Home / Il Friuli / Il Friuli in edicola, venerdì 29 settembre 2017

Il Friuli in edicola, venerdì 29 settembre 2017

Bentornato - Il grande basket torna nel suo tempio. Settant’anni di Friuli sotto canestro

Il Friuli in edicola, venerdì 29 settembre 2017

Una passione lunga più di 70 anni - Dopo sei anni di assenza, il grande basket torna al Carnera. L’attesa? è altissima. Perché il Friuli resta una terra innamorata della palla a spicchi
Una passione lunga più di 70 anni. Che, tra alti e bassi, non si è mai sopita. Il Friuli rimane una terra di amanti del grande basket, senza dimenticare i tanti campioni sfornati dalle società regionali. Per questo, il ritorno della pallacanestro di A2 al Carnera – venerdì 29 alle 21 contro un’altra blasonatissima, la Fortitudo Bologna - rappresenta un appuntamento con la storia. L’ultima sfida sul parquet dei Rizzi risale al 2011, quando la seconda Snaidero rinunciò alla Legadue, lasciando di fatto la regione orfana della palla a spicchi professionistica.
Leggi il resto nel numero in edicola

Il Carnera sarà il sesto uomo in campo - Il presidente Alessandro Pedone non ha dubbi: “Questa squadra è da play-off e, da outsider, saprà stupire”

“Finalmente ci siamo!”. Sono queste le prime parole del presidente dell’Apu Gsa, Alessandro Pedone. “Torniamo al Carnera, in una serata che, complice l’anticipo (si gioca venerdì 29 alle 21, ndr), sarà ancora più unica. Abbiamo già 1.800 abbonati, le prevendite stanno andando a gonfie vele, quindi si preannuncia un esordio con sold-out. I numeri sono importanti e ci confortano del fatto che il palazzetto è il posto dove dobbiamo stare. Insomma, senza polemiche, godiamoci la serata, che spero sarà la prima di una lunga serie di sfide con gli spalti gremiti. Ecco, mi piacerebbe che il pubblico diventasse davvero il sesto uomo in campo e ci aiutasse a trasformare il nostro parquet in un vero e proprio fortino”.
Leggi il resto nel numero in edicola

Sappada al Friuli: la Camera preme sull’acceleratore - Il disegno di legge in aula a fine ottobre. Ottimisti i capigruppo Ettore Rosato (Pd) e Massimiliano Fedriga (Lega) eletti in Fvg
Il disegno di legge per il passaggio di Sappada dal Veneto al Friuli - Venezia Giulia andrà in aula a fine ottobre. E’ quanto stabilito durante la riunione dei capigruppo alla Camera dei deputati di alcuni giorni fa. Ed è davvero una lotta contro il tempo quella per l’approvazione del testo. Se, infatti, non si arrivasse al voto entro la fine legislatura, tutto l’iter parlamentare dovrebbe ricominciare daccapo e l’approvazione al Senato non sarebbe servita a nulla. Tuttavia, i tempi sono ancora più stretti. Trattandosi di un provvedimento oneroso, deve essere approvato prima della legge di Bilancio.
Leggi il resto nel numero in edicola

Dopo il disastro è arrivato il salasso dello smaltimento - La stima dei danni causati dalla tempesta del 10 agosto è di circa 138 milioni di euro, ma molti cittadini dovranno mettere mano al portafoglio per rimettere a posto il giardino e pure per pagare lo smaltimento delle ramaglie
Sarà difficile dimenticare per lungo tempo cosa è accaduto nel pomeriggio del 10 agosto, quando un vero e proprio ciclone ha sconvolto il Friuli, scoperchiando tetti e devastando il patrimonio verde, oltre naturalmente alle coltivazioni.
Molti Comuni sono tuttora alle prese con gli interventi per mettere in sicurezza le alberature stroncate o gravemente lesionate. Quando è andata peggio gli alberi sono stati sradicati, collassando su strutture o strade, tanto che il passaggio del fortunale ha isolato molti centri a causa delle strade invase da tronchi e rami. Come sempre accade in questi casi i friulani non sono rimasti ad aspettare e si sono rimboccati le maniche tanto che anche le arterie secondarie erano percorribili un’ora dopo il disastro grazie all’intervento delle squadre di Protezione civile e di molti cittadini che si sono dati da fare per spostare tronchi e rami.
Leggi il resto nel numero in edicola

San Giacomo: la pedana è sulla rampa di lancio - Udine - Approvato il progetto definitivo per la struttura che permetterà ai disabili di fruire del plateatico. Pizza: “Gara entro l’anno”
La pedana in piazza San Giacomo è sulla rampa di lancio. La giunta comunale, infatti, ha approvato - dopo l’Ok da parte della Commissione edilizia - il progetto definitivo per la realizzazione della struttura che consentirà ai disabili e alle carrozzine si raggiungere il plateatico del salotto cittadino. E i tempi di realizzazione saranno quanto più possibile contenuti. “E’ doveroso - afferma l’assessore Enrico Pizza - che la gara d’appalto parta entro la fine di quest’anno”.
Leggi il resto nel numero in edicola

Tre passi verso il futuro - BASILIANO - Il Comune è impegnato a fondo su tre distinti obiettivi strategici in materia di scuola, sicurezza della viabilità e valorizzazione della ruralità
L’amministrazione di Basiliano è al lavoro su tre distinti progetti destinati a lasciare una traccia.
“Abbiamo improntato la nostra attività su tre obbiettivi strategici – conferma il sindaco Marco Del Negro -. Riguardano la realizzazione del polo scolastico accentrato, la soluzione di alcune criticità in materia di viabilità e sicurezza e collocare Basiliano al centro di un progetto di Medio Friuli”.
Leggi il resto nel numero in edicola

Pordenone perde pezzi: razzia dai vicini di casa - La fine definitiva della Provincia, la Camera di commercio che tenta l’ultima carta, la Seleco che preferisce Trieste: il Friuli Occidentale perde punti di riferimento e identità
Il puzzle di Pordenone si sta frantumando.  Cadendo a pezzi, almeno a livello istituzionale. Il 30 settembre l’addio definitivo alla Provincia sarà realtà. Da ottobre, si parlerà solo di Uti. Una data che fa effetto, alla soglia del mezzo secolo di vita, anche se nella sostanza il piano era previsto da tempo e l’ente intermedio è tramontato da un po’. Ma se a questo si aggiunge il quasi certo accorpamento della Camera di commercio con quella di Udine, allora il quadro diventa ancora più complicato. L’ente camerale, tuttavia, prova a resistere e ha deliberato l’avvio formale dell’iter per la presentazione del ricorso al Tar del Lazio contro l’accorpamento.
Leggi il resto nel numero in edicola

90 anni di carri Festa a Pordenone: da El Alamein ai modellini - Dal 29 settembre al 1° ottobre in città c’è il raduno nazionale: mostre, appuntamenti e sfilata per festeggiare la nascita della specialità nel 1927
Sull’attenti. Onore ai carristi. Pordenone ospita fino al 1°1 ottobre, il 24° raduno nazionale dei Carristi d’Italia, evento organizzato in occasione del 90° anniversario della costituzione della specialità.
L’antipasto, inaugurato il 27 settembre nello spazio espositivo del Palazzo della Provincia in corso Garibaldi, è la mostra di modellismo militare ‘Dal Fiat 2000 al Carro Ariete’. Curata da Aldo Vignocchi, comprende una serie di ottanta modellini di carro armato di diversa tipologia ed è arricchita dalla presenza, in anteprima assoluta, del modello ‘Quarello’, una rappresentazione in scala 1:5 del carro armato Fiat 2000 del 1917, primo mezzo corazzato su cingoli di fabbricazione italiana.
Leggi il resto nel numero in edicola

Turriaco: 1,3 milioni di euro per rifare la palestra - Il Comune utilizzerà parte dei fondi un tempo destinati a Villa Priuli. L’edificio sarà in parte abbattuto e saranno aggiunte tribune capaci di accogliere 200 persone
Tempo di lavori per il Comune di Turriaco. Durante l’amministrazione regionale Illy, il municipio aveva ricevuto di fatto due milioni e mezzo di euro per l’acquisto di Villa Priuli, che si sarebbe inevitabilmente trasformato in un esproprio data l’indisponibilità dei proprietari, ora e allora, di vendere. Con l’arrivo dell’attuale amministrazione comunale, guidata dal sindaco Enrico Bullian, e grazie a una particolare normativa regionale, è riuscita a riconvertire i fondi per destinarli ad altri lavori con un’utilità per la comunità, a detta degli amministratori, ben più alta.
Ecco che parte di quei fondi, in particolare un milione 300mila euro, verrà utilizzata per il rifacimento della palestra comunale, ormai vetusta e con parte degli spogliatoi inutilizzabili. Il progetto per i lavori, presentato l’11 marzo scorso al Consiglio comunale, alle associazioni sportive e, in particolare, a quelle che sfruttano maggiormente gli spazi, prevede la quasi totale demolizione del fabbricato della palestra, con l’eccezione degli spogliatoi utilizzabili e di parte dell’entrata, nonché l’aggiunta di tribune, attualmente assenti, per il pubblico con una capienza di duecento persone.
Leggi il resto nel numero in edicola

Sguardi femminili da tutto il mondo - Il Craf porta a Udine 160 immagini di 160 fotografe di epoche diverse, oltre alla personale della giovane iraniana Newsha Tavakolian, premio internazionale per il 2017
E' uno degli appuntamenti più attesi della 31a edizione di Friuli Venezia Giulia Fotografia, organizzato dal Craf - Centro di ricerca e archiviazione della fotografia di Spilimbergo presieduto da Angelo Bertani, che dallo scorso mese di marzo, con i reportage di Evaristo Fusar, ha offerto uno sguardo a 360 gradi sul potere dell’immagine. Con un’attenzione particolare agli sguardi femminili dietro l’obiettivo, come anticipato dal premio nazionale, assegnato a luglio a Letizia Battaglia e alle sue indagini sulla criminalità organizzata.
Leggi il resto nel numero in edicola

Oggi la classica è il nuovo moderno - Sempre più di moda anche tra i giovani, la musica classica ha ‘ringiovanito’ sia gli ospiti delle numerose rassegne regionali, sia l’età media dei nuovi talenti: la sua diffusione è uno dei fenomeni dell’ultimo periodo
Non sarà una rivoluzione epocale come quelle che hanno caratterizzato alcune decadi (i ’50, i ’60, i ’70…) coinvolgendo musica e costume. Ma quella cui stiamo assistendo da anni è una netta rivincita dell’antico sul moderno, delle accademie sulle cantine, della preparazione tecnica sull’improvvisazione. Il risultato è che la musica classica è diventata… la nuova modernità, scelta da un pubblico sempre più giovane, grazie alle proposte di festival e associazioni. E, ovviamente, al ruolo dei conservatori: due in regione, sulla cinquantina di istituzioni di alta cultura presenti in Italia.
Leggi il resto nel numero in edicola

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Business

Green

Life Style

Family

Gli speciali

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori