Home / Il Friuli / Il Friuli in edicola, venerdì 13 ottobre 2017

Il Friuli in edicola, venerdì 13 ottobre 2017

No Vax e scuole nel caos - Valanga di carte, bambini tenuti separati, sicurezza sanitaria non garantita

Il Friuli in edicola, venerdì 13 ottobre 2017

Scaricate sulle scuole le responsabilità altrui - Il dirigente scolastico Luca Gervasutti spiega le difficoltà incontrate dagli istituti friulani dopo l’approvazione del decreto Lorenzin. “Alle materne non in regola un bimbo su dieci”
Non è stato facile per le istituzioni scolastiche gestire, in queste settimane, la questione dei vaccini. L’obbligatorietà della copertura per accedere alle scuole, pena la non frequenza alle materne e una sanzione economica alle famiglie negli altri casi, ha comportato l’acquisizione da parte degli istituti di una considerevole mole di carte: autocertificazioni, liberatorie e quant’altro. Ma quali sono le difficoltà che le segreterie e i dirigenti scolastici hanno dovuto affrontare? Lo abbiamo chiesto a Luca Gervasutti, dirigente di ruolo dell’Istituto comprensivo Udine VI, nonché reggente dell’Istituto comprensivo Cuore dello Stella di Rivignano Teor.

Leggi il resto nel numero in edicola

80 euro: governo generoso con i soldi... nostri - Cavallo (Patto per l’Autonomia): “Il 60 per cento del bonus è a ‘carico’ delle casse regionali: ogni anno le entrate si riducono di 100 milioni”
Gli 80 euro del governo Renzi? Un ‘regalo’ che costa non poco alle casse della nostra Regione. E’ quanto risulta dai calcoli effettuati da Giorgio Cavallo - uno dei collaboratori del ‘Patto per l’Autonomia’, il movimento autonomista ispirato a Sergio Cecotti, del quale fu assessore alla Pianificazione a Palazzo D’Aronco - in merito alla penalizzazione che la spesa pubblica Fvg subisce da parte dello Stato.
Leggi il resto nel numero in edicola

VeloOk, il bidone che piace tanto ai nostri sindaci - Stanno spuntando come funghi in molti Comuni del Friuli Venezia Giulia. Ormai una trentina, con una media di 6 installazioni
Per chi proprio non riesce a sollevare il piede dall’acceleratore (troppi) sono una seccatura tale da spingere qualcuno a farle saltare in aria. Per i sindaci sono invece l’uovo di Colombo. Le colonnine VeloOk stanno spuntando come funghi in molti Comuni del Friuli Venezia Giulia. Ormai una trentina, con una media di 6 installazioni, ma in certi casi, come a Remanzacco, ce ne sono nei punti più critici una decina. Presto si aggiungeranno nuovi Comuni.
Leggi il resto nel numero in edicola

Una giornata scientifica in ricordo di Eliana Ginevra - Udine - Sabato 14 i colleghi, gli amici e gli alunni onoreranno la memoria della docente del Malignani scomparsa a giugno
Una donna, una scienziata e una docente che ha lasciato un segno indelebile in chi l’ha conosciuta. E non solamente sugli studenti. E’ la prima considerazione che si fa scorrendo i post del profilo Facebook scritti per lei, Eliana Ginevra Fans Club. A partire dal video nel quale, dopo l’ennesima vittoria di un suo progetto nei concorsi scolastici, i suoi ragazzi la portano in trionfo su un trono. E poi la canzone a lei dedicata, i tanti ricordi di studenti, dei colleghi e delle persone comuni che hanno avuto la fortuna di conoscerla. Docente di biologia e di chimica organica al Malignani di Udine, una vita passata a far crescere umanamente e scientificamente i suoi alunni, originaria di Licata in provincia di Agrigento, Eliana Ginevra è scomparsa a giugno, a poche settimane dalla pensione, lasciando un vuoto profondo in città.
Leggi il resto nel numero in edicola

Scuole e strade sono le priorità del municipio - CODROIPO - L'amministrazione investe tutto su miglioramento dei servizi scolastici con il nuovo edificio aggiunto alle medie e sulla manutenzione ordinaria della viabilità
Codroipo si appresta a celebrare la Fiera di San Simone, tra gli appuntamenti più attrattivi del Medio Friuli nel periodo autunnale, che per due fine settimana proporrà numerosi eventi, preceduto il 14 ottobre dai festeggiamenti per i 55 anni della locale sezione dell’Afds, tassello di un tessuto associativo rche esta molto vitale, anche grazie al sostegno dell’amministrazione comunale.
Leggi il resto nel numero in edicola

Contenitore non a scatola chiusa - I primi vent’anni del Teatro Nuovo Giovanni da Udine segnano un traguardo per la struttura udinese, tra molti successi, alcuni flop e qualche punto interrogativo ancora senza risposta
Il 18 ottobre 1997, l’Orchestra Filarmonica di Udine diretta da Anton Nanut inaugurò ufficialmente l’attività del Teatro Nuovo ‘Giovanni da Udine’ con una pièce de résistance come l’Ottava di Mahler, la sinfonia che richiede, probabilmente, il maggior impegno numerico sul palco, con un organico vocale, corale e strumentale immenso. Il ‘battesimo’ è in fondo la dimostrazione di quello che il Teatrone avrebbe voluto essere, ma non è diventato: qualcosa in più di un – comunque bellissimo - contenitore di eventi. Un risultato, il teatro, lo aveva comunque già implicitamente raggiunto: essere stimolo per la rinascita di altre strutture, all’epoca fatiscenti come il ‘Verdi’ di Pordenone o in attesa di ristrutturazione come il suo omologo di Gorizia, con alle spalle una storia lunga 250 anni.
Leggi il resto nel numero in edicola

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Business

Green

Life Style

Family

Gli speciali

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori