Home / Il Friuli / Il Friuli in edicola, venerdì 30 ottobre 2020

Il Friuli in edicola, venerdì 30 ottobre 2020

Il Friuli in edicola, venerdì 30 ottobre 2020

La mappa dei caduti - Tutti i dati, comune per comune, dell’onda nera che si è abbattuta sul Friuli. E non ci sono soltanto i morti per Covid. Preoccupano gli effetti collaterali della pandemia a partire dalle mancate cure

Decessi in aumento in metà regione - OTTO MESI DA DIMENTICARE. I dati diffusi dall'Istat evidenziano che sono aumentate le perdite nell'area giuliana e nel Pordenonese. Va meglio nell'Isontino e nell'Udinese, territori grazie ai quali il Fvg è la regione del Nord con meno morti
Per ora ce la siamo cavata. E’ la considerazione che sorge spontanea nel leggere i dati sui decessi dei primi otto mesi del 2020, pubblicati dall’Istat. La nostra regione, tra quelle del Nord Italia, ha registrato il minor incremento di perdite (in totale 10.078) con un aumento dello 0,4%, dato distante anni luce dal 38% in più fatto segnare dalla Lombardia o dal 18,2% del Trentino-Alto Adige.
Leggi il resto nel numero in edicola

La prima ondata è stata sottostimata - IL DEMOGRAFO. I dati Istat confermano un picco nei decessi soprattutto tra marzo e aprile 2020. Nessun eccesso di zelo nei conteggi, anzi: i morti di Covid potrebbero essere ancora maggiori di quelli finora calcolati

In piena seconda ondata di pandemia ci troviamo di nuovo alle prese con i numeri – sconfortanti e tragici – che raccontano il diffondersi e l’evoluzione del Covid. Non tutti, però, siamo preparati a leggere i dati secchi e spesso nemmeno i media o gli esperti ci aiutano a comprendere il fenomeno. Tra le obiezioni più frequenti, sollevate non solo dai negazionisti, ma anche dagli scettici, da coloro, cioè, che al virus e all’epidemia ci credono poco o niente, c’è quella che il conteggio dei morti causati dal Covid sia arbitrario, che in questi mesi si sia attribuita a questa causa una serie di decessi provocati da altre patologie.
Leggi il resto nel numero in edicola

Ospedali con l’acqua alla gola - IN FORTE RITARDO. A causa del virus la Sanità regionale è andata in crisi accumulando ritardi in tutte le specialità, che si tratti di prime visite o di diagnosi. Il Piano della Giunta per recuperarli
Mentre arriva la seconda ondata della pandemia, si corre ai ripari per porre rimedio ai guasti causati dalla prima. Parliamo della brusca frenata della Sanità per tutte le prestazioni ordinarie, causata dalle misure prese per limitare il diffondersi del virus, in particolare negli ospedali.
Leggi il resto nel numero in edicola

Gestione della viabilità in grave affanno - FVGSTRADE. La società regionale denuncia la scarsità di personale: spesso ha i mezzi per intervenire ma nessuno che li può guidare. L’assessore Pizzimenti annuncia una nuova legge per il settore
FvgStrade, la società regionale che si occupa della viabilità locale, è in profondo affanno. Dopo la sua riorganizzazione, in particolare dopo l’acquisizione dei tratti stradali precedentemente gestiti dalla statale Anas e di quelli di competenza delle soppresse quattro Province, il personale a disposizione risulta completamente insufficiente. Fino al paradosso che spesso ha a disposizione i mezzi per la manutenzione delle strade ma senza nessuno che li possa guidare. A denunciarlo è stato lo stesso suo presidente Raffaele Fantelli, intervenendo in Consiglio regionale.
Leggi il resto nel numero in edicola

Le gambe dei campioni nelle mani di un friulano - IL MAGO DEI MASSAGGI. Da Terenzano in giro per il mondo, seguendo i campioni del ciclismo. Yankee Germano cura dal 2016 gli atleti della squadra olandese tra le più forti
“Un friulano segue da vent’anni la scia dei campioni del ciclismo in tutto il mondo. Ultima tappa, il Giro d’Italia 2020. Stiamo parlando di Yankee Germano, classe 1978, il massaggiatore del team olandese Deceuninck Quick Step del manager Patrick Lefevere.
Leggi il resto nel numero in edicola

Menopausa, i segreti per ridurre i disturbi - I CONSIGLI della biologa nutrizionista per attenuare vampate di calore, fragilità ossea e aumento di peso
Il periodo in cui una donna entra in menopausa comporta molti cambiamenti, spesso vissuti con disagio e insoddisfazione. Le problematiche sono molteplici e sono da ricondurre alla diminuzione dei livelli di estrogeni che, se necessario, possono essere rimodulati grazie a una terapia ormonale sostitutiva. Anche uno stile di vita sano può rappresentare un efcace aiuto per contrastare i problemi collegati. Vediamo come insieme a Giuditta Pagliai, biologa nutrizionista e ricercatrice dell’Università degli Studi di Firenze e dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi.
Leggi il resto nel numero in edicola

Quando Pasolini venne attaccato da sinistra - NEL 1961, il poeta reagì ferocemente agli attacchi mossi dalla critica letteraria più vicina al Pci, in particolare quello friulano, che ne aveva chiesto l’espulsione, spingendolo al trasferimento definitivo a Roma
Quarantacinque anno fa, il 2 novembre al Lido di Ostia, veniva assassinato Pier Paolo Pasolini in una delle tante – troppe – ‘notti della repubblica’, un caso ancora in parte insoluto, nonostante condanne, congetture e ricostruzioni anche letterarie. Tirato per la giacca post mortem anche da quelle parti politiche che in vita ne hanno avversato, apertamente o no, l’opera letteraria (e non solo), il più importante intellettuale italiano del dopoguerra è stato protagonista in gioventù di un altro avvenimento che fa parte del ‘rimosso’ della storia d’Italia.
Leggi il resto nel numero in edicola

Nostalgia di un passato più semplice - CINEMA DI FAMIGLIA è il progetto del regista friulano Massimo Garlatti-Costa che da un decennio valorizza i filmati amatoriali degli Anni ‘50-’70: “La vita delle persone comuni riassunta in 10 minuti”
Ha lavorato in Inghilterra anche per la Bbc, ha prodotto diversi documentari dedicati al Friuli e nell’ultimo periodo si è specializzato in materiale d’archivio, perché per lui “mostrare è una gioia”. Da una decina di anni, Massimo Garlatti-Costa ha iniziato un progetto originale, tutto basato sulla memoria, partendo da un archivio povero ma immenso che fa parte della nostra storia.
Leggi il resto nel numero in edicola

L’avversario più temibile resta il Covid - LA PANDEMIA si sta insinuando di nuovo nel calcio. Le situazioni di molte squadre incidono sulla regolarità del campionato, ma finora l’Udinese non ha beneficiato delle assenze tra gli avversari
L’ Udinese è nota per la capacità di muoversi sempre in anticipo rispetto agli altri. Spesso le intuizioni della società friulana sono diventate modello anche per gli altri club. L’ultimo suggerimento, quello arrivato dal Dt Pierpaolo Marino sulle rose, merita ancora una volta particolare attenzione.
Leggi il resto nel numero in edicola

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Green

Life Style

Gli speciali

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori