'agenzia europea Frontex. La nostra regione, però, non è pronta ad affrontare una nuova ondata.

La Rotta Balcanica non solo non si è mai chiusa, ma rischia di portare a una nuova, anzi sarebbe meglio dire all’ennesima emergenza migranti. Le cronache nazionali continuano ad aggiornarci su cosa sta avvenendo tra Nord Africa e regioni del Sud Italia, ma raccontano ben poco del costante arrivo di migranti che, a giudicare dai dati forniti da Frontex, l’agenzia europea che si occupa di controllo dei confini, sono in drastico aumento.

Leggi il resto nel numero in edicola

‘Ecco come stanno le cose veramente’. L’EMERGENZA ANNUNCIATA. Gianfranco Schiavone, presidente dell’Ics di Trieste spiega perché già ora i centri per i migranti sono pieni. La denuncia degli ostacoli politici all’accoglienza diffusa.

La rotta balcanica resta un’emergenza per il Fvg, ma soltanto perché abbiamo ridotto le strutture che si occupano di accoglienza, mentre i trasferimenti verso le altre regioni sono più che dimezzati. E’ il quadro fornito da Gianfranco Schiavone, presidente dell’Ics (Consorzio italiano di solidarietà).

Leggi il resto nel numero in edicola

Le strategie da adottare. ‘Diamo una mano a sloveni e croati’. La situazione non desta preoccupazioni per il momento, ma il prossimo Governo dovrà farsi carico di modificare sostanzialmente l’approccio sulla questione del contrasto all’immigrazione clandestina. E’ il parere di Pierpaolo Roberti, assessore regionale alla Sicurezza e immigrazione.

Leggi il resto nel numero in edicola

ELEZIONI. Nuovo rapporto tra istituzioni e cittadini. Sfumata l'allenza con il Pd, il partito fondato da Calenda si concentra ora sulla proposta elettorale. A partire da come affrontare un autunno ‘caldo’ per le famiglie.

Il programma di Azione ruote attorno all'efficienza della macchina statale. Il partito fondato da Carlo Calenda non andrà alle elezioni assieme al Pd e, quindi, dopo il tempo delle alleanze tattiche (concretizzate o sfumate), l’impegno secondo la segretaria regionale di Azione, Isabella De Monte, è rivolto alle proposte elettorali.

Leggi il resto nel numero in edicola

Non più Bronx, ma ancora corpo estraneo alla città. UDINE - La zona di via Riccardo Di Giusto non è più un ghetto, ma non riesce a integrarsi e ad attirare non residenti.

In un batter di ciglia o poco più hanno chiuso il mitico bar Est, la banca e l’edicola. Il quartiere Aurora, nome vincitore di un bando che voleva cambiare faccia alla zona Est e in particolare a via Riccardo di Giusto, meglio conosciuto come il Bronx, non è più depresso quanto spogliato dei servizi minimi. Peccato che la cosiddetta Manhattan, la zona dei condomini Anni Ottanta e delle villette a schiera, non sia riuscita ad attirare più abitanti dalle altre zone della città. Il Peep Est resta un quartiere a se stante.

Leggi il resto nel numero in edicola

Un’isola robotica per i futuri tecnici. CODROIPO. All’istituto Linussio successo per il primo anno di utilizzo didattico di un impianto 4.0 donato da Pmp Group. L’azienda di Coseano cerca giovani: entro tre anni deve assumere 250 nuovi lavoratori.

Pmp Group ha abbattuto il confine tra scuola e industria. L’azienda di Coseano, fondata da Luigino Pozzo e oggi leader mondiale nella produzione di sistemi integrati di trasmissione per mezzi industriali e agricoli, per assicurarsi giovani professionisti da assumere ha intensificato i rapporti con gli istituti scolastici, tecnici e superiori, e con le università. È soprattutto attraverso queste collaborazioni che intende trovare i 250 lavoratori da assume-re nello stabilimento friulano nei prossimi tre anni.

Leggi il resto nel numero in edicola

Tra Ledra e Tagliamento. SAN DANIELE. La trasformazione di una strada rurale consente ora, con una piacevole passeggiata, di scoprire un sistema naturale di prati e pascoli, ricco anche di fauna.

Il Comune di San Daniele del Friuli, grazie al progetto “La valorizzazione della struttura ecologica nel mosaico paesaggistico ambientale prealpino-collinare e della alta pianura lungo il corso del Fiume Tagliamento, nei comuni di Osoppo (capofila), Forgaria nel Friuli, Majano, San Daniele del Friuli, Ragogna, Dignano” (in breve Asta), ha realizzato con fondi del PSR 2014-2020 (MIS. 16.5.1) del Friuli Venezia Giulia la trasformazione della strada rurale che si sviluppa lungo il Canale Ledra fino alla sua confluenza nel Tagliamento, congiuntamente al ripristino di prati e pascoli in quest’area.

Leggi il resto nel numero in edicola

Nasce ‘Il Carso sono io’. MONFALCONE. Il progetto, nato dall’unione di diverse anime del territorio, intende trasformare l’incendio in una opportunità.

"Trasformiamo l'incendio in opportunità' è il motto espresso dal sindaco di Monfalcone Anna Maria Cisint presentando il progetto ‘Il Carso sono io’. “Non è più tempo di attendere - aggiunge - è tempo di rendere prioritario questo tema, concentrare l’attenzione, attenzione verso un Carso che è casa nostra. In questo senso è nata la delibera: per amore verso i nostri boschi e la nostra storia, per amore del nostro patrimonio”.

Leggi il resto nel numero in edicola

Al passo coi tempi grazie a un’App - IL MUSEO ARCHEOLOGICO DI AQUILEIA offre da questa estate uno strumento multimediale per un’esperienza educativa, ma divertente e coinvolgente: ora i reperti si possono anche ‘toccare’, grazie allo smartphone.

Dimenticate i musei come sono stati concepiti e presentati per un centinaio di anni. Oggi la parola d’ordine, anche in mezzo ai reperti vecchi di centinaia di anni, è interattività. Anche il Museo archeologico nazionale di Aquileia, uno dei maggiori al mondo sulla civiltà romana, inaugurato nel 1882 e sottoposto a un profondo restyling nella sede di villa Cassis Faraone, è pronto per il presente e il futuro.

Leggi il resto nel numero in edicola

“La Tv non ti cambia la vita, ma...” LE LIVING DOLLS raccontano in esclusiva la loro partecipazione a ‘The Band’ su Rai 1: “E’ stato qualcosa che ti capita una volta nella vita”.

Fino a 2-3 mesi fa le conoscevano solo gli appassionati di rock della regione, visto che le Living Dolls rappresentano da tempo un esempio unico: quello di una cover band al 100% femminile, formata da Michela Italiano (voce), Eliana Cargnelutti (chitarra e cori), Stefania Della Salvia (basso e cori) e Alessandra Pessa (batteria). Poi è arrivata la partecipazione a The Band, il programma di prima serata di Rai 1 condotto da Carlo Conti, con giudici Vip (Carlo Verdone, Gianna Nannini e Asia Argento) e 8 tutor altrettanto importanti per seguire otto gruppi musicali di diversa origine fino alla sfida finale.

Leggi il resto nel numero in edicola

Udinese, quasi pronta al via! INIZIA IL 50° CAMPIONATO in serie A per i bianconeri friulani: vediamo come si presenta la squadra di Sottil al nastro di partenza.

A pochi giorni dall’inizio del campionato, l’Udinese ha scelto la linea del silenzio di fronte alle ultime voci di una possibile cessione della società friulana ad un fondo statunitense. Questioni di questo genere non devono distrarre l’ambiente quando siamo vicini al ‘via’ della nuova stagione. Il Dt Pierpaolo Marino ha già spiegato a tempo debito quanto sia importante partire bene in un torneo che sarà spezzato in due dai Mondiali tra metà novembre e fine dicembre in Qatar. Sarà importante fare subito punti.

Leggi il resto nel numero in edicola

In allegato al settimanale ‘Business’ di agosto - Il mensile indipendente sull’economia del Friuli Venezia Giulia. Gratis solo in edicola

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori