Home / Il Friuli / Il Friuli in edicola, venerdì 21 febbraio 2020

Il Friuli in edicola, venerdì 21 febbraio 2020

Il Friuli in edicola, venerdì 21 febbraio 2020

Vantaggi del clima pazzo - Nell’anno senza inverno ecco chi ci guadagna: non tutto il caldo viene per nuocere

Non tutto il caldo  vien per nuocere - i benefici del clima mite. Abbiamo speso meno per il riscaldamento e consumato meno combustibili. Evidenti anche i risparmi sui trattamenti antighiaccio sulle strade
Mentre scriviamo, fuori il termometro sfiora i 15 gradi. Sarebbe una magnifica giornata di primavera, non fosse che siamo ancora in pieno febbraio e che al cambio di stagione manca oltre un mese.
Leggi il resto nel numero in edicola

Senza il freddo il  conto sarà salato - Poca acqua e troppe cimici.  Molti gli effetti negativi dell’inverno mite: proliferazione di insetti dannosi, danni alle api e frutteti ad elevato rischio gelate

Un inverno più caldo presenta conseguenze contrastanti per quanto concerne coltivazioni e insetti.
Abbiamo chiesto lumi a Pietro Zandigiacomo, entomologo dell’Università di Udine, il quale ci ha confermato che molto probabilmente ci saranno conseguenze, in particolare per quanto concerne gli alberi da frutta.
Leggi il resto nel numero in edicola

In città 7.000 case disabitate
- Udine. Il 12 per cento delle 57.000 abitazioni presenti nel territorio comunale sono sfitte. Questo perché si trovano in zone, come quella della stazione, non appettibili, non sono agibili, o troppo grandi
Il 12 per cento delle abitazioni del Comune di Udine ha le luci spente. I dati parlano chiaro: su circa 57.000 unità immobiliari ci sono 7.000 case vuote, perché non trovano nuovi proprietari, perché non sono agibili, o ancora perché non trovano locatari.
Leggi il resto nel numero in edicola

Guida di viaggio per Stati scomparsi - Giovanni Vale è l’autore del progetto ‘Extinguished Countries’, una serie di mappe dedicate a Stati che non esistono più, come la Repubblica di Venezia, gli Imperi Austroungarico e Ottomano: “E' un viaggio nel tempo”
E se quest’estate, invece di andare in vacanza in Italia o in Grecia, decideste di viaggiare all’interno della Repubblica di Venezia? Un progetto editoriale nato in Friuli sta lanciando proprio in questi giorni la prima serie di guide turistiche dedicate a ‘Stati scomparsi’, ovvero a Paesi che non esistono più. Si tratta del progetto ‘Extinguished Countries’, ideato dal giornalista gemonese Giovanni Vale (classe 1987), già collaboratore de Il Friuli e Il Piccolo. “L’idea - spiega Vale - è quella di trasformare il nostro passato in una possibile destinazione per viaggiatori e di farlo attraverso delle guide ironiche, leggere e ricche di curiosità”.
Leggi il resto nel numero in edicola

I ‘milionari’ della musica regionale - La nuova legge sui videoclip, considerati dal 1° gennaio, ‘opere d’arte’, potrebbe ulteriormente premiare gli artisti e i videomaker del Friuli Venezia Giulia. I nomi più ‘cliccati’ online e quelli da tenere d’occhio
Forse non è troppo tardi. Se 40 anni fa c’era chi cantava Video killed the radio star, il video ha ucciso la star della radio, oggi le clip sono diventate il mezzo principale per la diffusione della musica. Nel mondo dello streaming e della musica ‘liquida’, produrre un video può essere l’unico modo per trasmettere a tutto il mondo la propria creatività, e a questo punto la distanza tra Udine e New York, la Carnia e la West Coast o la Pedemontana e la Giamaica, non esiste più.
Leggi il resto nel numero in edicola


Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori