Home / Il Friuli / Il Friuli in edicola, venerdì 3 novembre 2017

Il Friuli in edicola, venerdì 3 novembre 2017

Scusate il ritardo - Quando c’è un codice rosso un ambulanza su tre arriva oltre il tempo previsto dalla legge

Il Friuli in edicola, venerdì 3 novembre 2017

Leggi elettorali: così l’Italia ignora le minoranze - Le norme sul voto alle politiche non rispettano le indicazioni elaborate ben 15 anni fa dalla Commissione di Venezia, emanazione del Consiglio d’Europa
Quante volte abbiamo sentito dire “ce lo chiede l’Europa”? Tale mantra viene spesso utilizzato dai nostri governi per farci mandare giù i bocconi amari, a partire dai sacrifici economici imposti alle famiglie per far quadrare i conti dello Stato. Eppure, in materia di enti locali e di tutela delle minoranze, le richieste europee diventano una sorta di consiglio, che si può o meno seguire. Nulla più di un invito. La scorsa settimana, sulle pagine de il Friuli, abbiamo parlato della richiesta da parte del Consiglio d’Europa di rispettare la Carta europea dell’autonomia locale per quanto riguarda le Province: stando al documento - firmato dall’Italia nel 1985 - gli enti locali dovrebbero essere eletti a suffragio universale e gli amministratori debitamente retribuiti. Due presupposti che né le Province rimaneggiate dalla Riforma Delrio, né le Uti di nostra invenzione rispettano.

Leggi il resto nel numero in edicola

 

Il rush delle lingue minoritarie - Formazione plurilingue - Grazie a un finanziamento di 186mila euro della Comunità europea, prende avvio il progetto Rush, in collaborazione con l’Arlef
Sta per prendere avvio il progetto internazionale di Erasmus+ denominato Rush, al quale l’Arlef (Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane) ha fortemente contribuito in fase di presentazione della candidatura. La Comunità europea ne ha riconosciuto la forte valenza culturale assegnando un finanziamento pari a 186mila euro: unico del genere finanziato in regione, quest’anno.
Leggi il resto nel numero in edicola

Il Teatro Ciconi fa scricchiolare la giunta - San Daniele - Il sindaco Menis di fronte al dilemma se abbandonare il progetto, avversato da parte della sua maggioranza rischiando il danno erariale, o se andare avanti
Il Teatro Ciconi di San Daniele continua a far discutere. Acquistato nel 2008 con una spesa di un milione di euro, secondo le intenzioni della Giunta di allora, guidata da Emilio Job, doveva essere pronto entro il 2011. Si parlava di una ristrutturazione del costo di circa 3 milioni di euro.  A 7 anni di distanza il teatro resta chiuso, il costo è lievitato a oltre 6 milioni a causa del fatto che l’edificio del 1927 andrebbe ricostruito di sana pianta e la Giunta guidata da Paolo Menis appare divisa, tanto che parlare di crisi non pare esagerato.
Leggi il resto nel numero in edicola

Due stagioni a tutta cultura - RONCHI DEI LEGIONARI - Le iniziative per autunno e inverno: ecco cosa si troverà a Natale sotto l’albero del Comune
A Ronchi non termina una rassegna di eventi culturali che subito ne comincia una nuova. È un’attività fervente quella che l’amministrazione comunale ronchese porta avanti con insistenza, e lo fa con una rete di associazioni e di realtà unica e omogenea tale da non lasciare nemmeno un periodo dell’anno nel vuoto, ma ha sempre una proposta da offrire ai cittadini. Così si conclude il ciclo ‘estivo’ e comincia quello autunnale. Ma la giunta comunale è già puntata verso l’inverno e le iniziative natalizie, da organizzare, come sempre, in collaborazione con la biblioteca comunale Sandro Pertini.

Leggi il resto nel numero in edicola

Creatività tra ragione e passione - ‘Maravee Mind’ dedica l’edizione 2017 a Bigas Luna, regista e autore ‘totale’ scomparso nel 2013, famoso per i suoi film, ma attivo con diversi linguaggi artistici sin dagli Anni ’70
Dopo il gioco, la terapia, il corpo e l’eros, è il momento della mente. ‘Maravee Mind’, dopo la preview estiva, parte ufficialmente sabato 4 al Castello di Susans con la prima mostra in programma per il festival ideato e diretto da Sabrina Zannier: ‘Gli emisferi di Bigas Luna’, seguito una settimana dopo, alla Terrazza Mare di Lignano Sabbiadoro, da un’altra esposizione tutta dedicata all’artista e regista catalano scomparso nel 2013, ‘Di testa e di pancia’.
Leggi il resto nel numero in edicola

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Business

Green

Life Style

Family

Gli speciali

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori