Home / Politica / 'Bene la promozione alto Adriatico, ma la contribuzione non è equa'

'Bene la promozione alto Adriatico, ma la contribuzione non è equa'

Bolzonello (Pd): "Le presenze in Emilia-Romagna e Veneto superano i 44 milioni, Fvg sotto i 5 milioni"

\u0027Bene la promozione alto Adriatico, ma la contribuzione non è equa\u0027

"L'azione congiunta tra le Regioni, Fvg, Veneto ed Emilia-Romagna per la promozione turistica congiunta dell'alto Adriatico in Germania è senz'altro positiva. Quello che non torna è la contribuzione di ciascuna Regione, in quanto i sistemi turistici non sono affatto equiparabili, con un numero di presenze nella altre regioni che rappresentano quasi il quadruplo di quelle nostrane". A dirlo è il capogruppo del Pd, Sergio Bolzonello commentando la presentazione odierna del progetto congiunto con le Regioni Veneto e Emilia-Romagna al fine di promuovere la riviera alto Adriatico per un’azione sul mercato tedesco, attraverso una campagna tv sul più famoso sito di previsioni meteo tedesco (wetter.com) e su canali tv nazionali privati generalisti.

"Il progetto prevede, su base triennale, un investimento di 300mila euro annuale, con una suddivisione di 100mila euro per ogni Regione. Veneto ed Emilia-Romagna hanno una raccolta di arrivi e presenze imparagonabile rispetto alle spiagge della nostra regione. Parliamo di numeri assolutamente differenti, dove la presenze nelle località turistiche dell'Emilia-Romagna e Veneto, secondo i dati Istat 2018 solo tenendo conto le principali stazioni balneari, superano i 22,1 milioni per l’Emilia Romagna e i 22,5 milioni per il Veneto, contro i 4,9milioni del Fvg. Ribadendo la condivisione di una pianificazione comune e per aver unito le forze in una prospettiva di ampio respiro, è del tutto mancata una ripartizione equa dell’intervento, proporzionata alla massa turistica di ogni regione. Basti pensare – conclude Bolzonello, che Lignano e Grado, nostri principali centri balneare estivi, hanno presenze pari a 3,5 milioni e 1,4 milioni, mentre le vicine spiagge di Bibione, Caorle e Jesolo, segnano rispettivamente 5,1, 4,3 e 5,5 milioni".

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori