Home / Il Friuli / Il Friuli in edicola, venerdì 2 settembre 2022

Il Friuli in edicola, venerdì 2 settembre 2022

Il Gas che funziona - I Gruppi di Acquisto Solidale come alternativa all'impennata dei prezzi

Il Friuli in edicola, venerdì 2 settembre 2022
Gas: per la spesa l’unione fa la forza. GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE. In aumento anche nella nostra regione le adesioni a comunità piccole e grandi per comprare merci di ogni genere direttamente dai produttori, puntando su risparmio e valori etici.
La proposta di Mario Draghi di istituire un tetto europeo al prezzo del gas per avviare una contrattazione unica sulle forniture, non è un’invenzione del premier. Anzi, si basa su una delle regole basilari dell’economia, persino di quella domestica. Lo sanno bene i partecipanti ai numerosi Gruppi di acquisto solidali (ovvero i Gas), organizzazioni spontanee di cittadini, che partono da un approccio critico al consumo e che vogliono applicare i principi di equità, solidarietà e sostenibilità ai propri acquisti, possibilmente risparmiando.
Leggi il resto nel numero in edicola
Siamo agli sgoccioli. LATTE. Il caldo torrido ha ridotto del 40% la capacità delle mucche di produrre, mettendo in crisi gli allevatori, già colpiti dall’aumento dei costi energetici.
Le temperature africane di questa estate hanno ridotto fino al 40% la capacità delle mucche di produrre latte. Oltre al caldo il comparto zootecnico è stato messo in crisi anche dall’aumento dei costi energetici e dalla siccità che ha ridotto i raccolti di foraggi e mais. Si è creata una tempesta perfetta che avrà ricadute fino al 2023 sull’intera filiera lattiero casearia.
Leggi il resto nel numero in edicola
L’urna non attira i giovani dei cortei. FRIDAYS FOR FUTURE. Delusione tra gli attivisti del movimento per la mancanza delle tematiche ambientali nei programmi elettorali dei partiti.
Due giorni prima del D-day della politica italiana, ovvero le elezioni per il rinnovo del Parlamento, si terrà un nuovo Sciopero mondiale per il clima. Il movimento giovanile dei Fridays for Future è pronto quindi a scendere nuovamente in piazza. Saprà e vorrà, però, anche recarsi, due giorni dopo, nei seggi elettorali?
Leggi il resto nel numero in edicola
Centro storico, biglietto da visita dell’intera città. UDINE. Manutenzione strade e decoro urbano tra le maggiori richieste degli abitanti del cuore cittadino.
Una bomboniera. Un piccolo gioiello. Una vetrina. Più semplicemente: il biglietto da visita della città. È questo che il centro storico rappresenta per l’intera Udine ed è così che gli udinesi vogliono vivere il cuore pulsante del comune.
Leggi il resto nel numero in edicola
Salvate l’organo gioiello della diocesi. TARCENTO. L’antico strumento nel duomo ha bisogno di un restauro e così la parrocchia guidata da monsignor Corgnali
lancia una raccolta di fondi. Obiettivo raccogliere 60mila euro.
Iniziativa popolare per salvare l’organo di una delle chiese più antiche del Friuli. È quella che è stata lanciata a Tarcento su iniziativa di un comitato guidato da monsignor Duilio Corgnali. “Le origini del Duomo di Tarcento – spiega il parroco - si perdono nelle notti dei tempi, ma sono documentati almeno 1500 di storia".
Leggi il resto nel numero in edicola
Il museo in un parco con opere di design. CREATTIVO è un progetto di ‘Maravee’ arrivato alla terza edizione, che coinvolge la Scuola Mosaicisti del Friuli e alcune
aziende della regione, creando un ponte tra la creatività del patrimonio culturale e i settori del manufatturiero regionale.
Arrivato alla terza edizione, CREAttivo è un progetto fondato sull’intreccio fra arte musiva e design, sulla sfida fra libertà creativa, i vincoli dettati dalla produzione industriale e forza identitaria dell’artigianalità. Intrecci e sfide per un lavoro di squadra incentrato su un work in progress che dal team di Maravee Projectssi versa nelle fabbriche e nella Scuola Mosaicisti del Friuli di Spilimbergo, prima di approdare in autunno a Gorizia, nel Museo di Santa Chiara e inaugurare un nuovo parco giochi.
Leggi il resto nel numero in edicola
“Una luce in questa lunga notte”. ROBERTO VECCHIONI porta ‘L’infinito tour’ in regione, con le sue canzoni, la sua storia e la voglia di “trasmettere quello
che abbiamo avuto dal passato.
Non abbiamo più certezze, tranne la musica. E i cantautori, che anche a decenni di distanza dall’esordio continuano a essere un riferimento. Come Roberto Vecchioni, che domenica 4 a Rivignano presenta una tappa del suo L’infinito tour (“15 date, finora tutte piene”), in occasione dell’inaugurazione della Nuova Agorà del Friuli (progetto Guardachestella). Un concerto-spettacolo di canzoni e storie tra passato e presente, visto che il futuro, per ora, resta incerto.
Leggi il resto nel numero in edicola
Allegato al settimanale l'inserto FAMILY Casa

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori