Home / Il Friuli / Il Friuli in edicola, venerdì 29 gennaio 2020

Il Friuli in edicola, venerdì 29 gennaio 2020

Il Friuli in edicola, venerdì 29 gennaio 2020

Scossa all’auto - È l’anno dei veicoli elettrici: pronto il super incentivo pubblico, ma c’è pochissimo tempo. Ecco come conquistarlo

Sulle auto sconto da elettroshock - OCCASIONE D’ORO. All’inizio di febbraio arriva il decreto per dare il via all’acquisto di veicoli elettrici con il 40% di sconto sul prezzo di listino
Percorrete tragitti non troppo lunghi, avete a disposizione dove lavorate una colonnina di ricarica o a casa vostra una presa di corrente esterna e vi basta un’auto piccola? Allora è il momento buono per tentare di utilizzare l’incentivo dedicato alle auto elettriche inserito nella legge di bilancio, che garantirà a pochi fortunati uno sconto pari al 40% del prezzo di listino per auto fino a 150 kW di potenza, a patto che l’Isee famigliare non superi i 30mila euro e che il prezzo del veicolo, Iva compresa, sia al massimo di 36.600 euro. Il decreto attuativo del provvedimento è atteso per inizio febbraio.
Leggi il resto nel numero in edicola


La giusta occasione grazie all'ecobonus - CACCIA APERTA ALLO SCONTO. Oltre al super incentivo riservato alle sole auto elettriche, ci sono a disposizione altri contributi per la rottamazione della vecchia auto. Si possono ottenere fino a 10mila euro di riduzione
Per chi deve cambiare auto si tratta di un momento decisamente favorevole. A parte il super sconto dello riservato all’acquisto di auto elettriche, sono stati confermati gli eco incentivi per la rottamazione e l’acquisto di nuove vetture, che permettono di ottenere fino a dieci mila euro di sconto sul prezzo di listino per i modelli meno inquinanti.
Leggi il resto nel numero in edicola

È l’ora di fare un patto - RENZO TRAVANUT. C’è l’emergenza sanitaria che travolgerà economia e lavoro. E c’è anche l’urgenza di ripensare una Regione ancora basata su un modello di 60 anni fa. Ecco cosa dovrebbe fare la sinistra oggi
Per capire se un consigliere regionale lavora per il bene comune oppure solo per la propria rielezione basta vedere in quanti comuni prende le preferenze. “Ai tempi io i voti li raccoglievo nella maggior parte dei comuni del collegio! Oggi diversi consiglieri si candidano a rappresentare territori sempre più chiusi in sé stessi” ricorda Renzo Travanut, classe 1946, nato nel Pci seguendo poi il lungo percorso fatto dal partito di sinistra fino all’attuale Partito Democratico.
Leggi il resto nel numero in edicola

Il turismo dei rifiuti avvelena l’hinterland - UDINE. Immondizie domestiche e scarti di lavori edili (compreso l’eternit) sono gettati sempre più spesso in mezzo a campi, fossi e boschi. Un gesto di incivilità che pesa sulle tasche dei cittadini virtuosi
Fossi trasformati in discariche. Campi sommersi di sacchi neri, gialli e azzurri, spesso predati e distrutti da cornacchie e topi. Aree boschive “arredate” da poltrone, sedie, biciclette, cassettiere abbandonate. Ammassi di scorie edili su cui svettano pezzi di eternit. È questo il desolante paesaggio che si scorge attraversando l’hinterland udinese, dove si fa sempre più pressante il problema dei rifiuti abbandonati, che arrivano anche a sporcare i centri abitati. I cittadini, di fronte a tali spettacoli, segnalano alle amminsitrazioni o ad associazioni come Consumatoriattivi.
Leggi il resto nel numero in edicola

Il nuovo volto di San Domenico - UDINE. Comune e Ater hanno partecipato al bando per migliorare la qualità dell’abitare negli alloggi convenzionati. In ballo ci sono 15 milioni di euro
Il quartiere di San Domenico, a nordest di Udine, è conosciuto dai non residenti per la Casa dell’Immacolata e la Comunità Piergiorgio. Altrimenti la zona residenziale, ma popolare, non essendo di passaggio, rimarrebbe assolutamente isolata rispetto alla città.
Leggi il resto nel numero in edicola

“Salviamo il totem” - UDINE. Il manufatto degli Uroni, che fu donato alla città nel 1981 dai friulani emigrati in Canada, è ormai molto rovinato. Lanciato un appello
Già nel 2014 Pietro Pittaro, allora presidente dell’ente Friuli nel mondo, segnalò lo stato di cattiva conservazione del totem degli Uroni, che fu donato alla città dai friulani emigrati in Canada in occasione del IV congresso della federazione dei Fogolars furlans che si tenne a Udine il 19 luglio 1981.
Leggi il resto nel numero in edicola

Spazi esterni gratis e raddoppiati - PORDENONE. L’Amministrazione comunale proroga le esenzioni sugli arredi fuori dai bar e ristoranti, per sostenere ancora i gestori
Su decisione del sindaco Alessandro Ciriani e dell’assessore Emanuele Loperfido, l’Amministrazione comunale ha ulteriormente prorogato le agevolazioni sugli arredi esterni di bar, ristoranti e locali della città.
Leggi il resto nel numero in edicola

Ritorno alle origini - ARBA. La Graphicstudio per colpa del Covid ha buttato via il suo piano industriale e ha ideato una nuova strategia. Investendo un milione di euro
Un’autentica rivoluzione interna e l’ingresso a pieno titolo nel settore della grafica offset: la Graphistudio di Arba, azienda leader nel settore dell’immagine digitale, ritorna alle origini e investe nella stampa tradizionale. L’ampliamento del core business è dettato dai cambiamenti del mercato dopo il Covid e la conseguente crisi internazionale.
Leggi il resto nel numero in edicola

Il borgo si rifà il trucco - RONCHI DEI LEGIONARI. Al via gli interventi di manutenzione e pulizia del verde ad Androna Palmada, l’insediamento più antico del paese che risale addirittura al 1400
Il borghetto più antico di Ronchi dei legionari si rifà il trucco. L’insediamento di Androna Palmada che risalirebbe addirittura al 1400, quel nucleo di case che si sviluppa alle spalle della piazza, da decenni è disabitata e sempre più diroccata ma in questi giorni è oggetto di interventi di pulizia da parte degli operai del Comune, che stanno provvedendo a eliminare rovi, arbusti, sterpaglie ed erbe infestanti che nel corso del tempo hanno nascosto quella testimonianza del passato ronchese.
Leggi il resto nel numero in edicola

Vacciniamoci per combattere negazionismo e antiscienza - DAL PRESIDENTE CALVANI un appello per una scelta razionale e responsabile nella battaglia al Covid
Stop a comportamenti irrazionali e irresponsabili. La risposta vincente per mettere a tacere le onde antiscientifiche, negazioniste e scettiche di varia natura è data dal vaccino come scelta sicura, efficace e scientificamente provata. Gli psicologi assumono così il ruolo di testimonial della scientificità e validità del vaccino anti-Covid. A parlarne è il Presidente dell’Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia, Roberto Calvani, che ha aderito al Vaccine Day del 27 dicembre.
Leggi il resto nel numero in edicola

Epilessia, usciamo fuori dall'ombra - Lunedì 8 febbraio, in occasione della giornata internazionale, appuntamento con ‘Parla con noi’, tre incontri online per un confronto tra pazienti ed esperti
Convivere con l’epilessia, si può, anche in piena pandemia. Soffrire di epilessia non significa più dover nascondere la malattia per timore di pregiudizi e vivere nell’ombra, ma affrontare un percorso che, seppur complesso, non compromette le relazioni personali, l’attività lavorativa e la vita sociale. Il Covid, però, ha indubbiamente reso più complicati il lavoro e le relazioni, limitando la socialità, pesando in particolare su chi convive con patologie croniche. “I pazienti epilettici si sono dimostrati resilienti”, afferma Giada Pauletto, neurologa della Soc di Neurologia dell’ospedale di Udine e consigliere regionale della Lice.
Leggi il resto nel numero in edicola

Combattere la pratica delle mutilazioni genitali - IL FENOMENO ha già colpito 200 milioni di donne e ne pone a rischio circa tre milioni all’anno nel mondo, anche in Italia
Con i fenomeni migratori, l’Italia, ignara fino agli Anni ‘70, è stata chiamata a prendere consapevolezza del problema delle mutilazioni genitali femminili, tipiche di alcuni Paesi africani e asiatici.
Leggi il resto nel numero in edicola

Controstoria del jazz visto dalla parte del fumetto - FLAVIO MASSARUTTO mette assieme le sue due passioni in un volume che sovverte luoghi comuni e stereotipi con una nuova lettura, analizzando la storia della musica d’improvvisazione attraverso i ‘comics’
Sono entrambi generi ‘popolari’, nati in origine– più o meno nello stesso periodo - per comunicare con immediatezza e diventati, nel corso del tempo, tra i mezzi più diffusi per raccontare e comprendere la società. La musica jazz e il fumetto sono anche le passioni di Flavio Massarutto, giornalista e scrittore pordenonese che dal 2000 è diventato una delle più importanti firme italiane del jazz per quotidiani e riviste specializzate.
Leggi il resto nel numero in edicola

“I concerti si possono fare, ma non in Italia” - RICCARDO CECONI, emigrato dal Fvg al Middle East, racconta la sua esperienza come direttore di produzione di grandi eventi non solo ‘live’: “I Kiss a Dubai a Capodanno sono stati un segnale per tutto il mondo”
Dopo un 2020 tragico, anche il 2021 non si annuncia favorevole per i concerti dal vivo, al punto che le superstar e alcuni grandi festival internazionali hanno dato già appuntamento al 2022. Impossibile garantire i live in presenza e in sicurezza quasi ovunque, esclusi Paesi che hanno scelto di chiudere da subito i confini come l’Australia. O come Dubai, dove a Capodanno i Kiss hanno realizzato il primo concerto non ‘da remoto’ in era Covid.
Leggi il resto nel numero in edicola

Tutta un’altra Udinese con i ‘se’ e i ‘ma’... - A META’ CAMPIONATO sono evidenti gli episodi che hanno determinato, nel bene e nel male, il percorso dei bianconeri fin qui. Le scelte e gli episodi che hanno inciso di più
Il calcio è lo specchio della vita, si dice. E come nella vita, sono decisioni ed episodi a determinarne il corso. Un concetto ben espresso nel film ‘Sliding doors’ e che, guardando indietro a questi primi mesi di campionato, potrebbe far riflettere su come sia possibile che l’Udinese, con una rosa di valore e un allenatore collaudato e (giustamente) stimato, si ritrovi a metà del suo cammino con 6 punti in meno del campionato scorso; con un tecnico che, nonostante la bravura riconosciutagli dall’ambiente, si trova spesso in discussione; e con un mercato di riparazione in cui, alla faccia delle affermazioni iniziali, c’è ancora da rattoppare.
Leggi il resto nel numero in edicola

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Green

Life Style

Gli speciali

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori